×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
06 Sep 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 373 066 495
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Friuli-Venezia Giulia
Tags
Fse plus friuli venezia giulia, Fondo sociale europeo, Fondo sociale europeo Plus, Occupazione, Lavoro, Inclusione sociale, Lavoro giovani, Occupazione giovanile, Lavoro donne, Occupazione femminile
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2196
  • Schede Agevolazioni : 36008
  • Utenti Network : 78514
  • Articoli : 1364
Left Column
Clients

Friuli Venezia Giulia: Programma operativo Fondo Sociale Europeo Plus - PR FSE+ 2021-2027

Foto di fauxels da PexelsCon il Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo Plus (PR FSE+) 2021-2027 la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia intende promuovere un ventaglio di investimenti in favore della crescita e dell’occupazione.

 

Il PR FSE+ sarà il principale strumento finanziario per attuare il Pilastro europeo dei Diritti Sociali, per garantire investimenti a favore delle persone, per il rafforzamento delle opportunità occupazionali e per la coesione sociale, per il miglioramento della protezione sociale e per l'aumento della competitività.

La programmazione del Fondo Sociale Europeo Plus agisce prioritariamente per: 

  • Ampliamento nelle opportunità di accesso al Mercato del lavoro con particolare riferimento a giovani, donne e disoccupati
  • Consolidamento e perfezionamento dei servizi per l’inserimento e l’accompagnamento al lavoro
  • Rafforzamento della partecipazione e equo riconoscimento delle donne nel mercato del lavoro
  • Consolidamento dell’inclusione lavorativa e sociale dei lavoratori anziani e rafforzamento della sicurezza del lavoro
  • Potenziamento dei percorsi formativi in coerenza con cambiamenti nelle professioni e nei mestieri indotti dalla digitalizzazione e da un modello produttivo equo e sostenibile
  • Rafforzamento nell’offerta di alta formazione per elevare la competitività del tessuto produttivo
  • Accrescimento delle capacità e competenze necessarie per sfruttare le nuove tecnologie digitali e per accelerare la transizione a uno sviluppo rispettoso dell’ambiente e della biodiversità
  • Consolidamento dei diritti di pari opportunità e di inclusione sociale delle persone disabili e svantaggiate con ampliamento nell’accesso e miglioramento della qualità dei servizi di assistenza e cura.

Priorità e obiettivi

La struttura del PR FSE Plus si articola in 4 Priorità, cui si aggiunge l’Assistenza Tecnica:

  1. Occupazione 
  2. Istruzione e formazione 
  3. Inclusione sociale 
  4. Occupazione giovanile 
  5. Assistenza Tecnica

Priorità 1 - Occupazione

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale

Con questo OS si intende promuovere azioni volte a sostenere la crescita del lavoro favorendo l’occupazione dei disoccupati/inattivi e, più in generale, dei soggetti con maggiore difficoltà d’inserimento lavorativo, come donne, disoccupati di lunga durata, disoccupati anziani, immigrati.  

Due i principali progetti che si intendono attivare, ossia:

  • Progetto integrato di orientamento, formazione e inserimento occupazionale, fondato su un percorso di accompagnamento all’accesso nel mercato del lavoro tarato su bisogni, aspettative, caratteristiche e aspirazioni dei lavoratori, in particolare per quelli più fragili

Concorrono all’attuazione di tale progetto le azioni riportate di seguito:

- Interventi formativi professionalizzanti a catalogo condivisi con gli attori della rete regionale per l’apprendimento permanente

- Percorsi formativi co-progettati con le imprese e con l’impegno all’occupazione dei soggetti formati per contribuire a sostenere i processi d’innovazione e l’adozione di modalità produttive di tipo circolare e tecnologie per la sostenibilità ambientale nelle PMI del FVG, con possibilità di aiuti per l’assunzione di ricercatori e personale altamente qualificato

- Rafforzamento dell’offerta formativa di tirocini extracurriculari

- Interventi integrati di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro che, realizzati anche su basi individuali, sono volti a rispondere ai bisogni delle imprese nel breve e brevissimo periodo e che coinvolgono prioritariamente i disoccupati di lunga durata, le donne e gli immigrati, in particolare dei paesi terzi

- Promozione della cultura imprenditoriale, della creazione d’impresa e del lavoro autonomo   

  •  Progetto a favore dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali, attraverso l’attuazione di misure per il loro reinserimento lavorativo, definite sulla base dei piani di rilancio produttivo delle imprese e/o dei territori di riferimento

Le azioni che s’intendono sostenere nell’ambito del progetto sono:

- Percorsi formativi per garantire l’occupabilità e l’occupazione dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali e attuazione, di conseguenti misure di accompagnamento per la loro ricollocazione sul mercato del lavoro, anche attraverso il rafforzamento della rete tra istituzioni, enti di formazione, associazioni sindacali e parti datoriali.

Obiettivo specifico: ESO4.2. Modernizzare le istituzioni e i servizi del mercato del lavoro per valutare e anticipare le esigenze in termini di competenze e garantire un'assistenza e un sostegno tempestivi e su misura nel contesto dell'incontro tra domanda e offerta, delle transizioni e della mobilità nel mercato del lavoro

La Regione FVG si impegna a promuovere azioni in grado di migliorare l’efficacia e la qualità dei servizi pubblici per l’orientamento e il lavoro, mediante l’attuazione di interventi che comportano, da un lato, un impegno specifico in termini di rafforzamento delle capacità e competenze (con particolare attenzione a quelle digitali) dei soggetti che operano con ruoli e funzioni diverse all’interno di tali servizi; dall’altro la messa a punto ed implementazione di procedure e modalità organizzative innovative per garantire maggiore accessibilità, semplificazione proceduraleamministrativa e prevenire i fabbisogni professionali incrociando domanda e offerta di lavoro ed assicurandone la corrispondenza con le esigenze delle competenze attuali e future del mercato del lavoro.

In questo contesto, il progetto che si intende porre in essere riguarda:

  • Progetto modernizzazione CPI e COR 4.0, attraverso l’attuazione di modalità innovative d’azione e un ampio e rafforzato impiego delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie digitali

Di seguito le azioni che s’intendono sostenere nell’ambito del progetto:

- Attuazione di interventi formativi per l’allineamento, l’integrazione e il rafforzamento delle competenze degli operatori dei Servizi per il lavoro e deiCentri di Orientamento su metodologie innovative

- Organizzazione, in un contesto ampio che coinvolga i servizi per la formazione ed i servizi per il lavoro, di scambi di esperienze e di formazione onthe job presso strutture per il lavoro e l’orientamento operanti in altri contesti regionali italiani e europei

- Sperimentazione di una rete di poli a favore dei cittadini nei quali garantire; l'accesso integrato ai servizi sia per il lavoro, l'orientamento, i servizi sociali, la formazione, la scuola, l’università; sia a quelli per il co-working e co-studying

- Interventi formativi finalizzati a rafforzare il dialogo sociale del partenariato dei lavoratori e delle imprese nella definizione di servizi innovativi dipolitiche attive

- Potenziamento dei servizi per il lavoro, sulla base del modello “one stop shop”, attraverso il rafforzamento delle competenze del personale,includendo anche la possibilità del ricorso a professionalità esperte.

Obiettivo specifico: ESO4.3. Promuovere una partecipazione equilibrata di donne e uomini al mercato del lavoro, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l'accesso a servizi abbordabili di assistenza all'infanzia e alle persone non autosufficienti

L'obiettivo di questo OS è quello di consolidare l'impegno regionale a favore della parità di genere nel mercato del lavoro, mediante la promozione di misure in grado di sostenere l’inserimento lavorativo delle donne, e che garantiscano allo stesso tempo azioni di conciliazione tra la vita professionale e quella privata e servizi e/o sostegni economici nella gestione delle incombenze familiari rivolte sia a donne che uomini. 

A tal fine, è in programma la realizzazione del:

  • Progetto per sostenere la genitorialità e migliorare la conciliazione tra famiglia e lavoro

Le azioni da compiere relativamente al progetto comprendono:

- Rafforzare il sistema di servizi per il supporto alla conciliazione tra responsabilità familiari e impegni lavorativi, anche attraverso misure informative, orientative e di consulenza personalizzata, azioni di monitoraggio e programmazione di nuove strategie e gestione di interventi a supporto del bilanciamento vita/lavoro, compresa la progettazione e sperimentazione di voucher di servizi e interventi informativi/formativi a sostegno della conciliazione, della partecipazione attiva delle donne al mercato del lavoro e del loro orientamento alle materie STEM ed eliminazione degli stereotipi di genere

- Rafforzare, attraverso interventi di tipo formativo, le capacità di azione delle rappresentanze femminili del mondo del lavoro e dell’associazionismo delle donne e della famiglia riguardo sia alla fase di definizione sia a quella di attuazione delle misure a supporto della conciliazione vita lavoro e il superamento del gap di genere e il sostegno alla famiglia.

Obiettivo specifico: ESO4.4. Promuovere l'adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti, un invecchiamento attivo e sano, come pure ambienti di lavoro sani e adeguati che tengano conto dei rischi per la salute

L’impegno della Regione al conseguimento di questo OS è motivato dall’esigenza di consolidare ed ulteriormente rafforzare gli interventi finalizzati a migliorare sia la salute e la sicurezza del lavoro, sia a diffondere ed ampliare le inizitive di welfare aziendale.

Inoltre, la Regione intende sostenere il ruolo dei lavoratori anziani all’interno della società regionale, con focus sulla formazione intergenerazionale e il trasferimento di competenze dai lavoratori anziani a quelli più giovani; oltre che sulla preparazione dei lavoratori anziani ad una graduale uscita dal mercato del lavoro.

I principali progetti che si intendono attivare riguardano:

  • Progetto per rafforzare la salute e sicurezza sul luogo di lavoro e per sviluppare la RSI e il secondo welfare

Concorrono all’attuazione di tale progetto le azioni riportate di seguito:

- Attuazione di interventi informativi o formativi per il consolidamento e lo sviluppo della Responsabilità Sociale d’Impresa e del welfare aziendale esostegno all’attuazione di modelli sperimentali di RSI anche per realizzare un ambiente più favorevole all’inserimento di target particolarmente vulnerabili

- Rafforzamento degli interventi per la prevenzione degli infortuni, la sicurezza e la salute nel mondo del lavoro che possono anche contribuire all’emersone di situazioni di lavoro sommerso e/o irregolare

- Consolidamento e sviluppo, attraverso interventi formativi, delle competenze delle rappresentanze dei lavoratori e delle imprese per rafforzarne lecapacità di dialogo sociale e contrattazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro e di sviluppo di pratiche di responsabilità sociale e welfareaziendale.

  • Progetto di sostegno alla promozione dell’invecchiamento attivo (LR 22/2014)

Le azioni che s’intendono sostenere nell’ambito del progetto sono:

- Attuazione di misure volte ad agevolare il completamento della vita lavorativa da parte di persone in età matura, promuovendo il trasferimento dicompetenze ai lavoratori più giovani e la ricerca di modalità graduali di uscita dal lavoro, anche tramite forme di impegno sociale e civile

- Misure di informazione/formazione per migliorare il coinvolgimento delle rappresentanze delle parti economiche e sociali nelle misure di agemanagement aziendale e di quelle sindacali, dell’associazionismo e delle organizzazioni/imprese sociali per rafforzare il dialogo sociale in materia didefinizione e attuazione di interventi a sostegno della attivazione e della autonomia della popolazione anziana auto sufficiente 

Priorità 2 - Istruzione e formazione

Obiettivo specifico: ESO4.5. Migliorare la qualità, l'inclusività, l'efficacia e l'attinenza al mercato del lavoro dei sistemi di istruzione e di formazione, anche attraverso la convalida dell'apprendimento non formale e informale, per sostenere l'acquisizione di competenze chiave, comprese le competenze imprenditoriali e digitali, e promuovendo l'introduzione di sistemi formativi duali e di apprendistati

Questo OS è dedicato a promuovere il rafforzamento del sistema di istruzione e formazione sostenendo l'acquisizione di competenze adeguate, in particolare in campo digitale, per migliorare la produttività e la resilienza della forza lavoro agevolando la transizione verso un'economia più verde e più intelligente.

Vengono previste misure di carattere orientativo a supporto delle famiglie nelle delicate fasi di transizione tra sistemi educativi e formativi, nonché misure in grado di definire un sistema strutturato e condiviso per l’utilizzo della didattica digitale, tenendo conto comunque della priorità della didattica in presenza che deve sempre essere confermata. Particolare impulso viene dato a migliorare l’accesso della formazione tecnica superiore di livello terziario non accademico. 

Per garantire il conseguimento di queste finalità, si intende attuare il seguente progetto:

  • Progetto per il rafforzamento e lo sviluppo dell’offerta educativa e formativa di qualità, accompagnata dal potenziamento della capacità di selezionare le migliori opportunità di studio e formazione

Di seguito le azioni che s’intendono sostenere nell’ambito di questa tipologia di operazione: 

- Supporto ai sistemi dell’istruzione e della formazione per l’utilizzo della didattica digitale, per la sperimentazione di percorsi sul modello dell’impresa formativa e per lo sviluppo di un’offerta formativa in mobilità transnazionale

- Consolidamento del sistema regionale di individuazione, validazione e certificazione delle competenze, sia attraverso l’aggiornamento della regolamentazione vigente, sia mediante la definizione e sperimentazione di uno specifico sistema informativo a supporto delle procedure di validazione e certificazione

- Iniziative funzionali al riconoscimento di crediti formativi attraverso l’utilizzo del servizio di IVC

- Realizzazione per il partenariato economico e sociale di un intervento formativo e di sistema a sostegno della costruzione e implementazione della rete Apprendiamo in FVG 

- Potenziamento delle attività svolte dai centri per l'orientamento attraverso il rafforzamento delle competenze del personale, includendo anche la possibilità del ricorso a professionalità esperte.

Obiettivo specifico: ESO4.7. Promuovere l'apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale

La Regione punta a promuovere interventi che consentano sia di accrescere le competenze della forza lavoro e agevolare la
mobilità, l’inserimento/reinserimento lavorativo, sia di qualificare l'offerta di istruzione e formazione tecnica e professionale. 

In questo contesto, il progetto che si intende porre in essere riguarda:

  • Progetto per il consolidamento del ruolo e del valore aggiunto della formazione nello sviluppo dei settori trainanti dell’economia del Friuli Venezia Giulia, includendo in questo ambito anche l’economia sociale con un impegno particolare nei confronti dei giovani

Nel dettaglio, le azioni che s’intendono realizzare nell’ambito del progetto sono:

  • Realizzazione di interventi di orientamento educativo per supportare le transizioni tra i sistemi e promuovere il benessere degli studenti
  • Potenziamento ed attuazione di percorsi formativi finalizzati al riallineamento di competenze/conoscenze per far fronte alle trasformazioni in atto nei modelli organizzativi e di business
  • Misure di carattere informativo, orientativo, formativo finalizzate a contrastare l’analfabetismo funzionale presente nel territorio; accrescere le competenze personali, con specifico focus a quelle informatiche e linguistiche) legate alla cittadinanza attiva e all’ingresso del lavoro
  • Attuazione di percorsi formativi che, accanto all’offerta di attività finalizzate all’apprendimento di competenze tecniche, prevedano anche quella di soft skill e di base, nonché ulteriori competenze emergenti con uno specifico focus su quelle digitali
  • Attuazione di percorsi di carattere formativo connessi ad ambiti prioritari di sviluppo dell'economia regionale e relativi a misure rientranti nel campo di intervento del FSE+ (occupazione, istruzione e formazione, inclusione), entro i quali sviluppare anche pratiche formative di carattere innovativo e sperimentale quanto a metodologie e contenuti
  • Implementazione di percorsi per l’acquisizione di una qualifica professionale per persone in età adulta
  • Attuazione di percorsi di formazione per formatori, coordinatori e tutor e percorsi di formazione per operatori coinvolti nell’erogazione del servizio IVC - Individuazione, Validazione e Certificazione delle competenze
  • Interventi formativi rivolti agli allievi frequentanti i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) finalizzati all’integrazione e all’arricchimento dei curricula
  • Interventi di tutoraggio pedagogico e amministrativo funzionali alla realizzazione dei percorsi personalizzati finalizzati al reinserimento di soggetti drop out nei percorsi ordinari di IeFP
  • Interventi di accompagnamento e sostegno (anche spese trasporto) finalizzati a favorire la partecipazione ai percorsi di IeFP
  • Rafforzamento dell’offerta di percorsi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS) o di percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS)
  • Realizzazione di attività di carattere formativo in mobilità interregionale o transnazionale
  • Interventi di sostegno di dottorati di ricerca 

Priorità 3 - Inclusione sociale

Obiettivo specifico: ESO4.8. Incentivare l'inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati

In considerazione del forte impatto che la crisi da Covid-19 ha avuto sulle condizioni sociali e sul mercato del lavoro, la Regione intende potenziare l’integrazione sociale delle persone disabili e a quelle in una condizione di relativo maggiore svantaggio e a rischio di marginalità ed esclusione, mediante il sostegno all’offerta dei servizi di inserimento occupazionale in integrazione, ove necessario, con quelli assistenziali e di cura.

A tal fine, è in programma la realizzazione del:

  • Progetto di miglioramento e ampliamento delle opportunità di inserimento lavorativo e di consolidamento e sviluppo dei principi di pari opportunità e di contrasto alle disuguaglianze 

Di seguito le azioni in cui si articola il progetto: 

- Potenziamento, ampliamento e attuazione dell’offerta di percorsi per l’inserimento lavorativo di tipo formativo e/o di tirocini inclusivi rivolti alle persone in condizione di svantaggio, di quelle affette da disabilità o a rischio di discriminazione, e, in generale, di tutti coloro che per diversi motivi sono presi in carico dai servizi sociali e sanitari competenti

- Promozione di percorsi integrati di inclusione socio-lavorativa, che comprendano diverse tipologie di attività, tra cui orientamento, accompagnamentonella ricerca di lavoro, formazione, tirocini inclusivi, supporto abitativo, sostegno all’inserimento lavorativo attraverso un periodo di tutoraggio che funga da supporto e faccia da raccordo fra i vari soggetti istituzionali operanti nel territorio (Servizi sociali, scuola, azienda sanitaria, CPI, COR,associazionismo e reti informali)

- Percorsi integrati di accompagnamento, orientativi e formativi, per cittadini di paesi terzi

- Rafforzamento delle opportunità di inserimento lavorativo dei disoccupati di lunga durata e dei lavoratori più svantaggiati, attraverso l’offerta di borsedi lavoro e/o il potenziamento dei percorsi integrati formazione/attività di accompagnamento all’inserimento lavorativo (LSU/LPU, Cantieri Lavoro)

- Realizzazione di interventi, anche formativi, per l’occupabilità e la partecipazione attiva nella comunità di riferimento, con una specifica attenzione alrafforzamento dell’accesso ai servizi e alle tecnologie ICT

- Rafforzamento delle competenze del personale dei servizi socio assistenziali territoriali a supporto delle attività di inclusione socio-lavorativa previstedall’Obiettivo Specifico, anche attraverso il ricorso a professionalità esperte  

Obiettivo specifico: ESO4.11. Migliorare l'accesso paritario e tempestivo a servizi di qualità, sostenibili e a prezzi accessibili, compresi i servizi che promuovono l'accesso agli alloggi e all'assistenza incentrata sulla persona, anche in ambito sanitario; modernizzare i sistemi di protezione sociale, anche promuovendone l'accesso e prestando particolare attenzione ai minori e ai gruppi svantaggiati; migliorare l'accessibilità l'efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari e dei servizi di assistenza di lunga durata, anche per le persone con disabilità

Nell’ambito di questo OS si intende, da un lato, aumentare/consolidare/qualificare i servizi di cura e di protezione sociale rivolti a soggetti in condizione di particolare fragilità economica e sociale, persone con limitazioni dell’autonomia, anche potenziando la rete di servizi sociosanitari nel territorio; dall’altro, rafforzare il ruolo del terzo settore che opera aumentando l’efficienza e l’efficacia della loro azione.

Per garantire il conseguimento di queste finalità, si intende attuare il seguente progetto:

  • Progetto per il rafforzamento dell’accesso e della qualità dei servizi socio-sanitari

Più nel dettaglio le azioni che s’intendono realizzare nell’ambito del progetto con l’evidenziazione degli interventi di contrasto alla povertà educativa e per il partenariato: 

  • Sostenere lo sviluppo di servizi di prossimità rivolti alla popolazione anziana anche attraverso il modello delle cooperative di comunità
  • Migliorare l'accesso delle famiglie ai servizi per la prima infanzia con misure integrative che consentano di ampliare la platea dei beneficiari con particolare riguardo alle famiglie in condizioni di maggior svantaggio economico e sociale sostenendo la conciliazione tempi di vita e lavoro e a garanzia dell'offerta di contesti educativi per i minori (contrasto alla povertà educativa - child guarantee)
  • Sviluppo di processi di empowerment rivolti ai rappresentanti delle parti economiche e sociali e agli stakeholder a vario titolo coinvolti nella fase di attuazione del Programma, con particolare riferimento all’ambito sociale e di inclusione attiva (rafforzamento del partenariato)
  • Sviluppo di progettualità per la realizzazione di progetti abitativi alterativi alle strutture residenziali socio assistenziali rivolti a persone con grave disabilità
  • Progetti di affido professionale rivolti a genitori e famiglie in situazioni di fragilità e complessità con particolare attenzione a specifiche fasi del ciclodi vita (prima infanzia, preadolescenza e adolescenza
  • Migliorare l’accesso ai servizi a favore dell’infanzia tramite l’implementazione di risposte che prevedano forme di affiancamento familiare
  • Sostenere le genitorialità difficili, in condizioni di fragilità e/o in assenza di idonea rete parentale mediante interventi domiciliari volti a costruire unarete di supporto intorno a ciascun nucleo familiare e facilitando l’accesso ai servizi territoriali nell’area materno-infantile
  • Consolidamento dell’offerta dei servizi del sistema sociosanitario, con interventi di qualificazione/riqualificazione degli operatori sociosanitari nonché degli operatori socio assistenziali e socio educativi nonché del personale di supporto delle cosiddette unità di osservazione breve intensiva
  • Attuazione di percorsi di formazione teorico/pratica per figure di caregiver e di nuove figure per il welfare locale
  • Misure di contrasto a situazioni di marginalità educativa di minori delle famiglie più fragili economicamente e culturalmente con misure di supporto alla partecipazione ad attività sportive, centri estivi, manifestazioni culturali e servizi educativi e per il tempo libero, nonché di accompagnamento allo studio
  • Azione formativa rivolta alle rappresentanze del partenariato economico e sociale e della società civile per sostenere la creazione e le attività nelle aree interne di alta montagna di un polo multi servizi 

Priorità 4 - Occupazione giovanile

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale;

La Regione intende sostenere interventi finalizzati a promuovere e la crescita del lavoro favorendo l’occupazione giovanile, anche attraverso attività che potranno includere l’orientamento, la formazione, i tirocini extracurriculari, e percorsi di accompagnamento al
lavoro.

Per questo scopo, è in programma la realizzazione del:

  • Progetto integrato di orientamento, formazione e inserimento occupazionale, fondato su un percorso di accompagnamento all’accesso nel mercato del lavoro tarato su bisogni, aspettative, caratteristiche e aspirazioni dei giovani

In particolare, saranno finanziati:

- Interventi formativi professionalizzanti a catalogo per i giovani, condivisi con gli attori della rete regionale per l’apprendimento permanente 

- Percorsi formativi co-progettati con le imprese, anche ad alto valore aggiunto, con l’impegno all’occupazione dei soggetti giovani formati per contribuire a sostenere i processi d’innovazione e l’adozione di modalità produttive di tipo circolare e tecnologie per la sostenibilità ambientale nelle PMI 

- Tirocini extracurriculari e di quelli estivi per i giovani, questi ultimi anche in collaborazione con gli istituti scolastici

- Interventi integrati di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro dei giovani 

- Percorsi di apprendistato in tutte le sue tipologie che rivolti ai giovani sostengono, anche attraverso forme di incentivazione, i percorsi duali previsti per la formazione per la qualifica (IeFP), per l’alta formazione tecnica (IFTS e ITS), per la formazione universitaria

- Consolidamento e estensione, anche attraverso un maggiore impegno degli enti locali, degli interventi formativi e di tutoraggio in favore di giovani NEET, migliorandone il legame con politiche di attivazione quali misure di tirocini extracurriculari, borse lavoro ecc.

- Sostegno all'attività di coordinamento di progetti complessi.   

Priorità 5 - Assistenza Tecnica

Questa Priorità prevede il finanziamento di azioni di supporto strettamente connesse all’accompagnamento dell’attuazione del Programma FSE+ della Regione Autonoma FVG. In primo luogo, si intende rafforzare il sistema di gestione, controllo e monitoraggio degli interventi cofinanziati dal FSE+, mediante un affiancamento e supporto alle Autorità del Programma, per garantirne la corretta attuazione e gestione e aumentare i livelli di efficacia e di efficienza complessivamente della programmazione nei suoi diversi aspetti.

A titolo esemplificativo, le azioni che la Regione Autonoma FVG intende attuare sono:

  • AT1. Acquisizione di un servizio qualificato di alto profilo, tramite procedure di gara ad evidenza pubblica nel rispetto della normativa in materia di appalti pubblici (anche nel rispetto di criteri propri del Green Public Procurement – GPP), per assistenza tecnica per la programmazione, selezione, gestione, sorveglianza, monitoraggio e controllo del Programma FSE+ incluse quelle di preparazione per l’avvio della programmazione e la definizione consolidamento del Sistema di Gestione e Controllo (SiGeCo).
  • AT2. Accompagnamento diretto e supporto attivo/ravvicinato per l’elaborazione e attuazione di strategie locali, con una focalizzazione sui beneficiari locali più deboli attraverso task forces dedicate
  • AT3. Servizi specialistici per l’attuazione di un Piano di comunicazione del Programma
  • AT4. Attività a supporto della Valutazione in itinere ed ex post del Programma
  • AT5. Sostegno al funzionamento di Tecnostruttura delle Regioni per il Fondo sociale europeo
  • AT6. Sostegno alle spese relative alla retribuzione di posizione fissa delle posizioni organizzative operanti all'interno dell'AdG
  • AT7 Studi e ricerche a supporto della programmazione
  • AT8 Assunzioni di personale per rafforzamento strutture dell’AdG.

Budget

Le risorse a disposizione del Programma regionale FSE Plus ammontano a 373.066.495 euro

Di queste:

  • 52.043.835 euro saranno destinati alla priorità 1;
  • 143.860.000  euro saranno destinati alla priorità 2;
  • 102.000.000 euro saranno destinati alla priorità 3;
  • 60.240.000 euro saranno destinati alla priorità 4;
  • 14.922.660 euro saranno destinati all’assistenza tecnica.

Dotazioni finanziarie totali per fondo e cofinanziamento nazionale

Link

Programma FSE+ Friuli Venezia Giulia 201-2027

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Decisione di esecuzione della Commissione - C(2022)5945 del 11.08.2022

Pubblicato
06 Sep 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 373 066 495
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Friuli-Venezia Giulia
Tags
Fse plus friuli venezia giulia, Fondo sociale europeo, Fondo sociale europeo Plus, Occupazione, Lavoro, Inclusione sociale, Lavoro giovani, Occupazione giovanile, Lavoro donne, Occupazione femminile
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi