×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
02 Nov 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 5 534 632 274
Finalita'
Ammodernamento, Cooperazione, Digitalizzazione, Diversificazione, Formazione, Inclusione social, Innovazione, Internazionalizzazione, Miglioramento competitività, Promozione, Ricerca, Sicurezza, Start-up, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Campania
Tags
FESR, FESR campania, Fondo europeo di sviluppo regionale, Campania, Fesr campania 2021-2027
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2729
  • Schede Agevolazioni : 36862
  • Utenti Network : 79315
  • Articoli : 11436
Left Column
Clients

Campania: Programma operativo Fondo europeo di Sviluppo regionale - PR FESR 2021-2027

FESR Campania 2021-27Il Programma operativo regionale della Regione Campania è il documento che definisce gli orientamenti, la strategia e gli obiettivi specifici della Regione in merito alla programmazione del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per il periodo 2021-2027.

 

La Regione Campania intende attuare tramite il Programma Regionale FESR 2021-2027 (PR) un piano di investimenti pubblici che rafforzi il sistema socio-economico regionale rendendolo più resiliente, accompagnandolo nei processi di transizione digitale e verde e contribuendo a ridurre le diseguaglianze economiche, sociali, di genere, generazionali e territoriali.

Priorità e obiettivi

La struttura del PR FESR Campania si articola in 6 Priorità, cui si aggiunge l’Assistenza Tecnica:

  • 1. Ricerca innovazione, digitalizzazione e competitività 
  • 2. Energia, ambiente e sostenibilità 
  • 2bis. Mobilità urbana sostenibile
  • 3. Infrastrutture per la mobilità
  • 4. Sviluppo, inclusione e formazione
  • 5. Sviluppo territoriale integrato
  • Assistenza tecnica

Priorità 1 - Ricerca innovazione, digitalizzazione e competitività

Obiettivo specifico: RSO1.1. Sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e di innovazione e l'introduzione di tecnologie avanzate

Azione 1.1.1 - Rafforzare e qualificare la ricerca e i processi di innovazione dell’ecosistema regionale R&I

L’azione è finalizzata a rafforzare e qualificare l’ecosistema regionale di Ricerca e Innovazione - nelle aree di specializzazione della Strategia RIS3 Campania così come emerso dal processo di scoperta imprenditoriale (EDP) – al fine di accompagnare le imprese regionali verso una transizione industriale, digitale e verde, accrescendo la resilienza dei settori economici produttivi e la presenza degli attori regionali nella catena del valore europeo (EU value chain).

Azione 1.1.2 - Stimolare il trasferimento tecnologico e sostenere il potenziale dell’ecosistema regionale della ricerca e dell’innovazione

L’azione persegue l’obiettivo di accrescere la competitività delle imprese nei settori ad alta intensità di conoscenza e con il maggiore potenziale di crescita, nelle aree di specializzazione della Strategia RIS3 Campania. Tale obiettivo prevede l’attivazione di percorsi di specializzazione scientifico-tecnologica, nonché la promozione di matching tra ambiti tecnologici e settori diversi, in grado di promuovere la cross-fertilisation e il coinvolgimento di attori pubblici e privati.

Azione 1.1.3 – Promuovere la creazione e il consolidamento di startup innovative e spin off, e l’attrazione di aziende e capitali

L’azione è finalizzata alla promozione della creazione di nuova imprenditorialità ad alta intensità di conoscenza e del consolidamento di startup innovative e spin off della ricerca, oltre al rafforzamento dell’ecosistema regionale R&I per l’attrazione di nuove realtà aziendali (startup e Pmi innovative), attraverso processi di scoperta imprenditoriale (EDP), nelle aree di specializzazione della RIS3.

Azione 1.1.4 - Sostenere la sperimentazione diffusa e la domanda di innovazione della PA per la definizione di prodotti innovativi a beneficio di imprese e cittadini

L’azione sostiene la sperimentazione volta all’applicazione di soluzioni tecnologiche di pronta realizzazione negli ambiti RIS3, inoltre promuove la domanda d’innovazione proveniente dalla PA al fine di diffondere l’innovazione proveniente dall’ecosistema R&I generando nuovi mercati e migliorando i servizi ai cittadini mediante il ricorso alle nuove tecnologie.

Obiettivo specifico: RSO1.2. Permettere ai cittadini, alle imprese, alle organizzazioni di ricerca e alle autorità pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione

Azione 1.2.1 –Sostenere politiche attive per la promozione della digitalizzazione e della semplificazione

L’azione intende ridurre il digital divide tra cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche, promuovere l’ulteriore sviluppo delle conoscenze – anche attraverso interventi di formazione e capacitazione di cittadini e operatori pubblici e privati – nonché migliorare piattaforme, procedure e servizi pubblici digitali.

Azione 1.2.2 - Migliorare i servizi pubblici digitali a beneficio dei cittadini

L’azione mira a creare nuovi ecosistemi o sviluppare nuove funzionalità/prodotti/processi per quelli esistenti.

Obiettivo specifico: RSO1.3. Rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi

Azione 1.3.1 - Misure a sostegno della competitività, innovazione e internazionalizzazione delle imprese

L’azione mira a rafforzare la capacità competitiva delle imprese, in particolare le PMI, a sostenere la diffusione dell’innovazione, anche al fine di un più rapido recupero dell’impatto negativo della pandemia, mediante risorse supplementari (aiuti diretti e/o strumenti finanziari (SF)) per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e/o accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale nonché sostegno a programmi di investimento produttivi strategici ed innovativi realizzati da una o più imprese (anche attraverso reti di imprese).

Azione 1.3.2 - Promuovere nuove opportunità di mercato, anche in chiave di sostenibilità e innovazione

Obiettivo è il rilancio e la riqualificazione delle attività industriali verso un paradigma di produzione sostenibile e innovativa, anche promuovendo la nascita di nuove imprese. L’azione ricomprende interventi per il potenziamento e ammodernamento delle strutture aziendali, nonché per l’acquisizione di servizi per il cambiamento organizzativo e gestionale, anche in sinergia con l’azione 1.4.1 nonché dell’FSE Plus. 

Azione 1.3.3 - Sostenere l’attivazione di un processo di trasformazione digitale, lo sviluppo e la diffusione dell’Information and Communications Technology (ICT) di frontiera

Le attività, in continuità con quanto realizzato con l’obiettivo specifico a1, sono finalizzate a promuovere la competitività della PMI attraverso l’evoluzione delle industrie tradizionali in industrie emergenti - “Industria X.0” e modello della “Fabbrica Intelligente” nonché attraverso la digitalizzazione dei processi produttivi e con l’introduzione di pratiche e tecnologie digitali. A titolo esemplificativo, l’azione sostiene investimenti produttivi finalizzati allo sviluppo della fabbrica intelligente, o “smart factory”, al fine di creare capacità di produzione flessibile e auto-adattativa, l’advanced robotics, la manifattura additiva, l’augmented reality e la cyber security nei processi produttivi.

 Azione 1.3.4 - Supporto alla nascita di nuove imprese e all’avvio di attività imprenditoriali

L’azione promuove interventi per la creazione e l’insediamento sul territorio regionale di nuove, attraverso incentivi diretti e/o l’attivazione di Strumenti Finanziari, sotto forma di equity e/o quasi equity, micro-finanza e garanzie, valorizzando le competenze digitali, lo stimolo della crescita professionale e l’autoimprenditorialità anche in sinergia con l’azione 1.4.1. Si sosterrà l’acquisizione di servizi avanzati da parte di nuove imprese, in particolare quelli prestati da Università e Organismi di ricerca, nonché per la trasformazione di nuove idee in prodotti e servizi sostenibili dal punto di vista commerciale e ambientale.

Obiettivo specifico: RSO1.4. Sviluppare le competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l'imprenditorialità

Azione 1.4.1 – Sviluppare le competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l’imprenditorialità

L’azione intende favorire la transizione del sistema produttivo regionale verso la smart e green economy, anche in sinergia con quanto previsto in OP4, sviluppando e rafforzando le competenze del capitale umano per permettere l’integrazione delle tecnologie innovative volte anche a consolidare modelli di produzione e di consumo sostenibili.

Priorità 2 - Energia, ambiente e sostenibilità

Obiettivo specifico: RSO2.1. Promuovere l'efficienza energetica e ridurre le emissioni di gas a effetto serra

Azione 2.1.1 - Riqualificazione ecologica dei processi di produzione e miglioramento della sostenibilità energetica di imprese

L’azione è finalizzata alla promozione di efficientamento, sostenibilità e risparmio energetico delle imprese, conseguendo, per gli interventi riferiti alla quota parte relativa al pertinente settore di intervento in media, una riduzione di almeno il 30% delle emissioni dirette e indirette di gas a effetto serra in coerenza con criteri di sostegno agli obiettivi di contrasto ai cambiamenti climatici, attraverso la riqualificazione energetica degli impianti e delle strutture produttive.

Azione 2.1.2 – Efficientamento energetico del patrimonio pubblico

Gli interventi sono finalizzati alla riduzione dei consumi negli edifici e nelle strutture pubbliche, conseguendo, per la quota parte relativa al pertinentesettore di intervento una riduzione media di almeno il 30% delle emissioni dirette e indirette di gas a effetto serra, e potranno prevedere, tra l’altro, in maniera integrata con progetti più ampi di efficientamento energetico, anche l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo,regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione delle performances e dei consumi energetici. 

Azione 2.1.3 – Miglioramento della performance energetiche del patrimonio edilizio scolastico e sanitario

L’azione è finalizzata alla promozione di interventi di miglioramento delle performance energetiche del patrimonio di edilizia scolastica e sanitaria, che presentano livelli energivori particolarmente elevati, anche al fine di conseguire, per la quota parte relativa al pertinente settore di intervento una riduzione media di almeno il 30% delle emissioni dirette e indirette di gas a effetto serra. 

Obiettivo specifico: RSO2.2. Promuovere le energie rinnovabili in conformità della direttiva (UE) 2018/2001 sull'energia da fonti rinnovabili, compresi i criteri di sostenibilità ivi stabiliti

Azione 2.2.1 – Sostegno alla produzione energetica da fonti rinnovabili

L’azione di sostegno alle fonti rinnovabili – anche in linea con quanto previsto nell’accordo di partenariato – dovrà prevedere, in via prioritaria, interventi per promuovere l’autoconsumo termico ed elettrico di comunità energetiche favorendo l’accumulo. Tali interventi saranno anche ad integrazione degli interventi di efficientamento energetico. Si incentiveranno le comunità energetiche promosse da Comuni e/o agglomerati produttivi, per i benefici ambientali, economici e sociali attesi a livello locale.

Obiettivo specifico: RSO2.4. Promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici, la prevenzione dei rischi di catastrofe e la resilienza, prendendo in considerazione approcci ecosistemici

Azione 2.4.1 - Migliorare la capacità di risposta agli effetti del cambiamento climatico e ai rischi di carattere naturale e antropico

Si intende rafforzare la pianificazione di emergenza multirischio, la resilienza alle catastrofi e l’adattamento al cambiamento climatico, lo sviluppo di modelli previsionali e sistemi di monitoraggio e allarme, anche potenziando quelli esistenti.

Azione 2.4.2 - Promuovere un’impostazione sistemica e precauzionale migliorando la resilienza ai rischi non connessi al clima

Obiettivo sono misure di prevenzione e gestione dei rischi non connessi al clima – tra cui sismico e vulcanico – in linea con la pianificazione di settore e con interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di sicurezza del patrimonio edilizio pubblico (anche procedendo a demolizioni e ricostruzioni, ove ragioni di sicurezza, efficacia ed efficienza lo rendano conveniente) e al monitoraggio e controllo del territorio, anche complementari a interventi di efficientamento energetico (Os-b1), nonché attraverso esercizi di simulazione per il caso di evacuazione.  

Azione 2.4.3 - Promuovere un’impostazione sistemica e precauzionale migliorando la resilienza attraverso interventi mirati a ridurre il livello di esposizione ai rischi connessi al clima

Obiettivo è ridurre il livello di esposizione al rischio idrogeologico connesso al clima e alla geomorfologia dei luoghi, migliorandone la resilienza e privilegiando, laddove possibile, soluzioni nature-based.

Azione 2.4.4 - Adeguamento e messa in sicurezza sismica del patrimonio edilizio scolastico e sanitario

L’azione promuove interventi di adeguamento e messa in sicurezza sismica del patrimonio edilizio scolastico e sanitario regionale, anche procedendo a demolizioni e ricostruzioni, ove ragioni di sicurezza, efficacia ed efficienza lo rendano conveniente.

Azione 2.4.5 - Protezione dai rischi e recupero del patrimonio culturale

In coerenza con quanto previsto a livello nazionale e in sinergia con le azioni previste nell’ambito dell’OP4 e nell’OP1, il sostegno di tale azione è finalizzato alla protezione dai rischi connessi al clima e non connessi al clima del patrimonio culturale.

Obiettivo specifico: RSO2.5. Promuovere l'accesso all'acqua e la sua gestione sostenibile 

Azione 2.5.1 - Promuovere l’accesso all’acqua, l’innovazione tecnologica e gestionale nell’ambito del ciclo integrato delle acque 

Tale azione si prefigge di promuovere l’accesso all’acqua; sostenere l’innovazione tecnologica e gestionale nell’ambito del ciclo integrato delle acque; garantire la manutenzione straordinaria, il completamento e l’efficientamento del sistema acquedottistico e del sistema fognario-depurativo.

Azione 2.5.CB - Migliorare la governance e rafforzare la capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nell’attuazione degli interventi del ciclo integrato delle acque

L’azione è finalizzata a offrire sostegno al miglioramento della governance e della capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nelle politiche di promozione dell’accesso all’acqua, nonché di gestione ottimale del ciclo integrato delle acque, per favorire una migliore attuazione degli interventi e di conseguimento degli obiettivi.

Obiettivo specifico: RSO2.6. Promuovere la transizione verso un'economia circolare ed efficiente sotto il profilo delle risorse

Azione 2.6.1 - Promuovere la transizione verso un’economia circolare e l’innovazione tecnologica e gestionale nell’ambito del ciclo integrato dei rifiuti

L’azione mirerà a implementare in Regione Campania un ciclo dei rifiuti in linea con gli obiettivi europei fondato sul principio delle 3R (Reduce, Reuse, Recycle).

Azione 2.6.CB - Migliorare la governance e rafforzare la capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nell’attuazione delle misure per la promozione dell’economia circolare

L’azione è finalizzata a un miglioramento della governance e della capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nell’attuazione delle politiche connesse alla transizione verso una economia circolare e del ciclo integrato dei rifiuti.

Obiettivo specifico: RSO2.7. Rafforzare la protezione e la preservazione della natura, la biodiversità e le infrastrutture verdi, anche nelle aree urbane, e ridurre tutte le forme di inquinamento

Azione 2.7.1 - Sviluppare il sistema delle infrastrutture verdi in ambito urbano e extra-urbano e rafforzare il sistema delle aree protette per la tutela della biodiversità, degli habitat e delle specie protette

L’azione punterà alla promozione, progettazione e gestione delle infrastrutture verdi e blu (ecosistemi acquatici) al fine di sostenere la protezione e la preservazione della natura e degli ambienti naturali, nonché il monitoraggio e il miglioramento della qualità delle acque, dell’aria e del suolo.

Azione 2.7.2 Promuovere la bonifica delle aree inquinate

L'azione prevede la bonifica delle aree inquinate che interesserà i Siti di interesse nazionale e regionale e sarà realizzata eliminando le sorgenti dell’inquinamento e pervenendo alla riduzione delle concentrazioni di sostanze inquinanti nel suolo, nel sottosuolo e nelle acque sotterranee, in armonia con il principio del “chi inquina paga”.

Priorità 2bis - Mobilità urbana sostenibile

Obiettivo specifico: RSO2.8. Promuovere la mobilità urbana multimodale sostenibile quale parte della transizione verso un'economia a zero emissioni nette di carbonio

Azione 2.8.1 - Favorire il trasporto pubblico locale potenziando e ampliando infrastrutture e servizi

L’azione ha come obiettivo il generale miglioramento del settore del trasporto pubblico locale di linea e la sua razionalizzazione energetica, nonché la promozione di forme meno invasive di logistica urbana, (i.a. infrastrutture e soluzioni digitali aperte e interoperabili) contribuendo in tal modo allo sviluppo delle c.d. “Green City” e in risposta ai mutamenti intercorsi a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Azione 2.8.2 - Sviluppo di forme di mobilità urbana alternativa, dolce e sostenibile

Al fine di sviluppare un trasporto locale più sostenibile, non solo a vantaggio della decarbonizzazione ma anche come leva per il miglioramento complessivo della qualità della vita (riduzione inquinamento dell’aria e acustico, riduzione delle congestioni e integrazione di nuovi servizi) si punterà a promuovere lo sviluppo di forme di mobilità alternativa, dolce e sostenibile. 

Priorità 3 - Infrastrutture per la mobilità 

Obiettivo specifico: RSO3.1. Sviluppare una rete TEN-T intermodale, sicura, intelligente, resiliente ai cambiamenti climatici e sostenibile 

Azione 3.1.1 – Sistemazione e riqualificazione strutturale e ambientale del sistema portuale regionale (TEN-T)

Attraverso l'azione si sosterranno interventi complementari e sinergici con quelli già previsti nell’ambito del PNRR a proposito degli interventi finalizzati al completamento delle connessioni Ten-T.

Obiettivo specifico: RSO3.2. Sviluppare e rafforzare una mobilità locale, regionale e nazionale, intelligente, intermodale, resiliente ai cambiamenti climatici e sostenibile, migliorando l'accesso alla rete TEN-T e la mobilità transfrontaliera

Azione 3.2.1 - Aumentare gli standard di sostenibilità ambientale, comfort e sicurezza dei viaggiatori e potenziare l’offerta del trasporto pubblico extraurbano

L’obiettivo è migliorare l’offerta di viaggio, rendendolo più comodo, sicuro e sostenibile, anche per incentivare il TPL low carbon/zero emission. 

Azione 3.2.2 - Migliorare l’accessibilità verso le aree urbane

L’obiettivo è favorire l’accessibilità dei territori potenziando, completando e ammodernando le infrastrutture di collegamento da e per le aree urbane, con particolare riferimento a quelle in sede propria - anche in chiave digitale in sinergia con l’OP1.

Azione 3.2.3 - Aumentare gli standard di sicurezza e la funzionalità della rete stradale

L’obiettivo è innalzare sicurezza, accessibilità e funzionalità dei percorsi della viabilità secondaria e favorire i collegamenti delle “aree interne”, anche con i rispettivi dei poli di attrazione di riferimento, nonché completando, laddove necessario, quanto avviato nel ciclo 2014-20. 

Azione 3.2.4 - Rafforzare la vocazione di gateway di accesso dei porti regionali

L’obiettivo è rafforzare la vocazione di gateway di accesso ai mercati regionali delle infrastrutture portuali interessate da servizi di TPL e garantire lo sviluppo di una economia del mare e del sistema turistico.

Azione 3.2.5 - Sviluppo di forme di mobilità alternativa, dolce e sostenibile sul territorio regionale

L’obiettivo è rafforzare la mobilità alternativa e le forme di trasporto locali più sostenibili, in particolare nelle aree non urbane, per ridurre le emissioni di gas serra, migliorare la qualità della vita, e al contempo ridefinire e migliorare l’accessibilità di molti territori – con ricadute positive in termini turistici e di conservazione e recupero del paesaggio. 

Priorità 4 - Sviluppo, inclusione e formazione

Obiettivo specifico: RSO4.1. Rafforzare l'efficacia e l'inclusività dei mercati del lavoro e l'accesso a un'occupazione di qualità, mediante lo sviluppo delle infrastrutture sociali e la promozione dell'economia sociale

Azione 4.1.1 - Rafforzare l’efficacia del mercato del lavoro, mediante interventi in infrastrutture e sostegno alla nuova imprenditorialità e all’economia sociale

L'azione intende sostenere il recupero di immobili per funzionare da incubatori di progettualità sociale in grado di generare occupazione; la promozione di iniziative capaci di migliorare la partecipazione dei giovani e delle donne al mercato del lavoro; la promozione di attività economiche a contenuto sociale.

Azione 4.1.2 - Investimenti volti a favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro

Obiettivo di tale azione è il miglioramento, l’adeguamento e la riqualificazione edilizia ed impiantistica nonché l’incremento infrastrutturale dei centri per l’impiego (CPI) al fine di potenziare l’intero sistema regionale del lavoro e di contribuire a modernizzare le istituzioni e i servizi del mercato del lavoro favorendo l’efficacia dell’incontro tra domanda e offerta. 

Obiettivo specifico: RSO4.2. Migliorare la parità di accesso a servizi di qualità e inclusivi nel campo dell'istruzione, della formazione e dell'apprendimento permanente mediante lo sviluppo di infrastrutture accessibili, anche promuovendo la resilienza dell'istruzione e della formazione online e a distanza

Azione 4.2.1 - Migliorare i sistemi di educazione, istruzione pre-scolare, primaria e secondaria, nonché di formazione continua

Obiettivo dell’azione è rafforzare la capacità dei sistemi di istruzione e formazione, nonché innalzare la qualità del capitale umano regionale per renderlo sempre più adeguato alle sfide della transizione industriale ed ecologica e alle richieste di un mercato del lavoro in continua evoluzione, migliorando le competenze chiave - a partire da quelle di base e con attenzione specifica a quelle digitali, verdi e blu.

Azione 4.2.2 - Migliorare i sistemi di istruzione terziaria

L’azione è finalizzata all’innalzamento dei livelli di competenza, di partecipazione e di successo formativo nell’istruzione universitaria anche in sinergia con quanto previsto nell’ambito dell’OP1 volto a sviluppare le competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l’imprenditorialità

Obiettivo specifico: RSO4.3. Promuovere l'inclusione socioeconomica delle comunità emarginate, delle famiglie a basso reddito e dei gruppi svantaggiati, incluse le persone con bisogni speciali, mediante azioni integrate riguardanti alloggi e servizi sociali 

Azione 4.3.1 - Promuovere l’integrazione socioeconomica di comunità emarginate, fasce più deboli e soggetti con bisogni speciali

L’azione mira a promuovere l’integrazione socio economica del target di riferimento attraverso interventi di contrasto al disagio abitativo favorendo ove opportune azioni integrate tra FESR e FSE Plus, nonché con quanto previsto nell’ambito del PNRR e PN Inclusione, per incrementare e migliorare la disponibilità di alloggi sociali e il sostegno a servizi abitativi e sociali anche attraverso forme di partenariato pubblico-privato.

Azione 4.3.2 Rafforzare la coesione sociale e la legalità attraverso il recupero, riuso e rifunzionalizzazione di beni confiscati alle mafie

L’azione che si intende sostenere prevede il recupero funzionale, l’adeguamento e il riuso di immobili (terreni ed edifici) sottratti alla criminalità organizzata. La rifunzionalizzazione è volta alla promozione sociale ed economica delle comunità locali su cui tali beni insistono.

Obiettivo specifico: RSO4.4. Promuovere l'integrazione socioeconomica dei cittadini di paesi terzi, compresi i migranti, mediante azioni integrate riguardanti alloggi e servizi sociali

Azione 4.4.1 – Promuovere l’integrazione socioeconomica di comunità dei cittadini di paesi terzi

Obiettivo dell’azione è contribuire alle iniziative di contrasto alle difficoltà di inserimento sociale ed economico che i cittadini dei Paesi terzi, compresi i migranti, si trovano ad affrontare.

Obiettivo specifico: RSO4.5. Garantire parità di accesso all'assistenza sanitaria e promuovere la resilienza dei sistemi sanitari, compresa l'assistenza sanitaria di base, come anche promuovere il passaggio dall'assistenza istituzionale a quella su base familiare e sul territorio

Azione 4.5.1 – Potenziare il sistema sanitario al fine di proteggere e migliorare la salute dei cittadini

L’azione investirà nel processo di riorganizzazione, del settore sanitario, per il pieno raggiungimento del soddisfacimento dei livelli essenziali di assistenza sanitaria e sociosanitaria (LEA) e intervenendo per il soddisfacimento dei fabbisogni emergenti dall’analisi del SSR (Advice on unmet healthcare infrastructure needs).

Azione 4.5.2 – Migliorare i servizi pubblici per superare il gap tra domanda e offerta di sanità digitale

L’azione mira a creare nuovi ecosistemi o sviluppare nuove funzionalità/prodotti/processi per quelli esistenti, a titolo esemplificativo gli investimenti saranno finalizzati a superare la frammentarietà tecnologica e il gap tra domanda e offerta di sanità digitale, a completamento e in sinergia con quanto programmato nell’ambito del PNRR, promuovendo l’innovazione dell’organizzazione, il cambiamento delle procedure operative, nonché l’introduzione di nuove skill, anche mediante forme di partenariato pubblico-privato.

Obiettivo specifico: RSO4.6. Rafforzare il ruolo della cultura e del turismo sostenibile nello sviluppo economico, nell'inclusione sociale e nell'innovazione sociale

Azione 4.6.1 – Valorizzare il ruolo della cultura e del turismo nello sviluppo economico, per l’inclusione e l’innovazione sociale

Obiettivo dell’azione è accrescere il tasso di partecipazione alla cultura, intesa in tutte le sue forme, al fine di promuovere conoscenza e creatività, finalizzate alla riduzione delle disuguaglianze, all’inclusione e innovazione sociale, all’ampliamento della partecipazione culturale di cittadini, imprese e comunità, all’aumento delle pratiche di cittadinanza attiva e di percorsi di integrazione sociale, che possono generare opportunità lavorative di qualità. 

Priorità 5 - Svilluppo territoriale integrato

Obiettivo specifico: RSO5.1. Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree urbane 

Azione 5.1.1 Sostenere l’attuazione delle Strategie di sviluppo Urbano

L’azione intende sviluppare e consolidare l’agenda urbana regionale, prevedendo una ridefinizione della platea di aree territoriali coinvolte, che introduca elementi di novità, connessi con i mutamenti socio-economici e demografici intervenuti, accanto a un necessario processo di salvaguardia delle strategie già in atto. 

Azione 5.1.CB - Migliorare la governance e rafforzare la capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nell’attuazione delle Strategie territoriali

L’azione è finalizzata a un miglioramento della capacità amministrativa dei soggetti pubblici e privati (tra i quali organismi intermedi e altri organismi-chiave), coinvolti, al fine di favorire un rafforzamento stabile delle potenzialità e delle competenze. 

Obiettivo specifico: RSO5.2. Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo a livello locale, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree diverse da quelle urbane

Azione 5.2.1 Sostenere l’attuazione delle Strategie Territoriali per le aree Interne

L’obiettivo dell’azione è quello di contrastare fenomeni di spopolamento e declino demografico delle Aree Interne svantaggiate, anche mediante adeguamento e rafforzamento della quantità e qualità dei servizi di base (i.a. scuola, sanità, mobilità), nonché la promozione di progetti di sviluppo socioeconomico integrato, che preservino e valorizzino il patrimonio naturale e culturale.

Azione 5.2.CB - Migliorare la governance e rafforzare la capacità amministrativa dei soggetti coinvolti nell’attuazione delle strategie per le aree interne

L’azione è finalizzata a un miglioramento della capacità amministrativa dei soggetti pubblici e privati coinvolti al fine di favorire un rafforzamento stabile – lungo l’intero ciclo di investimento – delle potenzialità e delle competenze, funzionale al migliore conseguimento degli obiettivi e delle politiche finanziati con fondi strutturali.

Priorità Assistenza tecnica

Azione 6.1.1 Assistenza tecnica

L’azione sostiene gli interventi di assistenza tecnica necessari alla gestione efficace ed efficiente del Programma e funzionali al rafforzamento dellecapacità dei diversi soggetti coinvolti. Nel complesso, gli interventi di assistenza tecnica riguarderanno:

  • la programmazione, gestione e monitoraggio, per il rafforzamento delle capacità di management del Programma dell’Autorità di Gestione e dell’Autorità con funzione contabile, nonché delle altre strutture regionali coinvolte;
  • il rafforzamento della gestione e della governance delle Strategie territoriali per accompagnare i territori nell’intero ciclo della policy;
  • le verifiche di gestione, attraverso un supporto altamente specialistico (con particolare riferimento a specifici tematismi: appalti, DNSH, aiuti distato, OSC, RSI, digitalizzazione, etc.) alle strutture dell’amministrazione deputate all’attività di controllo;
  • specifici ambiti e funzioni strategiche, svolte dall’AdG e/o dalle Direzioni Generali coinvolte nell’attuazione e gestione, attraverso il ricorso aservizi di supporto specialistico altamente qualificato;
  • il rafforzamento delle capacità istituzionali, amministrative o settoriali a tutti i livelli di governance;
  • la valutazione e gli studi;
  • l’informazione, comunicazione e sorveglianza del Programma.

Budget

Le risorse a disposizione del Programma regionale FESR 2021-2027 ammontano a 5.534.632.274 euro.

Di queste:

  • 1.154.566.377 euro saranno destinati alla priorità 1;
  • 2.267.723.587 euro saranno destinati alla priorità 2;
  • 441.879.777 euro saranno destinati alla priorità 2bis;
  • 408.450.000 euro saranno destinati alla priorità 3;
  • 489.500.404 euro saranno destinati alla priorità 4;
  • 578.800.000 euro saranno destinati alla priorità 5;
  • 193.712.129 euro saranno destinati all’assistenza tecnica.

Link

Programma FESR Campania 201-2027

Regione Campania

Decisione di esecuzione della Commissione - C(2022)7879 del 26.10.2022

Pubblicato
02 Nov 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 5 534 632 274
Finalita'
Ammodernamento, Cooperazione, Digitalizzazione, Diversificazione, Formazione, Inclusione social, Innovazione, Internazionalizzazione, Miglioramento competitività, Promozione, Ricerca, Sicurezza, Start-up, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Campania
Tags
FESR, FESR campania, Fondo europeo di sviluppo regionale, Campania, Fesr campania 2021-2027
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o