×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
12 Jul 2022

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Attive
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Formazione, Inclusione social
Ubicazione Investimento
Friuli-Venezia Giulia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Dote famiglia, Carta famiglia, Friuli, Famiglia
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2455
  • Schede Agevolazioni : 35357
  • Utenti Network : 78046
  • Articoli : 21569
Left Column
Clients

Friuli Venezia Giulia: Dote famiglia 2022

Data apertura
12 Jul 2022
Data chiusura
31 Dec 2022
Agevolazione
Regionale

Descrizione

Linee guida operative per la presentazione e la gestione delle domande di Dote famiglia per l’anno 2022.

 

Obiettivo

La Dote Famiglia è un contributo regionale rivolto ai figli minori fino ai 18 anni non compiuti per incentivare la fruizione di prestazioni e servizi di carattere educativo, ludico e ricreativo e per conciliare i tempi di vita familiare con quelli lavorativi. Il contributo può essere richiesto solo dal richiedente/titolare di Carta famiglia.

Beneficiari

Può richiedere Dote famiglia il titolare di Carta famiglia in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Carta famiglia attiva;
  2. ISEE minorenni in corso di validità con valore inferiore o uguale a euro 30.000;
  3. almeno un figlio minore in carico al nucleo familiare.

Se non si è titolare di Carta famiglia, è possibile presentare domanda di Carta famiglia e contestualmente quella di Dote famiglia. Il Comune dopo la verifica dei requisiti e il rilascio di Carta famiglia, procede a istruire la domanda di Dote famiglia.

Sono esonerate dal presentare l’ISEE le madri di figli minori a carico inserite in un percorso personalizzato di protezione e sostegno all’uscita da situazioni di violenza debitamente attestato dal Servizio Sociale dei Comuni o da un Centro antiviolenza o da una Casa rifugio operanti nel territorio del Friuli Venezia Giulia che siano iscritti nell’elenco regionale delle strutture antiviolenza (art. 19 L.R. 12/2021) o che, nelle more di istituzione dello stesso, siano in possesso dei requisiti minimi sanciti dall'Intesa Stato-Regioni e Autonomie locali del 27 novembre 2014.

Interventi ammissibili

Per l’anno 2022 il contributo potrà essere richiesto per le spese già effettuate a partire dal 1° gennaio 2022.

Le spese oggetto del rimborso devono riguardare prestazioni e servizi svolti all’interno del territorio regionale e riguardanti le seguenti categorie:

  1. servizi di sostegno alla genitorialità ed educativi, organizzati in orari e periodi extra scolastici (a titolo di esempio: centri estivi, doposcuola, baby sitting);
  2. percorsi di sostegno scolastico o di apprendimento delle lingue straniere (a titolo di esempio: ripetizioni e corsi di lingua);
  3. servizi culturali (a titolo di esempio: l’accesso a musei, concerti, teatro sia con biglietto sia con abbonamento indicanti il nominativo del minore);
  4. servizi turistici (a titolo di esempio: gite scolastiche, viaggi di istruzione, visite didattiche);
  5. percorsi didattici e di educazione artistica e musicale (a titolo di esempio: frequenza a laboratori, atelier, percorsi didattici su tematiche specifiche);
  6. attività sportive (a titolo di esempio: corsi e ritiri sportivi).

I servizi e le prestazioni indicate possono essere erogati da soggetti pubblici, privati o enti del Terzo settore nel rispetto delle normative di settore.

Budget e Tipologia di incentivo

Per l’anno 2022 è stabilito un importo base di 250 euro. Tale importo viene così maggiorato:

  • 250 euro per ciascun figlio minore presente nel nucleo familiare;
  • raddoppio dell’importo assegnato a ciascun figlio minore presente nel nucleo familiare, nel caso in cui il titolare di Carta famiglia risieda sul territorio regionale da almeno 5 anni continuativi;
  • maggiorazione di una quota fissa pari a 100 euro se nel nucleo familiare è presente una persona con disabilità.

L’importo della Dote famiglia viene erogato nella sua totalità qualora l’ammontare delle spese dichiarate e considerate ammissibili siano pari o superiori al contributo spettante. Nel caso di spese inferiori all’importo della Dote famiglia spettante, il contributo viene rideterminato.

La Dote famiglia è cumulabile con altri benefici e contributi o sgravi fiscali concessi al nucleo familiare esclusivamente per la spesa non coperta dalla Dote e comunque non oltre la spesa complessivamente sostenuta.

La Dote famiglia non è cumulabile con i benefici di cui all’articolo 15 della legge regionale 18 agosto 2005, n. 20 (contributo Abbattimento rette regionale per i Servizi per la Prima Infanzia).

Tempi e scadenze

La domanda di Dote famiglia si trasmette al proprio Comune di residenza esclusivamente in modalità online attraverso il front end dedicato, a partire dal 12 luglio ed entro il termine del 31 dicembre 2022.

La domanda va fatta un’unica volta per tutte le spese già sostenute per tutti i figli minori a carico del nucleo familiare nell’anno di riferimento.

La domanda, una volta trasmessa, non può essere modificata e non è possibile inviare ulteriori domande di Dote famiglia. In caso di rigetto della domanda, il titolare di Carta famiglia può procedere con la richiesta di una nuova domanda di Dote famiglia.

Aggiornamenti e Link

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Linee guida - Allegato alla delibera n. 1022 dell'8 luglio 2022

 

Pubblicato
12 Jul 2022

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Attive
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Formazione, Inclusione social
Ubicazione Investimento
Friuli-Venezia Giulia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Dote famiglia, Carta famiglia, Friuli, Famiglia
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi