×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
23 Sep 2010

Beneficiari e Finalitá

Organizzazione
Privato
Settori
Alimentare, Audiovisivo, , Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Calabria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo, Finanziamento, Garanzia
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1735
  • Schede Agevolazioni : 31021
  • Utenti Network : 67085
  • Articoli : 20398
Clients

Calabria: prestito d’onore per i nuovi bacini d’impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne

Data apertura
06 Sep 2008
Data chiusura
26 Aug 2010
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 25 000 000
Soggetto gestore
Provincia di Crotone

Descrizione

Incentivi a sostegno dell'avvio di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego.

Con decreto dirigenziale n. 12318 del 26/08/2010 è stato approvato l'elenco dei beneficiari relativi al bando della Misura 3.13 - Azione 3.13.d.

 

Il presente Avviso pubblico dà attuazione alle seguenti Misure/Azioni del POR Calabria 2000‐ 2006:

- Misura 3.11 – Sviluppo e Consolidamento dell’Imprenditorialità con Priorità ai Nuovi Bacini d’Impiego ‐ Azione 3.11.b ‐ Incentivi (contributi finanziari) e Servizi;
- Misura 3.13 – Promozione della partecipazione femminile al Mercato del Lavoro ‐ Azione 3.13.d ‐ Incentivi e Servizi,

attraverso l’erogazione di incentivi economici, rispettivamente alle persone,  con priorità ai nuovi bacini di impiego,  e alle donne, per l’avvio di iniziative di autoimpiego in forma di lavoro autonomo, come ditta individuale.


Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
- maggiorenne alla data di presentazione della domanda;
- inoccupato/disoccupato alla data di presentazione della domanda;
- residente in Calabria da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda.

La sede amministrativa ed operativa della ditta individuale deve essere localizzata nel territorio della regione Calabria.

La dotazione finanziaria disponibile per l’attuazione dell’Avviso ammonta a 12.500.000 euro per il finanziamento di circa 250 nuove iniziative di lavoro autonomo, per ciascuna delle due misure, di cui:

  • POR Calabria 2000 – 2006:
    - Misura 3.11 – Sviluppo e Consolidamento dell’Imprenditorialità con Priorità ai Nuovi Bacini d’Impiego ‐ Azione 3.11.b ‐ Incentivi (contributi finanziari) e Servizi: 10.000.000 euro;
    - Misura 3.13 – Promozione della partecipazione femminile al Mercato del Lavoro ‐ Azione 3.13.d ‐ Incentivi e Servizi: 10.000.000 euro.
  • POR Calabria FSE 2007 – 2013:
    - Obiettivo Operativo E.3 ‐ Sostenere la creazione di impresa e di forme di lavoro autonomo: 2.500.000 euro;
    - Obiettivo Operativo F.2 – Incrementare la partecipazione delle donne al sistema imprenditoriale e promuovere la creazione di modelli organizzativi family friendly all’interno delle imprese e tra imprese gestite da donne: 2.500.000 euro.

La dotazione finanziaria è ripartita per le 5 Province della Calabria secondo le percentuali di seguito riportate:
- Provincia di Catanzaro: 18,57%
- Provincia di Cosenza: 36,31%
- Provincia di Crotone: 8,57%
- Provincia di Reggio Calabria: 27,92%
- Provincia di Vibo Valentia: 8,63%

In riferimento ai nuovi bacini di impiego (Misura 3.11 - Azione 3.11.b), le iniziative agevolabili devono riguardare esclusivamente quelli definiti dalla Comunicazione al Consiglio e al Parlamento Europeo 95/c 265/03, di seguito elencati:

  • Servizi della vita quotidiana:
    - servizi a domicilio;
    - custodia dei bambini;
    - nuove tecnologie dellʹinformazione e della comunicazione;
    - aiuto ai giovani in difficoltà e per lʹinserimento lavorativo.
  • Servizi per migliorare la qualità della vita:
    - miglioramento dellʹalloggio;
    - sicurezza;
    - trasporti Collettivi Locali;
    - rivalutazione degli Spazi Pubblici Urbani;
    - servizi Commerciali di Prossimità.
  • Servizi culturali e del tempo libero:
    - turismo;
    - audiovisivo;
    - valorizzazione del patrimonio culturale;
    - sviluppo culturale locale.
  • Servizi ambientali:
    - gestione dei rifiuti;
    - gestione delle acque;
    - protezione e manutenzione degli spazi naturali;
    - regolamentazione, controllo dellʹinquinamento e dei relativi impianti.

Sono escluse le attività di produzione primaria di prodotti agricoli, di cui all'allegato I del Trattato CE, nonchè di pesca e di acquacoltura.

In riferimento alle iniziative di autompiego in forma di lavoro autonomo promosse da donne (Misura 3.13 – Azione 3.13.d), le iniziative agevolabili possono riguardare qualsiasi settore (produzione di beni, fornitura di servizi, commercio).

Per entrambe le misure, lʹinvestimento complessivo ammissibile non può superare i 50.000 Euro, e le agevolazioni previste sono di due tipi:

  • agevolazioni finanziarie per gli investimenti: ai soggetti ammessi alle agevolazioni sono riconosciuti, i seguenti benefici:
    a) contributo in conto capitale, nella misura del 75% degli investimenti ammissibili. Pertanto il contributo in conto capitale massimo concedibile è pari a 37.500 Euro;
    b) prestito a tasso agevolato, di durata massima quinquennale, per la quota restante degli investimenti ammissibili, restituibile con rate trimestrali costanti posticipate;
    c) contributo in conto interessi nella misura del 35% degli interessi passivi in relazione al prestito agevolato acceso. Il tasso di interesse dovrà essere commisurato secondo il parametro IRS, di pari durata del prestito, maggiorato in misura del 1,5%, vigente alla data dalla stipula del contratto, rilevato il primo giorno utile antecedente da il Sole 24 ore;
    d) rilascio di garanzie a favore del sistema creditizio, a copertura dei rischi dei prestiti agevolati relativi alla quota restante del programma di investimenti, attraverso la costituzione di fondi di garanzia;
    e) servizi di sostegno nella fase di presentazione della domanda di partecipazione, di erogazione delle agevolazioni e di avvio dell’iniziativa;
  • servizi di sostegno nella fase di presentazione della domanda di partecipazione, di erogazione delle agevolazioni e di avvio dell’iniziativa: nella fase di realizzazione e di avvio dellʹiniziativa sono previsti servizi totalmente gratuiti di assistenza tecnica e gestionale per un periodo massimo di un anno, erogati:
    - direttamente dall’Amministrazione Regionale, attraverso anche le proprie Agenzie “In House”;
    - ovvero da uno o più Soggetti selezionati con un bando pubblico dall’Amministrazione Regionale.
    I servizi hanno lʹobiettivo di accompagnare il beneficiario durante lʹiter di presentazione della domanda di partecipazione, di erogazione delle agevolazioni e di rafforzarne le competenze gestionali in fase di start up della iniziativa.

Le agevolazioni verranno così erogate:

  • il contributo in conto capitale, a fondo perduto, è erogato al Soggetto proponente secondo le seguenti modalità:
    a) 50% a titolo di anticipazione, a richiesta dell’interessata, dopo la firma del Contratto di Concessione ed a seguito di presentazione di una polizza fidejussoria bancaria o assicurativa di pari importo, il cui schema diventa parte integrale e sostanziale dell’atto Concessorio;
    b) 40% a presentazione di fatture quietanzate inerenti la spesa per la realizzazione del progetto proposto di importo pari o superiore alla somma di cui al punto a) e dopo la concessione del prestito a tasso agevolato da parte dello Istituto di credito se richiesto;
    c) 10%, a consuntivo, a fronte di documentazione attestante il completamento dell’investimento (comprensivo quindi della eventuale spesa effettuata con le risorse del prestito agevolato) e dopo il collaudo finale dell’iniziativa e previa verifica, controlli ed acquisizioni di dettagliata relazione consuntiva, attestante le varie fasi realizzate e gli obiettivi raggiunti in coerenza con il progetto ammesso e realizzato, corredata da documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare, comprovante le spese sostenute;
  • il contributo in conto interesse, nella misura del 35% degli interessi passivi maturati sul prestito agevolato, verrà erogato direttamente all’Istituto di credito concessorio del prestito agevolato;
  • la concessione del prestito agevolato viene assicurata attraverso il rilascio di garanzie a favore del sistema creditizio.

L'attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno 5 anni a decorrere dalla data del provvedimento di ammissione alle agevolazioni.

L’istruttoria e la valutazione delle Domande di Agevolazione sarà effettuata “a sportello” secondo l’ordine cronologico di arrivo della documentazione, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria (05-09-2008).

I beneficiari, per poter usufruire delle agevolazioni, dovranno:

  • registrarsi sul sito della Regione Calabria (www.regione.calabria.it/formazionelavoro/);

  • redigere e compilare on‐line sul sito della Regione Calabria (www.regione.calabria.it/ formazionelavoro/) la Domanda di Agevolazione che dovrà contenere indicazioni in merito al proponente e allʹidea imprenditoriale;

  • redigere e compilare on‐liine sul sito della Regione Calabria (www.regione.calabria.it/ formazionelavoro/) gli Allegati 1, 2 e 3 che attestano lʹesistenza dei requisiti di legge e il rispetto delle normative sulla tutela della privacy e sullʹantiriciclaggio;

  • stampare e inviare la Domanda di Agevolazione e gli Allegati senza alcuna modifica, tramite raccomandata A.R., insieme alla copia originale dei preventivi relativi agli investimenti da realizzare, al seguente indirizzo:

    Regione Calabria
    Dipartimento 10 – Lavoro, Formazione, Politiche Sociali, Volontariato e Cooperazione
    Via Lucrezia della Valle
    88100 ‐ Catanzaro

La documentazione deve essere inviata in plico chiuso che dovrà riportare all’esterno i dati identificativi del Soggetto richiedente l’agevolazione e la dicitura: Avviso Pubblico per la Concessione di Agevolazioni per l’Avvio di Iniziative di Lavoro Autonomo/Iniziative di Lavoro Autonomo - Donne.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

________________________________________________________________

Con Decreto n. 698 del 29 gennaio 2010 sono stati approvati l'elenco dei beneficiari e l'impegno di spesa, relativi all'avviso pubblico per l'avvio di iniziative di autoimpiego, in forma di lavoro autonomo, con priorità ai nuovi bacini di impiego (Misura 3.11 Azione 3.11.b).

Pubblicato
23 Sep 2010

Beneficiari e Finalitá

Organizzazione
Privato
Settori
Alimentare, Audiovisivo, , Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Calabria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo, Finanziamento, Garanzia
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi