×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
20 Apr 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti
Finalita'
Formazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Sicilia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo, Premio, Borsa di studio
Tags
Occupazione sicilia, Ricerca sicilia, Spin off sicilia, Sicilia
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1383
  • Schede Agevolazioni : 31965
  • Utenti Network : 70226
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

Sicilia: bando Percorsi Nascita Spin Off

Data apertura
03 Feb 2012
Data chiusura
31 May 2012
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 8 000 000
Soggetto gestore
Regione Sicilia

Descrizione

Aiuti per rafforzare l'occupabilità nel sistema della Ricerca&Sviluppo e la nascita di spin off di ricerca in Sicilia.

Con avviso sulla GURS n. 38 del 12 settembre 2014, sono stati approvati impegno e graduatoria definitiva relativi al bando in oggetto.

 

Il bando intende consentire ai giovani laureati e/o dottorati di potere rafforzare le loro opportunità di inserimento nel mercato del lavoro attraverso la possibilità di realizzare, presso Enti di ricerca localizzati nel territorio siciliano percorsi di formazione e di accompagnamento che riguardino ambiti come l’imprenditorialità innovativa, la ricerca industriale, lo sviluppo pre-competitivo; l’innovazione organizzativa e manageriale; la qualificazione delle competenze con elevato contenuto tecnologico ed innovativo.

Il bando intende contribuire al conseguimento dei seguenti obiettivi:

  • rafforzare e sviluppare l’occupabilità dei talenti con un alto livello di istruzione e formazione, supportandone l’impegno e l’inserimento in percorsi formativi altamente personalizzati per lo sviluppo di idee imprenditoriali innovative in un’ottica di sistema regionale della ricerca dell’alta formazione;
  • diffondere le conoscenze e il trasferimento dei risultati della ricerca valorizzando il potenziale umano locale;
  • potenziare le attività in rete per la ricerca e il trasferimento tecnologico tra centri di ricerca ed imprese;
  • favorire l’orientamento lavorativo dei giovani verso il sistema della ricerca ed innovazione e la creazione di imprese in cui si innestino il settore della ricerca e del trasferimento tecnologico.

Il bando ha per oggetto l’attuazione di un sistema di aiuti alla persona rivolto a persone interessate a partecipare a percorsi formativi per l’occupabilità nel sistema di R&S anche nei termini di sviluppo in un progetto d’impresa di idee e risultati di servizi e prodotti innovativi derivanti da attività di ricerca.

Tale sistema si articola in:

  • borse di studio;
  • percorsi di studio e accompagnamento a sostegno della nuova idea imprenditoriale da realizzare presso Enti di Ricerca Pubblici (EPR) non universita.

Gli interventi si rivolgono alle seguenti categorie di destinatari:

- disoccupati che abbiano conseguito una:

  • laurea di cui all’ordinamento preesistente al DM del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509;
  • laurea specialistica di cui all’ordinamento introdotto dal DM del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509;
  • laurea magistrale di cui all’ordinamento introdotto con DM 22 ottobre 2004, n. 270;
  • posizione di dottorando o dottore di ricerca.

Tutti i potenziali destinatari devono essere residenti o domiciliati in Sicilia da almeno 12 mesi e non devono percepire altre borse di studio (quali ad esempio quelle di dottorato) o assegni di ricerca, né altre forme di reddito da lavoro alla esclusiva eccezione di quelli che possono derivare da contratti di collaborazione occasionale che non superino la soglia dei € 5.000 lordi annui.

Possono presentare proposte e realizzare le attività previste in questo avviso gli Enti di Ricerca pubblici non universitari, con almeno una sede operativa in Sicilia, vigilati dal MIUR.

Gli Enti di ricerca pubblici non universitari possono partecipare al bando in forma singola o in forma associata creando un partenariato o con altro ente pubblico di ricerca non universitario, sempre con sede operativa in Sicilia o con una impresa o società operante in uno dei settori stabiliti dal bando, coerente, a pena di inammissibilità, con le finalità della proposta progettuale.

_____________________________

Con decreto del dirigente generale n. 422 dell’8 febbraio 2012, sono state apportate modifiche al bando, riguardanti l'oggetto dell'intervento e le caratteristiche dei soggetti proponenti:

  • il sesto capoverso del par. 4 (pag. 7) e così modificato:
    Si chiarisce che il tutoraggio deve consistere nell’affiancamento e nel sostegno individuale al borsista lungo tutto il periodo di svolgimento della borsa da parte di personale esperto e si svilupperà attraverso un percorso di learning on the job, analisi di casi, project work su attività di ricerca potenzialmente applicabili ad un progetto imprenditoriale. In questo ambito è raccomandato che l’impegno formativo on the job del borsista sia focalizzato su iniziative di ricerca che vedano il coinvolgimento di enti, imprese, società o associazioni operanti nei settori di cui alla successiva Tabella 1.
  • l’undicesimo capoverso del par. 4 (pag. 8) e così modificato:
    “Il rimborso del saldo finale pari al 20% del costo pubblico ammissibile, sarà corrisposto al soggetto ammesso al finanziamento sulla base del rendiconto finale approvato ed avverrà solo a fronte della verifica da parte della Regione che almeno il 30% dei destinatari della borsa di ricerca si siano costituiti in un’impresa avente sede operativa in Sicilia o che abbiano trovato una posizione lavorativa disciplinata da contratto a tempo indeterminato o determinato o da altre forme contrattuali previste dalla legge (incluso assegno di ricerca). In quest’ultimo caso la durata contrattuale non può essere inferiore a 24 mesi.”
  • il quarto capoverso del par. 7 (pag 11) e così modificato:
    “Gli Enti di ricerca pubblici non universitari possono partecipare a questo Avviso in forma singola o in forma associata creando un partenariato con altro ente pubblico di ricerca non universitario, sempre con una sede o con una unità operativa in Sicilia.”

Il valore massimo della borsa è di € 1.650 al mese al lordo di tutti gli oneri fiscali, assicurativi, contributivi e previdenziali previsti dalla normativa vigente.

La borsa è omnicomprensiva in quanto include la copertura degli eventuali rimborsi delle spese di vitto, alloggio, viaggio sostenute o altre spese necessarie allo svolgimento dell’attività prevista dal progetto.

Fanno eccezione le spese di missione per la partecipazione a meeting di progetto fuori dalla sede dell’Ente o a convegni per la diffusione dei risultati; tali spese rimarranno a carico dell’Ente proponente non generando alcun onere a carico del progetto.

Come parametro finanziario di riferimento per le attività formative è previsto un costo ora/allievo pari ad € 18.

Il rimborso del saldo finale pari al 30% del costo pubblico ammissibile, sarà corrisposto al soggetto ammesso al finanziamento sulla base del rendiconto finale approvato ed avverrà solo a fronte della verifica da parte della Regione che almeno il 30% dei destinatari della borsa di ricerca si siano costituiti in un’impresa avente sede operativa in Sicilia o che abbiano trovato una posizione lavorativa disciplinata da contratto a tempo indeterminato o determinato o da altre forme contrattuali previste dalla legge (incluso assegno di ricerca). In quest’ultimo caso la durata contrattuale non può essere inferiore a 24 mesi.

Ciascun Soggetto proponente, ovvero ciascun Istituto o sua articolazione territoriale (Unità Organizzativa di Supporto) con sede operativa in Sicilia di ogni EPR può presentare una sola proposta progettuale per un valore massimo di euro 373.000 euro ciascuna.

______________________________________

Con decreto del dirigente generale n. 422 dell’8 febbraio 2012, sono state apportate modifiche al bando, riguardanti l'erogazione del finanziamento:

  • il primo è il secondo capoverso del par. 19 (pag. 28) e così modificato: “L’erogazione del finanziamento avverrà secondo le seguenti modalità:
    · Prima anticipazione pari al 50% del costo pubblico ammissibile;
    · Secondo acconto pari al 30 % del costo pubblico ammissibile. Si precisa che per poter richiedere il pagamento del secondo anticipo è necessario inoltre che le spese, almeno pari al 30% del progetto, siano state effettivamente sostenute e quietanzate e siano state verificate e certificate da parte del revisore attribuito al progetto. Il saldo finale pari al 20% del costo pubblico ammissibile, verrà corrisposto al soggetto beneficiario sulla base del rendiconto finale approvato. Si precisa che la corresponsione del saldo finale, avverrà solo a fronte della verifica da parte della Regione che almeno il 30% dei destinatari della borsa di ricerca si siano costituiti in un’impresa avente sede operativa in Sicilia o che abbiano trovato una posizione lavorativa disciplinata da contratto a tempo indeterminato o determinato o da altre forme contrattuali previste dalla legge (incluso assegno di ricerca). In quest’ultimo caso la durata contrattuale non può essere inferiore a 24 mesi.”

I progetti devono obbligatoriamente concludersi entro e non oltre il 31 marzo 2014.

A pena di inammissibilità le domande dovranno pervenire entro 60 gg decorrenti dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (3 febbraio 2012) della comunicazione di avvenuta pubblicazione dell’avviso sul sito ufficiale del FSE www.sicilia-fse.it.

L'ufficio di riferimento è: Regione Siciliana – Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale - Servizio XIII - Ricerca Scientifica e Tecnologica – Politiche di decentramento universitario - Consorzi Universitari, Via Ausonia 122 - 90146 – Palermo.

Ogni plico dovrà contenere un solo progetto. A pena di inammissibilità, la proposta progettuale dovrà essere presentata dal richiedente compilando la domanda di finanziamento ed il formulario secondo gli allegati al presente bando.

Sempre a pena di inammissibilità, sul plico in cui è contenuta la domanda dovranno essere indicati:

  • a dicitura “Avviso pubblico - Rafforzare l’occupabilità nel sistema della R&S e la nascita di spin-off di ricerca in Sicilia”;
  • il mittente, ovvero il soggetto proponente l’intervento.

_____________________________

Sulla GURS n. 5 parte I del 3 febbraio 2012 si comunica che, nel sito istituzionale del dipartimento regionale dell’istruzione e della formazione professionale e nel sito istituzionale del Fondo sociale europeo, sono stati pubblicati il bando ed i relativi allegati; le domande possono essere presentate fino al 2 aprile 2012.

Con decreto del dirigente generale n. 422 dell’8 febbraio 2012, sono state apportate modifiche al bando, riguardanti il termine e  lemodalità di presentazione delle domande:

  • il primo capoverso del par. 12 (pag. 18) e così modificato: “A pena di inammissibilità le domande dovranno pervenire entro 60 gg decorrenti dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (24 febbraio 2012) della comunicazione di avvenuta pubblicazione dell’avviso di rettifica sul sito ufficiale del FSE www.sicilia-fse.it. L'ufficio di riferimento è: Regione Siciliana – Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale - Servizio XIII - Ricerca Scientifica e Tecnologica – Politiche di decentramento universitario - Consorzi Universitari, Via Ausonia 122 - 90146 – Palermo.”

Con D.D.G. n. 1266 del 17 aprile 2012, è stata prorogata al 31 maggio 2012 la scadenza del bando.

La verifica di ammissibilità viene eseguita a cura del Servizio competente del Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

____________________________________

Sulla GURS n. 8 parte I del 24 febbraio 2012 si comunica che, sul sito istituzionale del dipartimento regionale dell’istruzione e della formazione professionale e sul sito istituzionale del Fondo sociale europeo, è stato pubblicato il decreto del dirigente generale n. 422 dell’8 febbraio 2012, con cui si apportano modifiche al bando riguardanti:

  • l'oggetto dell'intervento;
  • le caratteristiche dei soggetti proponenti;
  • il termine e  lemodalità di presentazione delle domande;
  • l'erogazione del finanziamento.

Con D.D.G. n. 1266 del 17 aprile 2012, è stata prorogata la scadenza del bando.

Pubblicato
20 Apr 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti
Finalita'
Formazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Sicilia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo, Premio, Borsa di studio
Tags
Occupazione sicilia, Ricerca sicilia, Spin off sicilia, Sicilia
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi