×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
17 Jan 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Calabria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Sociale calabria, Donne calabria, Calabria
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1370
  • Schede Agevolazioni : 32030
  • Utenti Network : 70509
  • Articoli : 20601
Left Column
Clients

Calabria: bando per conciliare i tempi di vita e di lavoro

Data chiusura
03 Feb 2012
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 1 388 414
Soggetto gestore
Fondazione Calabria Etica

Descrizione

Avviso pubblico per la concessione di Voucher alla persona per la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.

La finalità del bando è migliorare la qualità della vita delle donne con problematiche di conciliazione dei tempi tra vita familiare e vita lavorativa, consentendo loro di fruire di percorsi di politiche attive, ovvero di accrescere la propria partecipazione al mercato del lavoro.

 

Il bando ha per oggetto l’erogazione di voucher di conciliazione e servizi, ovvero buoni spendibili per l’acquisizione di servizi di cura ed assistenza alla persona, destinati a donne che incontrano difficoltà di conciliazione in quanto coinvolte nella gestione di carichi familiari (figli da 0 a 3 anni, ovvero minori di 18 con disabilità accertata superiore al 66%).

Sono destinatarie di tali azioni le donne italiane e straniere che, alla data di presentazione della richiesta di concessione del contributo di cui al presente avviso:

  • Siano residenti, ovvero svolgano attività lavorativa/formativa in Calabria;
  • Siano lavoratrici dipendenti o autonome, anche con contratto di lavoro “atipico” e/o a tempo determinato, ovvero inoccupate/disoccupate che abbiano in corso attività di formazione;
  • abbiano una situazione economico-patrimoniale dichiarata non superiore a € 10.000 calcolata con il metodo ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) – Reddito 2010 certificato da un Centro di Assistenza Fiscale autorizzato,mediante documentazione rilasciata da idoneo Centro di Assistenza Fiscale;
  • Abbiano figli minori a carico (compresi i minori affidati conviventi),
    · di età non superiore ai 3 anni.
    Ovvero
    · di età non superiore ai 18 anni, qualora si riscontri una percentuale di invalidità accertata superiore al 66%.

La dotazione finanziaria disponibile per l’attuazione dell’Avviso ammonta a 1.388.414 euro di cui wuro 888.414 a valere sui fondi stanziati dal Dipartimento delle Pari Opportunità per le politiche di Conciliazione lavoro famiglia ed euro 611.586 a valere sul Piano per la famiglia.

Si prevede il finanziamento di circa 600 “Voucher di Conciliazione”.

I soggetti destinatari possono beneficiare, per ogni figlio (di età 0-3 anni ovvero minore di anni 18 con disabilità accertata superiore al 66%), di un voucher della durata massima di 10 mesi, il cui importo mensile non potrà eccedere i 250 euro, rimborsati a fronte di spese effettivamente sostenute e quietanzate per l’acquisto di servizi di cura ed assistenza.

L’erogazione del contributo avverrà in 2 tranche posticipate, esigibili rispettivamente al 5° ed al 10° mese, dietro presentazione di tutta la documentazione richiesta, ivi inclusi i giustificativi delle spese sostenute e quietanzate, riconoscibili fino ad un massimo del 100% del loro importo.

Qualora intervenga una delle condizioni previste per la decadenza l’ammontare complessivo del voucher verrà riproporzionato sulla base dei mesi nei quali sono permasi tutti i requisiti richiesti.

Sono ammissibili le spese sostenute:

  • per frequenza a servizi di prima infanzia (rette e servizi a pagamento per asili nido e servizi integrativi scuole materne,comprese quelle di baby sitting);
  • per l’acquisto di servizi di assistenza, nel caso di minori con invalidità accertata superiore al 66%.

Sono riconosciute le spese di che trattasi a decorrere dalla data di presentazione della domanda di concessione del “Voucher di Conciliazione”.

Per poter accedere alle agevolazioni le beneficiarie dovranno:

  • compilare la Domanda di Concessione del “Voucher di Conciliazione” che dovrà contenere le informazioni richieste nell’Allegato 1 – domanda di concessione (vedi Links),
  • inviare a Fondazione Calabria Etica la Domanda di Concessione del “Voucher di Conciliazione” tramite raccomandata A.R., insieme alla copia di un documento di riconoscimento valido e alla documentazione necessaria a comprovare i requisiti di ammissibilità.

I soggetti partecipanti dovranno far pervenire, al protocollo della Fondazione Calabria Etica, la propria proposta progettuale completa in plico chiuso e controfirmato su tutti i lembi di chiusura.

Il plico oltre l’indicazione del nome e l'indirizzo del mittente dovrà contenere, ben visibile, la seguente dicitura: Avviso Pubblico per la Concessione di Voucher di Conciliazione.

Il plico, a pena di esclusione, dovrà pervenire entro il 3 febbraio 2012, a mezzo raccomandata A/R del servizio postale o per consegna a mano al Servizio Protocollo nei giorni ed orari di apertura al pubblico.

Il plico dovrà essere indirizzato a: Fondazione Calabria Etica, Via Gabriele Barrio, 42 - 88100 CATANZARO, (farà fede nel caso di spedizione il timbro postale ovvero nel caso di consegna a mano il numero di protocollo apposto dall’addetto al protocollo dell’Ente).

L’istruttoria e la valutazione delle domande sarà di tipo valutativo a graduatoria.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
17 Jan 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Calabria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Sociale calabria, Donne calabria, Calabria
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi