×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
04 Jan 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Friuli-Venezia Giulia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Sociale fvg, Friuli venezia giulia, Fvg
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1224
  • Schede Agevolazioni : 32652
  • Utenti Network : 72290
  • Articoli : 20728
Left Column
Clients

Friuli Venezia Giulia: contributi per la conciliazione tra tempi lavorativi e tempi familiari e l’emersione del lavoro sommerso

Data chiusura
31 May 2012
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 769 786
Soggetto gestore
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Descrizione

Regolamento per la concessione e l’erogazione degli incentivi previsti dal programma regionale “Si.Con.Te. – Sistema di conciliazione integrato”, finalizzato a favorire la conciliazione tra tempi lavorativi e tempi familiari e l’emersione del lavoro sommerso.

Il regolamento intende supportare l’utilizzo di soluzioni flessibili nell’ambito dell’assistenza domiciliare e dei servizi di conciliazione prestati a domicilio, da parte di persone che, avendo difficoltà a conciliare i propri tempi lavorativi e formativi con quelli familiari, adottano comportamenti virtuosi che favoriscono l’emersione del lavoro sommerso attraverso la regolare contrattualizzazione e retribuzione del lavoro di cura.

 

Sono beneficiari degli incentivi i seguenti soggetti:

  • persone occupate ovvero impegnate nella ricerca attiva di un’occupazione che, al fine di conciliare i tempi della propria attività lavorativa o i tempi dedicati alla ricerca di un’occupazione con i tempi della propria vita familiare;
  • donne con figli minori di 14 anni e impegnate in un percorso di completamento degli studi ovvero di specializzazione, aggiornamento, qualificazione o riqualificazione professionale le quali, al fine di conciliare i tempi legati alle proprie esigenze formative con i tempi della propria vita familiare

Per l’assunzione di un collaboratore familiare con profilo professionale ed inquadramento corrispondente al livello A super – profilo “addetto alla compagnia o baby sitter” - del CCNL sulla disciplina del lavoro domestico è concesso un incentivo:

  • a) pari ad euro 800 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario inferiore o pari alle 10 ore settimanali;
  • b) pari ad euro 1.200 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario compreso tra le 11 e le 24 ore settimanali;
  • c) pari ad euro 1.500 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario pari o superiore alle 25 ore settimanali.

Per l’assunzione di un collaboratore familiare con profilo professionale ed inquadramento corrispondente al
livello B super – profilo “assistente a persone autosufficienti (anziani o bambini)”- del CCNL sulla disciplina del lavoro domestico è concesso un incentivo:

  • a) pari ad euro 1.000 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario inferiore o pari alle 10 ore settimanali;
  • b) pari ad euro 1.400 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario compreso tra le 11 e le 24 ore settimanali;
  • c) pari ad euro 1.700 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario pari o superiore alle 25 ore settimanali.

Per l’assunzione di un collaboratore familiare con profilo professionale ed inquadramento corrispondente al
livello C super – profilo “assistente a persone non autosufficienti (non formato)” - del CCNL sulla disciplina del lavoro domestico è concesso un incentivo:

  • a) pari ad euro 1.200 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario inferiore o pari alle 10 ore settimanali;
  • b) pari ad euro 1.600 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario compreso tra le 11 e le 24 ore settimanali;
  • c) pari ad euro 1.900 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario pari o superiore alle 25 ore settimanali.

Per l’assunzione di un collaboratore familiare con profilo professionale ed inquadramento corrispondente al livello D super – profilo “assistente a persone non autosufficienti (formato)” - del CCNL sulla disciplina del lavoro domestico è concesso un incentivo:

  • a) pari ad euro 1.400 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario inferiore o pari alle 10 ore settimanali;
  • b) pari ad euro 1.800 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario compreso tra le 11 e le 24 ore settimanali;
  • c) pari ad euro 2.100 se l’assunzione avviene con contratto a tempo indeterminato, ovvero a tempo
    determinato per la durata minima di mesi sei, che prevede un orario pari o superiore alle 25 ore settimanali.

Per le tipologie “assistente a persone non autosufficienti”, qualora il datore di lavoro stipuli un contratto di lavoro ripartito, a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato per la durata minima di mesi sei, con livello di contrattualizzazione C super o D super con due assistenti familiari è concesso un incentivo:

  • a) pari ad euro 2.500 se il contratto di lavoro ripartito prevede un orario complessivo compreso tra le 30 e 39 ore settimanali;
  • b) pari ad euro 3.000 se il contratto di lavoro ripartito prevede un orario complessivo pari o superiore alle 40 ore settimanali.

Le domande devono essere presentate alla Provincia sul cui territorio è instaurato il rapporto di lavoro per cui viene richiesto l’incentivo entro le ore 12 del giorno 31 maggio 2012.

Le domande di incentivo sono istruite dalla Province secondo l’ordine cronologico di presentazione, ai sensi dell’articolo 36, comma 4, della legge regionale 7/2000.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
04 Jan 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Friuli-Venezia Giulia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Sociale fvg, Friuli venezia giulia, Fvg
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi