×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
04 Nov 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Ammodernamento, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Puglia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Ambiente puglia, Puglia
Left Column
×

Statistiche

  • Open Calls : 1188
  • Closed Calls : 33052
  • Network Users : 73660
  • Articles : 5
Left Column
Clients

Puglia: bando per i sistemi di trattamento degli scarichi - soggetti privati e/o persone fisiche

Data chiusura
26 Jan 2011
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 12 000 000
Soggetto gestore
Regione Puglia

Descrizione

Contributi per la realizzazione di sistemi di trattamento appropriati per gli scarichi di acque reflue domestiche o assimilate alle domestiche provenienti da insediamenti isolati di consistenza inferiore a 10.000 A.E. ricadenti in aree non servite da pubblica fognatura ad opera di soggetti privati e/o persone fisiche.

Gli interventi possono essere realizzati in tutto il territorio regionale.

 

Le risorse complessive sono pari ad euro 12.000.000, corrispondente al 30 % della disponibilità dell’Azione ammontante ad euro 40.000.000, e sono ripartite tra le Province, sulla base dei criteri concordati con le stesse in sede di Tavolo Tecnico:

  • BA: euro 2.988.000;

  • BAT: euro 1.140.000;

  • BR: euro 1.536.000;

  • FG: euro 1.981.200;

  • LE: euro 2.839.200;

  • TA: euro 1.515.600;
    totale: euro 12.000.000.

La domanda di ammissione al bando per la concessione del contributo può essere presentata da soggetti privati e/o persone fisiche, proprietari di case isolate, ubicate in aree non servite da rete pubblica di fognatura nera.

Gli interventi dovranno essere conformi al Piano di Tutela delle Acque (PTA)e alle Linee Guida del Piano Tutela delle Acque, approvati con D.C.R. n. 230 del 20/10/2009, e dovranno riguardare la realizzazione di sistemi di trattamento appropriati per gli scarichi di acque reflue domestiche o assimilati alle domestiche.

In dettaglio, i sistemi di trattamento appropriati da realizzarsi dovranno essere a servizio di:

  • abitazioni / insediamenti ubicati nel territorio regionale;

  • insediamenti isolati di consistenza inferiore ai 10.000 A.E. non ricadenti negli agglomerati individuati dal PTA.;

  • abitazioni / insediamenti conformi alle norme urbanistiche ed edilizie.

Ciascun soggetto interessato potrà presentare una sola domanda di ammissione al presente Bando.

Il contributo pubblico non potrà eccedere il 50% dell’investimento complessivo e, in ogni caso, l’importo di euro 40.000; detto contributo rientra nell’ambito degli aiuti “de minimis” (Reg. CE 1998/06).

Le spese sostenute dal beneficiario inserito nella graduatoria definitiva e destinatario del provvedimento di concessione del finanziamento:

  • non devono essere state già finanziate da altri programmi comunitari o nazionali o risorse pubbliche (divieto di cumulo);

  • devono rispettare i requisiti di congruità, economicità, e rapporto costi/benefici;

  • devono essere pertinenti ed imputabili agli interventi del progetto, contenute nei limiti stabiliti rispetto alla natura, destinazione fisica e temporale dell’intervento da finanziare tale da costituire importo ragionevole;

  • devono essere effettuate nel periodo di ammissibilità del Programma Operativo FESR Puglia 2007/2013 e, precisamente, dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURP fino alla conclusione del Programma Operativo 2007-2013.

Sono ammesse a contributo le seguenti tipologie di spesa:

  • spese per l’esecuzione dei lavori;

  • acquisizione e installazione di macchinari, impianti e attrezzature esclusivamente funzionali all’esercizio dell’intervento;

  • spese generali in misura non superiore al 4%.

La domanda di contributo, a pena di esclusione, dovrà essere inclusa in busta chiusa e sigillata, redatta in bollo vigente e sottoscritta dal soggetto proprietario e/o dal rappresentante legale delle entità di diritto privato singoli ed associati e dovrà essere inviata, completa della relativa documentazione, all’Amministrazione Provinciale di appartenenza territoriale.

Si riportano di seguito gli indirizzi dei competenti uffici:

  • PROVINCIA DI BARI
    Servizio Ambiente
    Via Spalato, 19
    70121 Bari

  • PROVINCIA DI BAT
    Settore Ambiente e Rifiuti
    Piazza San Pio X
    70031 Andria

  • PROVINCIA DI FOGGIA
    Ufficio Tutela Ambientale
    Piazza XX Settembre 20
    70100 Foggia

  • PROVINCIA DI BRINDISI
    Servizio Ambiente
    Piazza Santa Teresa, 2
    72100 Brindisi

  • PROVINCIA DI LECCE
    Servizio Acque
    Via Umberto I°, 13
    73100 Lecce

  • PROVINCIA DI TARANTO
    Servizio Acque
    Via Anfiteatro, 4
    74100 Taranto

Le domande di aiuto devono pervenire all’ufficio provinciale di competenza entro 90 giorni a partire dal giorno successivo la data di pubblicazione del bando sul B.U.R.P (28-10-2010).

Nel caso in cui il termine di presentazione della domanda coincida con un giorno non lavorativo il termine è posticipato al primo giorno lavorativo successivo.

Le domande potranno essere trasmesse per mezzo Raccomandata A/R del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata o tramite consegna a mano all’ufficio Provinciale competente per territorio.

Ai fini della valutazione del rispetto dei termini per la presentazione della domanda farà fede la data del timbro dell’ufficio postale o del corriere autorizzato accettante o del timbro di arrivo, in caso di recapito a mano.

Ogni plico dovrà contenere una singola domanda.

Sul plico chiuso dovrà essere riportata, a pena di esclusione, la seguente dicitura: POR 2007-2013 FESR ASSE II - Linea d’Intervento 2.1 - Azione 2.1.3. “Bando per la concessione di contributi per la realizzazione di sistemi di trattamento appropriati per gli scarichi di acque reflue domestiche o assimilati alle domestiche da realizzarsi ad opera di soggetti privati e/o persone fisiche”.

L’ammissibilità delle domande pervenute sarà valutata, a seguito di istruttoria, da parte del R.U.P. designato dalla Provincia territorialmente competente (giusta D.G.R. del 17/02/2009 n. 165 art.20 comma 2 della Sezione B – Direttive concernenti le procedure di gestione del P.O. FESR 2007-2013).

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
04 Nov 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Ammodernamento, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Puglia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Ambiente puglia, Puglia
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi