×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
05 Sep 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Costruzioni, Sociale
Finalita'
Sicurezza, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Umbria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Sisma umbria, Umbria
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1224
  • Schede Agevolazioni : 32652
  • Utenti Network : 72290
  • Articoli : 20728
Left Column
Clients

Umbria: contributi per gli edifici danneggiati dal sisma del 15 dicembre 2009

Data chiusura
07 Oct 2010
Agevolazione
Regionale
Soggetto gestore
Regione Umbria

Descrizione

Ordinanza per la concessione di contributi per gli interventi di riparazione dei danni e di rafforzamento locale degli edifici danneggiati dagli eventi sismici del 15 dicembre 2009.

Con Ordinanze presidenziali n. 106, 118 e 120 del 31 luglio 2012, pubblicate sul Bur n. 39 del 5 settembre 2012, è stata approvata l'erogazione di somme ai Comuni di Marsciano, Deruta e Perugia.

 

Al fine di consentire un rapido rientro nelle abitazioni danneggiate dagli eventi sismici del 15 dicembre 2009 e favorire la ripresa delle attività produttive in esercizio alla stessa data, è concesso un contributo a favore dei proprietari o dei soggetti titolari di diritti reali, di unità immobiliari facenti parte di un edificio in cui almeno una unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale o ad attività produttiva in esercizio al momento del sisma e oggetto di ordinanza sindacale di sgombero, emessa a seguito della verifica di agibilità effettuata dalle squadre operanti sotto il coordinamento tecnico della Regione, che abbia comportato l’evacuazione dell’immobile.

I progetti devono prevedere la riparazione dei danni prodotti dal sisma nonché il rafforzamento locale dell’edificio nel rispetto delle norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008, oltre che delle direttive tecniche riportate nell’allegato A alla presente ordinanza (vedi links).

Le disposizioni previste dall'ordinanza si applicano al Comune di Marsciano, maggiormente colpito dagli eventi sismici del 15 dicembre 2009, nonché ai Comuni di Collazzone, Corciano, Deruta, Fratta Todina, Magione, Monte Castello di Vibio, Panicale, Perugia, Piegaro, San Venanzo e Torgiano, i cui territori sono stati interessati dai medesimi eventi sismici.

Il contributo spettante agli aventi diritto è pari alla minore somma tra:

  • il costo ammissibile a contributo dell’intervento, così come risulta dal computo metrico-estimativo, redatto sulla base del prezzario regionale vigente, al lordo delle spese tecniche e dell’I.V.A., se non recuperabile e
  • l’importo ottenuto moltiplicando il costo convenzionale di 480 euro/mq per la superficie complessiva dell’unità immobiliare in metri quadrati. La superficie complessiva delle unità immobiliari a destinazione abitativa e non abitativa è determinata secondo quanto previsto per gli interventi di recupero primario e di manutenzione straordinaria dall’art. 10, comma 2, del regolamento regionale 9 febbraio 2005, n. 2. I garage, i magazzini o assimilati costituiscono autonome unità immobiliari a destinazione non abitativa quando appartengono a soggetti che non siano proprietari di altre unità immobiliari nello stesso edificio.

Il contributo non può eccedere la somma:

  1. di euro 60.000 per le unità immobiliari adibite, al momento dell’evento simico, ad abitazione, ufficio-studio professionale, negozio, ristorante, attività turistico ricettiva;
  2. di euro 36.000 per le unità immobiliari adibite ad altri usi.

Sono ammissibili ai benefici gli interventi di riparazione dei danni e di rafforzamento locale, nonchè le opere di finitura strettamente connesse ai predetti interventi.

Le spese tecniche sono computate nel costo dell’intervento sino ad un massimo del 10% dell’importo dei lavori ammessi a contributo.

Entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione dell'ordinanza, quindi entro il 25 settembre 2010, i soggetti legittimati devono inoltrare, a pena di decadenza, apposita domanda diretta al Sindaco del Comune nel quale è ubicato l’edificio danneggiato.

La domanda è redatta, in carta semplice, secondo lo schema riportato nell’allegato B all'ordinanza (vedi links).

Per gli edifici costituiti da unità immobiliari di più proprietari la domanda è presentata per i proprietari delle singole unità immobiliari dall’amministratore del condominio, ove esistente, ovvero da altro soggetto all’uopo delegato in forma libera dagli stessi proprietari.

I lavori devono avere inizio entro 60 giorni dalla comunicazione della concessione contributiva ai soggetti beneficiari e essere ultimati entro 12 mesi dalla medesima comunicazione, a pena di decadenza dal contributo.

________________

Con Ordinanza del Commissario delegato per la Protezione civile n. 218 del 24 settembre 2010 sono stati prorogati al 7 ottobre 2010 i termini per la presentazione delle domande di aiuto a valere sul presente bando.

Con Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 164 del 23 giugno 2011, pubblicata sul BUR n. 66 del 04 agosto 2011, sono state rese note la proroga al 31 dicembre 2011 del contributo per l'autonoma sistemazione e le nuove modalità per l’erogazione dei contributi.

I contributi sono concessi dal Comune nel rispetto delle seguenti fasce di priorità:

  1. edifici nei quali siano presenti unità immobiliari adibite alla data dell’evento sismico ad abitazione principale dei proprietari e che, per effetto dell’evento sismico, risultino sgomberate con ordinanza sindacale;
  2. edifici nei quali siano presenti unità immobiliari adibite alla data dell’evento sismico ad abitazione principale di affittuari, usufruttuari, comodatari o titolari di diritti reali di godimento che, per effetto dell’evento sismico, risultino sgomberate con ordinanza sindacale;
  3. edifici nei quali siano presenti unità immobiliari adibite alla data dell’evento sismico ad attività produttive extragricole in esercizio, che per effetto dell’evento sismico risultino sgomberate con ordinanza sindacale;
  4. edifici composti da più unità immobiliari di cui almeno una destinata ad uso agricolo sgomberata e finanziata ai sensi del bando approvato con D.D. n. 1867 del 9 marzo 2010 e successive modificazioni ed integrazioni. In tal caso il contributo è concesso alle restanti unità immobiliari a condizione che l’intervento sia conforme alle direttive tecniche di cui all’allegato A alla presente ordinanza.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

_____________________________

Con Ordinanza del Commissario delegato per la Protezione civile n. 218 del 24 settembre 2010, pubblicata sul BUR n. 45 del 24 settembre 2010, sono stati prorogati i termini per la presentazione delle domande di aiuto a valere sul presente bando.

Sul BUR n. 35 del 10 agosto 2011 sono state pubblicate:

  • l'Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 164 del 23 giugno 2011, con cui sono state rese note: la proroga al 31 dicembre 2011 del contributo per l'autonoma sistemazione e le nuove modalità per l’erogazione dei contributi;
  • l'Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 170 del 23 giugno 2011, con cui si rendono noti i Ricorsi avverso la graduatoria degli interventi ammessi a finanziamento - Modalità di erogazione dei contributi - Determinazioni.

Con Determinazione dirigenziale n. 22 del 27 gennaio 2012, pubblicata sul Bur n. 9 del 29 febbraio 2012, è stata rettificata la graduatoria degli interventi ammessi a finanziamento.

Pubblicato
05 Sep 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Costruzioni, Sociale
Finalita'
Sicurezza, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Umbria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Sisma umbria, Umbria
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi