×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
17 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale, Trasporti
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Emilia-Romagna, Modena

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Modena, Sociale emilia-romagna, Emilia-romagna
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2437
  • Schede Agevolazioni : 35321
  • Utenti Network : 77983
  • Articoli : 21541
Left Column
Clients

Modena: contributi per la mobilita' dei disabili da e per il luogo di lavoro

Data chiusura
02 Nov 2010
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 70 000
Soggetto gestore
Provincia di Modena

Descrizione

Bando finalizzato all'erogazione di contributi ai lavoratori con disabilità al fine di favorire gli spostamenti dal luogo di residenza/domicilio al luogo di lavoro e viceversa.

Possono presentare domanda le persone con disabilità iscritte nelle liste provinciali di cui all’art. 8 della L. 12 marzo 1999 n. 68, tenute dalla Provincia di Modena, inserite al lavoro mediante gli strumenti del collocamento mirato con contratti di lavoro a tempo indeterminato o determinato, che necessitano di un servizio di trasporto personalizzato.

 

In via sperimentale possono, altresì, presentare domanda le persone inserite al lavoro mediante tirocini finalizzati all’assunzione e previsti nell’ambito di una convenzione di cui all’art.11 L.68/99, che necessitano di un servizio di trasporto personalizzato.

Sono assimilati ai lavoratori dipendenti i soci lavoratori nell’ambito di cooperative, a parità di caratteristiche della prestazione.

Per una migliore comprensione di cosa si intende per "necessità di un servizio di trasporto personalizzato per gli spostamenti dal luogo di residenza/domicilio al luogo di lavoro e viceversa", si riporta un elenco non tassativo di condizioni:

  • mancanza di auto propria o di patente unitamente all’inesistenza di linee della rete di trasporto pubblico per la copertura del percorso casa/lavoro o all’incompatibilità degli orari di lavoro con gli orari dei trasporti pubblici;
  • delocalizzazione della produzione successiva agli inserimenti effettuati (spostamento della sede lavorativa successivo all’inserimento effettuato);
  • presenza di certificazione di “gravità” ex L.104/92;
  • presenza di diagnosi psichiatrica e/o intellettiva.

Sono ammesse le seguenti tipologie di spese:

  1. spese di accompagnamento e trasporto casa-lavoro e viceversa;
  2. spese di adeguamento del proprio mezzo di trasporto;
  3. spese per il conseguimento della patente per ciclomotore, B e B speciale.

Per ciascuna domanda di contributo ammessa è previsto il rimborso forfetario dei costi sostenuti per l’utilizzo del mezzo di trasporto individuato come maggiormente idoneo per gli spostamenti dal luogo di residenza/domicilio al luogo di lavoro e viceversa.

L’importo del contributo sarà differenziato sulla base del tipo di trasporto personalizzato adottato e più precisamente:

  • nel caso di utilizzo di un mezzo di trasporto soggetto a tariffazione (ad es. taxi, servizi di trasporto collettivo gestiti da Comuni, Associazioni, Cooperative sociali ecc.), il contributo massimo previsto è pari ad euro 2.000 e non potrà comunque essere superiore alle spese effettivamente sostenute ed opportunamente documentate;
  • nel caso di utilizzo di un mezzo di trasporto privato (diverso dal proprio) non soggetto al pagamento di una tariffa, il contributo forfetario massimo previsto è pari ad euro 1.000;
  • nel caso di adeguamento del mezzo di trasporto proprio alle condizioni di invalidità del lavoratore/trice, il contributo massimo previsto è pari ad euro 2.000 e non potrà comunque essere superiore alle spese effettivamente sostenute ed opportunamente documentate;
  • nel caso di iscrizione a scuola guida per il conseguimento della patente, il contributo massimo previsto è così differenziato:
    - euro 250 per la patente del ciclomotore;
    - euro 1.400 per le altre tipologie di patente
    e non potrà comunque essere superiore alle spese effettivamente sostenute ed opportunamente documentate.

Le domande di contributo dovranno pervenire entro il 2 novembre 2010 al seguente indirizzo:

Provincia di Modena
Servizio Politiche del Lavoro
Via delle Costellazioni, 180 41126 Modena

Le domande potranno pervenire:

  • a mano al Servizio Politiche del Lavoro presso la sede sopra citata;
  • a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno; non farà fede la data del timbro postale;
  • tramite fax al n.059/209070 (unitamente a copia fotostatica di un documento d’identità).

Sulla busta dovrà essere riportata la seguente dicitura: "Richiesta contributi Fondo regionale disabili – mobilità – Scadenza 2/11/2010".

L’approvazione del contributo avverrà entro 60 giorni dal ricevimento della domanda.

Per maggiori informazione consultare i Links.

Pubblicato
17 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale, Trasporti
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Emilia-Romagna, Modena

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Modena, Sociale emilia-romagna, Emilia-romagna
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi