×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
24 May 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi
Finalita'
Innovazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Europe, Hungary, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Ungheria, Ricerca, Cooperazione, Ricerca scientifica, Ricerca tecnologica, Miur
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1383
  • Schede Agevolazioni : 31965
  • Utenti Network : 70226
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

Bando per progetti congiunti di ricerca scientifica e tecnologica Italia - Ungheria 2011-2013

Data chiusura
07 Jun 2010
Agevolazione
Nazionale
Soggetto gestore
MIUR

Descrizione

Bando per la raccolta di proposte di progetti congiunti di ricerca scientifica e tecnologica e di segnalazioni preliminari di progetti di particolare rilevanza per il Programma di Collaborazione Scientifica e Tecnologica tra Italia e Ungheria per il periodo 2011-2013.

Si richiede la presentazione di progetti di ricerca congiunti fra ricercatori dei due Paesi al fine di incoraggiare l’attività di ricerca scientifica e tecnologica fra Italia e Argentina.

 

I progetti proposti dovranno essere triennali.

Potranno essere presentati i progetti esclusivamente nei seguenti settori di ricerca:

  • Basic Sciences (BS)
  • Energy and Environment (EE)
  • Life Sciences (LS)
  • Nano Sciences and Advanced Materials (NSAM)
  • Information and Communication Technology (ITC)
  • Technologies for Cultural Heritage (TCH)

Il progetto deve essere sottoscritto dai coordinatori italiani ed ungheresi presso i rispettivi Ministeri incaricati di implementare il Programma Esecutivo per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica (COST).

Saranno coperti solo i costi degli scambi di ricercatori. Per ogni progetto saranno finanziati, compatibilmente con le risorse finanziari annuali disponibili dalle Parti, una visita breve (fino a 10 giorni) o una visita di lunga durata (30 giorni) all’anno per un ricercatore italiano e una visita di breve durata (fino a 10 giorni) o una visita di lunga durata (30 giorni) all’anno per un ricercatore argentino.

La parte italiana sosterrà le spese di viaggio in Argentina dei ricercatori italiani (o di nazionalità di un Paese dell’Unione Europea, residenti in Italia) dalla città di partenza a quella di destinazione, e darà un contributo alle spese di soggiorno in Italia dei ricercatori argentini (1300.00 Euro per le visite di 30 giorni e 93.00 Euro al giorno per le visite brevi).

La parte argentina sosterrà le spese di viaggio in Italia dei ricercatori argentini, e darà un contributo alle spese di soggiorno in Argentina dei ricercatori italiani.

SEGNALAZIONE PRELIMINARE DI PROGETTI DI PARTICOLARE RILEVANZA (“Progetti di Grande Rilevanza” ai sensi della L. 401/90)

Il contributo del Ministero degli Affari Esteri deve essere inteso come un co-finanziamento al progetto; pertanto è inteso che un rilevante finanziamento al progetto provenga dall’Istituzione italiana responsabile e/o da altre Istituzioni pubbliche/private.

Le voci di spesa devono corrispondere alle attività previste. Le spese di viaggio sono ammissibili soltanto tra l’Italia e l'Ungheria o all’interno dell’Italia o dell'Ungheria. Le spese per la partecipazione a convegni (strettamente inerenti al progetto) sono ammissibili soltanto se questi si svolgono in Italia o in Ungheria.

Le spese per il personale strutturato (max. 10%) devono essere indicate con il nominativo del beneficiario, il suo ruolo nel gruppo di ricerca e il costo mensile. Tutti i compensi si devono intendere comprensivi di eventuali oneri fiscali, previdenziali, assicurativi, contributivi, nonché di ogni altro onere accessorio. L’Ente si farà carico del loro assolvimento. Saranno ammesse alla rendicontazione le spese supportate in stretta e univoca relazione alla realizzazione del progetto presentato, supportate da idonea documentazione contabile.

Le domande devono essere presentate netro il 7 giugno 2010.

Il coordinatore italiano dovrà inviare una copia del progetto al seguente indirizzo:

Ministero degli Affari Esteri
D.G.P.C.C – Ufficio V
Piazzale della Farnesina,
00135 Roma

Una seconda copia dovrà essere inviata al seguente inirizzo:

Ambasciata d’Italia in Budapest
Stefania Ut. 95
1143 Budapest

Il coordinatore italiano del progetto dovrà anche inviare una copia della proposta, in formato elettronico, (in MS Word) all’indirizzo DGPC5-ST2@esteri.it.

SEGNALAZIONE PRELIMINARE DI PROGETTI DI PARTICOLARE RILEVANZA (“Progetti di Grande Rilevanza” ai sensi della L. 401/90)

Le procedure per l’assegnazione del suddetto cofinanziamento comprendono due fasi:

  • PRIMA FASE

Il coordinatore italiano dovrà inviare il progetto entro il 7 giugno 2010:
- per via postale (fa fede il timbro postale di invio), all’indirizzo: Ministero degli Affari Esteri, DGPC, Ufficio V, Piazzale della Farnesina 1, 00135 Roma, riportando sulla busta la dicitura “Programma Italia-Ungheria”,
- in copia elettronica, utilizzando esclusivamente il formato word, al Ministero per gli Affari Esteri all’indirizzo DGPC5-ST2@esteri.it.

Il progetto dovrà essere redatto in italiano.

Ogni ricercatore può presentare un solo progetto.

  • SECONDA FASE

I progetti inseriti nel Programma Esecutivo potranno partecipare all’apposito bando annuale per la richiesta di cofinanziamento, pubblicato annualmente dall’Ufficio V, Direzione Generale per la Promozione e la Collaborazione Culturale nel sito web del Ministero degli Affari Esteri; il bando è solitamente pubblicato nell’ultimo trimestre dell’anno per il finanziamento relativo all’anno seguente.

Le istruzioni generali per accedere a tali finanziamenti saranno presenti, una volta pubblicato il bando menzionato, sul sito web del Ministero degli Affari Esteri al link:

“http://www.esteri.it/MAE/IT/Politica_Estera/Cultura/CooperScientificaTecnologica/ProgrammiEsecutivi/ElencoProgrammiEsecutivi.htm”

Ogni ricercatore può inviare un solo progetto; l’invio di una proposta per un progetto di “Scambio di Ricercatori” esclude la possibilità per il coordinatore del progetto di richiedere il finanziamento per un progetto concernente la “Grande Rilevanza”.

I progetti saranno prima valutati a livello nazionale e successivamente sarà effettuata una valutazione congiunta tra i due Paesi per la selezione dei progetti ammessi al finanziamento/che verranno inseriti nel Programma Esecutivo.

I criteri di valutazione dei progetti sono i seguenti:

  • qualifica ed esperienza dei gruppi di ricerca
  • livello di originalità ed innovazione
  • documentazione, metodologia, strategia e strutture
  • scopo della collaborazione bilaterale
  • potenzialità di creare ricerca e sviluppo per i due Paesi
  • sfruttamento e diffusione dei risultati.

Ai fini della valutazione, sarà considerata positivamente l’eventuale partecipazione al progetto di ricercatori di imprese e industrie, o la presenza di contributi finanziari di altri soggetti (ad es. istituti di ricerca e organizzazioni pubbliche e private), e l’eventuale coinvolgimento in programmi di ricerca multilaterali ed europei, in particolare il VII Programma Quadro della Unione Europea.

Gli esiti dell'istruttoria saranno pubblicati sul segurnte sito web:

http://www.esteri.it/MAE/IT/Politica_Estera/Cultura/CooperScientificaTecnologica/ProgrammiEsecutivi/ElencoProgrammiEsecutivi.htm

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
24 May 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi
Finalita'
Innovazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Europe, Hungary, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Ungheria, Ricerca, Cooperazione, Ricerca scientifica, Ricerca tecnologica, Miur
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi