×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
23 Nov 2020

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Femminicidio, Crimini domestici, Violenza contro le donne
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1319
  • Schede Agevolazioni : 32108
  • Utenti Network : 70637
  • Articoli : 20605
Left Column
Clients

Lombardia: contributi agli orfani di femminicidio e crimini domestici - Anno 2020

Data apertura
14 Dec 2020
Data chiusura
15 Jun 2021
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 474 449
Soggetto gestore
Regione Lombardia

Descrizione

Il bando intende sostenere gli orfani di femminicidio e gli orfani di crimini domestici di età non superiore a ventisei anni attraverso la concessione di un contributo economico una tantum.

Aggiornamento: Dgr n. XI/4905 del 21.06.2021 - Revisione requisiti di accesso e rifinanziamento

 

Per orfani di femminicidio e orfani di crimini domestici si intendono (come da definizione ai sensi della legge 4/2018 e del decreto 21 Maggio 2020, n. 71) i figli minori e maggiorenni della vittima di un omicidio commesso da:

  • il coniuge, anche legalmente separato o divorziato; 
  • l’altra parte dell’unione civile, anche se l’unione è cessata;
  • una persona che è o è stata legata da relazione affettiva e stabile convivenza con la vittima.

I soggetti destinatari della misura sperimentale sono gli orfani per femminicidio, gli orfani per crimini domestici (secondo la definizione richiamata al punto A.1 del presente avviso) di età non superiore a ventisei anni, in possesso, alla data di presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • residenza in Regione Lombardia; 
  • massimo 26 anni compiuti (26 anni e 364 giorni); 
  • figli minori e/o maggiorenni della vittima di femminicidio o crimine domestico verificatosi a partire dal 01.01.2020 che deve risultare già attestato con sentenza, anche non definitiva, ovvero sulla base di atti/provvedimenti emessi dai competenti organi giurisdizionali anche minorili o assunti anche in sede di volontaria giurisdizione, al momento della presentazione della domanda.

Può presentare domanda di contributo: 

  • il beneficiario, se maggiorenne;
  • il tutore/affidatario del minore, individuato da un decreto di affido - anche temporaneo - sulla base di un provvedimento del Giudice Tutelare o del Tribunale per i minorenni, a patto che risulti un legame famigliare con il minore stesso (art. 4 comma 5 quinques della legge 4 maggio 1983, n. 184 come modificato dall’art. 10 della legge 4/2018, che prevede la necessità da parte dei Tribunali competenti di affidare il minore vittima di femminicidio o crimine domestico ad un parente fino al terzo grado privilegiando la continuità delle relazioni affettive);
  • il genitore del minore in qualità di esercente della responsabilità genitoriale esclusivamente nel caso in cui non sia autore, indagato o imputato, del reato. Ogni soggetto maggiorenne può presentare al massimo una domanda di partecipazione.

Budget: elevato da € 262.225 a € 474.449 con Dgr n. XI/4905 del 21.06.2021

Il contributo concesso è pari a € 5.000 una tantum.

In caso di più minori in possesso dei requisiti per l’accesso al beneficio il tutore/affidatario o il genitore potranno presentare più di una domanda. In tal caso l’importo del contributo sarà pari a 5.000 euro per ogni domanda presentata e ammessa e finanziata.

La domanda deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online a partire dalle ore 12:00 del 14 dicembre 2020 entro le ore 12:00 del 15 giugno 2021.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
23 Nov 2020

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Femminicidio, Crimini domestici, Violenza contro le donne
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi