×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
02 Sep 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Puglia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Occupazione puglia, Puglia
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1335
  • Schede Agevolazioni : 32139
  • Utenti Network : 70861
  • Articoli : 1144
Left Column
Clients

Puglia: Bando Welfare to Work - Autoimpiego

Data chiusura
15 Oct 2010
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 3 195 000
Soggetto gestore
Regione Puglia

Descrizione

Avviso Pubblico per la presentazione di richieste di accesso agli incentivi per l’autoimpiego di lavoratori svantaggiati destinatari degli interventi previsti dall’Azione di Sistema.

Con determinazione dirigenziale del 24 agosto 2010, n. 504, pubblicata sul BUR n. 141 del 2 settembre 2010, è stata approvata l'integrazione della graduatoria delle domande ammesse al 28 febbraio 2010 per la Provincia di Lecce.

 

Sono destinatari dell’intervento, e pertanto possono presentare domanda di partecipazione al presente Avviso Pubblico, i soggetti residenti nel territorio della Regione Puglia inseriti nella progettazione esecutiva Regionale dell’Azione di Sistema Welfare to Work innanzi indicata, appartenenti alle seguenti categorie:

  • Percettori/percettrici di AA.SS., anche in deroga, rientranti nell’Azione di Sistema Welfare to Work, sottoscrittori di “Patto di Attivazione”;

  • Over 45 privi di un posto di lavoro;

  • Collaboratori a progetto in regime monocommittenza (iscritti al centro per l’impiego e privi di contratto da almeno sei mesi o che, iscritti da almeno sei mesi alla Gestione Separata dell’Inps, abbiano prestato la loro opera presso aziende interessate da situazioni di crisi);

  • Giovani (d.lgs n.297/2002) con carriere discontinue disoccupati/e da oltre 24 mesi (si intendono lavoratori/lavoratrici che non percepiscono alcuna indennità o sussidio legato allo stato di disoccupazione e che alla data del presente Avviso pubblico abbiano instaurato uno o più rapporti di lavoro per una durata complessiva di almeno 6 mesi);

  • Disoccupati/disoccupate da oltre 24 mesi (d.lgs n.297/2002).

Tutti i soggetti interessati dovranno sottoscrivere – presso il Centro per l’Impiego di appartenenza - il Patto di Attivazione, quale condizione imprescindibile per rientrare nell’Azione di Sistema Welfare to Work.

L’intervento prevede la concessione al singolo soggetto di un contributo di € 25.000 al lordo delle ritenute di legge - per coloro che intendono inserirsi/reinserirsi nel mercato del lavoro, attraverso la realizzazione di attività di autoimpiego o creazione d’impresa.

L’incentivo previsto dal presente bando è finanziato con le risorse del bilancio vincolato trasferite alle Regioni per le azioni di politiche attive per un importo pari a € 3.195.000 ed è erogato per le due tipologie di intervento di seguito riportate:

  • in caso di creazione di attività lavorativa in forma individuale, l’incentivo è di € 25.000 al lordo delle ritenute di legge;
    oppure

  • in caso di creazione di attività lavorativa in forma societaria o di cooperativa di produzione e lavoro e dei servizi, risultante da atto notarile, l’incentivo è di € 25.000 al lordo delle ritenute di legge, pro capite per ciascuno dei soggetti appartenenti al target dei beneficiari del presente Avviso sino ad un massimo di n. 3, indipendentemente dal numero complessivo dei soci. Il limite numerico di n.3 soggetti beneficiari potrà essere superato nel caso di lavoratori percettori di AA.SS., anche in deroga.

Non è considerata attività lavorativa autonoma la mera acquisizione di quote societarie.

L’incentivo previsto sarà erogato al lordo delle ritenute di legge in due tranche annuali di € 12.500.

Per la liquidazione della prima tranche, pari al 50% delle risorse del finanziamento, il soggetto dovrà presentare all’Ufficio Politiche per l’occupazione della Regione Puglia fideiussione bancaria o polizza assicurativa a garanzia dell’importo totale concesso.

Tale fideiussione bancaria o polizza assicurativa (rilasciata da primaria compagnia iscritta al ramo cauzioni, irrevocabile, incondizionata ed escutibile a prima richiesta) dovrà essere redatta in conformità a quanto contenuto nel decreto del Ministero del Tesoro del 22 aprile 1997 (All F ).

La garanzia dovrà contenere espressamente l’impegno della banca/società garante di rimborsare, in caso di escussione da parte della Regione, il capitale maggiorato degli interessi legali, decorrenti nel periodo compreso tra la data di erogazione dell’anticipazione stessa e quella del rimborso.

La fideiussione sarà liberata a conclusione del triennio successivo alla data di liquidazione della prima tranche del contributo, previa verifica, da parte della Regione, della permanenza dell’attività oggetto di incentivo, per il periodo stabilito.

Le istanze saranno evase ed i contributi concessi fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

In caso di residua disponibilità delle risorse, il bando sarà riaperto per l’annualità 2011 con provvedimento formale che sarà pubblicizzato a cura della Regione.

Gli incentivi saranno concessi solo nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1998/2006 relativo agli aiuti di importanza minore (“de minimis”).

La presentazione dell’istanza resa ad avviare una attività in forma autonoma comporta per i fruitori di AA.SS, anche in deroga, la conseguente cancellazione dalle relative liste.

Il soggetto potrà presentare domanda di contributo a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia del presente Avviso.

I termini di consegna sono inderogabilmente fissati, pena l’esclusione, alle ore 13,00 del giorno 15.10.2010.

La consegna del plico oltre il termine previsto e sopra indicato comporta la irricevibilità dello stesso ai fini della graduatoria.

Il plico dovrà essere consegnato, pena l’esclusione, esclusivamente a mano all’UfficioPolitiche attive del Lavoro della Provincia competente per territorio presso cui si vuole avviare l’attività.

L’addetto ricevente apporrà firma e timbro sull’istanza presentata e rilascerà contestualmente ricevuta di presentazione con l’indicazione del protocollo, data, ora e minuto (in caso di mancanza di protocollo elettronico).

Non saranno accettate domande consegnate secondo differenti modalità.

Pena l’esclusione, la busta, debitamente sigillata, contenente la domanda (n. 2 copie cartacee, di cui una in originale, e n.1 copia in formato elettronico su cd rom), dovrà riportare l’indicazione del soggetto proponente e la seguente dicitura:

“Welfare to Work- Azione di sistema per le politiche di re-impiego di lavoratori Svantaggiati” - Avviso Pubblico per la presentazione di richieste di accesso agli incentivi per l’autoimpiego di lavoratori svantaggiati destinatari degli interventi previsti dall’Azione di Sistema.

Il mancato utilizzo della modulistica allegata al presente Avviso è causa di esclusione.

Le domande di adesione al presente Avviso pervenute secondo le modalità su indicate, saranno valutate da apposito “Nucleo di Valutazione” nominato dal Dirigente dell’Ufficio preposto della Provincia competente, in ordine cronologico di arrivo presso l’Amministrazione Provinciale di riferimento e secondo le forme di rito.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

_________________

Con atto del dirigente del Servizio Politiche del Lavoro n. 198 del 22 marzo 2010, pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 56 del 25 marzo 2010, si apportano delle modifiche al presente avviso pubblico.

Con determinazioni del dirigente del Servizio Politiche del Lavoro n. 320, 321 e 322 del 6 maggio 2010, pubblicate nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 86 del 13 maggio 2010, sono state approvate le graduatorie delle domande ammesse al 28-02-2010, relative alle Province di Bari, Taranto e Lecce.

Con Determinazione del Dirigente del servizio Politiche del Lavoro 27 maggio 2010 n. 360, pubblicata sul BUR n. 109 del 24 giugno 2010, è stata approvata la graduatoria delle domande ammesse al 28 febbraio 2010 per la Provincia di Brindisi.

Pubblicato
02 Sep 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Puglia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Occupazione puglia, Puglia
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi