×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
23 Oct 2009

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti
Finalita'
Ricerca, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Trentino-Alto Adige

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Trento, Ricerca trentino, Marie curie, FP7, Trentino
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1224
  • Schede Agevolazioni : 32652
  • Utenti Network : 72290
  • Articoli : 20728
Left Column
Clients

Trentino: due bandi per progetti di ricerca - FP7 2007-2013 - Azioni Marie Curie

Data chiusura
16 Dec 2009
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 1 800 000
Soggetto gestore
Provincia Autonoma di Trento - European Commission

Descrizione

La Provincia ha approvato due bandi  con il sostegno finanziario della Commissione europea nell’ambito del 7° programma quadro della ricerca 2007-2013 - programma specifico “Persone” - Azioni Marie Curie - COFUND - progetto “Trentino - The Trentino programme of research, training and mobility of post-doctoral researchers”.

Gli obiettivi sono:

 
  • sostenere il processo di trasferimento di conoscenza, offrendo l'opportunità di realizzare esperienze di ricerca a livello internazionale che abbiano una ricaduta in Trentino;

  • favorire la mobilità dei ricercatori e lo sviluppo di collaborazioni scientifiche a livello internazionale;

  • selezionare un numero ristretto di progetti di alta qualità scientifica, focalizzati sui seguenti obiettivi:
    - incentivare i ricercatori trentini a realizzare uno specifico progetto di ricerca all’interno di un  organismo di ricerca all’estero;
    - favorire l’aggiornamento e lo sviluppo di carriera dei ricercatori, tenendo presente la dimensione  internazionale, come parte fondamentale dello sviluppo delle risorse umane.

I progetti di ricerca sono selezionati all’interno delle seguenti aree tematiche:

  •  ambiente, clima e biodiversità;

  •  sviluppo locale e competitività;

  •  genomica e bio-tecnologie;

  •  ICT;

  •  nano- e microtecnologie;

  •  tecnologie per l’edilizia sostenibile, fonti rinnovabili, gestione del territorio.

I progetti di ricerca devono essere formulati da ricercatori in possesso del titolo accademico di dottore di ricerca, conseguito in Italia o all’estero, da almeno cinque anni alla data di scadenza del presente bando o di esperienza equivalente maturata presso qualificati organismi di ricerca italiani o stranieri.

I progetti di ricerca, dei quali i ricercatori si assumono la responsabilità scientifica e gestionale, devono essere presentati attraverso gli organismi di ricerca che hanno sede legale o sede operativa sul territorio provinciale (soggetto proponente) e devono prevedere la realizzazione dell’attività di ricerca presso un organismo di ricerca estero (soggetto partner).

I ricercatori devono appartenere al personale strutturato del soggetto proponente.

Le risorse finanziarie destinate al presente bando sono pari a 1.800.000 euro.

Le spese ammissibili sono: 

  • a.1) costi di personale, comprensivi degli oneri di legge a carico del soggetto proponente:
    - compenso del ricercatore proponente;
    - eventuali spese per assicurazione sanitaria;
    - costi di trasferimento, in base ai criteri fissati dalla normativa comunitaria per il programma “Persone” - Azioni Marie Curie - COFUND;

  • a.2) spese per l'esecuzione del progetto:
    - materiale di consumo;
    - spese di missione, con l’esclusione di indennità di missione o di trasferta;
    - spese per la diffusione dei risultati;
    - materiale inventariabile, limitatamente alle quote di ammortamento tecnico – economico;

  • a.3) altre spese direttamente imputabili all’attività di ricerca, ove riconosciute ammissibili dal Comitato tecnico-scientifico per la ricerca e l’innovazione della Provincia.

Tutte le spese devono essere opportunamente descritte.

Il costo annuo del progetto non può essere superiore a 60.000 euro.

Sono ammissibili a finanziamento solo le spese aggiuntive rispetto all’attività ordinaria del soggetto proponente, specificatamente riferite all'attuazione del progetto, secondo le tipologie sopraindicate e secondo il piano finanziario descritto nel progetto.

Il finanziamento deve essere utilizzato per spese sostenute nel periodo di durata del progetto di ricerca e concernenti strettamente ed esclusivamente la realizzazione del progetto stesso.

Non sono ammissibili a finanziamento le spese già coperte dalla Provincia sulla base di altre leggi provinciali o da finanziamenti comunitari a qualsiasi titolo concessi.

L’intervento finanziario della Provincia è pari al 100% del costo del progetto approvato.

La sottomissione delle proposte deve essere effettuata entro le ore 17.00 del 16 dicembre 2009 utilizzando il servizio internet al seguente indirizzo: http://www.uniricerca.provincia.tn.it/bandi_ricerca.asp

Il servizio sarà attivo a partire dal primo giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione autonoma Trentino-Alto Adige dell’estratto del presente bando.

La sottomissione delle proposte prevede una fase propedeutica di registrazione, attiva al medesimo indirizzo, del soggetto proponente e del ricercatore. Le modalità di registrazione e di sottomissione delle proposte progettuali saranno consultabili nella sezione "Guida alla compilazione".

Il servizio internet consentirà la stampa della domanda e del progetto, che dovranno essere consegnati in orario d’ufficio(dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.45 e dalle 14.30 alle 15.45 ed il venerdi dalle 9.00 alle 12.45), o inviati a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, corredati degli allegati richiesti e in due copie firmate in originale (su una delle due copie va apposta la marca da bollo), entro sette giorni dalla data di chiusura del bando, al seguente indirizzo:

Servizio Università e ricerca scientifica

Provincia autonoma di Trento

via Romagnosi, 9 - 38122 Trento. 

Le proposte progettuali devono essere formulate in maniera tale da consentire la valutazione dei seguenti elementi:

  •  obiettivi e oggetto della ricerca;

  •  modalità di attuazione del progetto;

  •  piano finanziario e descrizione delle spese;

  •  attrezzature e altre "facilities" disponibili presso il soggetto partner a supporto della realizzazione del progetto.

In caso di finanziamento, il riassunto del progetto potrà essere utilizzato dalla Provincia per la pubblicazione.

I progetti, che possono avere una durata da sei a dodici mesi, devono essere formulati in maniera tale da consentire l’avvio dell’attività di ricerca non oltre novanta giorni dalla data di notifica al soggetto proponente della determinazione del dirigente del servizio Università e ricerca scientifica di finanziamento del progetto.

La domanda, che deve essere sottoscritta dal ricercatore e dal legale rappresentante del soggetto proponente, o suo delegato, include:

  •  i dati del ricercatore;

  •  l’impegno del ricercatore a condurre la ricerca, qualora finanziata, nel rispetto sia delle disposizioni

  • contenute nel bando sia delle procedure interne del soggetto proponente;

  •  i dati del soggetto proponente;

  •  il formale impegno del soggetto proponente a sostenere la realizzazione del progetto di ricerca;

  •  le motivazioni della scelta operata di proporre la candidatura del ricercatore;

  •  la dichiarazione del soggetto partner di disponibilità ad ospitare il ricercatore, garantendo l’accesso alle  infrastrutture ed ai servizi necessari per la realizzazione del progetto;

  •  le prospettive di sviluppo della carriera del ricercatore.

Alla domanda è allegato il progetto, redatto secondo le modalità indicate all’articolo 4.

Ciascun ricercatore può proporre un solo progetto di ricerca, pena l'inammissibilità delle domande.

La valutazione è effettuata sulla base dei seguenti criteri, indicati in ordine di priorità:

  • a) progetto di ricerca: originalità e fattibilità della ricerca, potenziale strategico anche in termini di  incremento di nuova esperienza e/o sviluppo di carriera; organizzazione del progetto, chiarezza delle scadenze e adeguatezza dei metodi prescelti;

  • b) ricercatore proponente: livello del background scientifico e professionale, qualità delle pubblicazioni,  capacità di svolgere ricerca indipendente, potenzialità di leadership e di gestione di progetti, estensione e qualità di collaborazioni scientifiche;

  • c) coerenza con le finalità del bando: motivazioni del soggetto proponente, qualificazione del soggetto partner, piano di sviluppo della carriera del ricercatore.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
23 Oct 2009

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti
Finalita'
Ricerca, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Trentino-Alto Adige

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Trento, Ricerca trentino, Marie curie, FP7, Trentino
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi