×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
30 Nov 2009

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Trasporti
Finalita'
Innovazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Asia, Europe, China, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Cina, Ricercatori, Mobilità internazionale, Ricerca scientifica, Miur
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1383
  • Schede Agevolazioni : 31965
  • Utenti Network : 70226
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

MIUR: programma di collaborazione scientifica e tecnologica tra Italia e Cina 2010-2012

Data chiusura
30 Sep 2009
Agevolazione
Nazionale
Soggetto gestore
Ministero della Ricerca Scientifica e Tecnologica

Descrizione

Bando per la raccolta di progetti di mobilità e per la segnalazione preliminare di iniziative di grande rilevanza, che rientra nel Programma di Collaborazione Scientifica e Tecnologica tra ITALIA e CINA (2010 – 2012).

Si richiede la presentazione di progetti di ricerca congiunti fra ricercatori dei due Paesi per incentivare l’attività di ricerca scientifica e tecnologica tra Italia e Cina.

 

Ogni ricercatore può presentare un solo progetto.

Il finanziamento avviene a favore della mobilità dei ricercatori con cittadinanza dei due Paesi firmatari (per la parte italiana, anche di Paesi appartenenti all’Unione Europea).

Potranno essere presentati progetti nei seguenti settori di ricerca:

  • Energia e Ambiente
  • Attività aerospaziali e Fisica
  • Medicina e Medicina Tradizionale Cinese
  • Agricoltura e Sicurezza Alimentare
  • Prevenzione dei Rischi Naturali
  • Tecnologie per la Conservazione del Patrimonio Culturale
Il progetto redatto in lingua inglese, sottoscritto dal responsabile italiano, dovrà indicare:
  1. il titolo del progetto, il settore di ricerca (indicare un solo settore), tre parole chiave, nomi e dati (qualifica, istituzione di appartenenza, indirizzo, telefono, fax, posta elettronica) dei responsabili italiano e cinese;
  2. la composizione e la descrizione dell’unità di ricerca;
  3. il curriculum vitae (breve), con allegato l’elenco delle 5 pubblicazioni principali collegate al progetto, del responsabile italiano e cinese;
  4. una breve descrizione della struttura italiana e cinese di appartenenza;
  5. la descrizione e gli obiettivi del progetto;
  6. i risultati attesi, le risorse finanziarie disponibili (nel caso di progetto già avviato si dovrà indicare lo stato del progetto e i risultati già ottenuti).

Saranno coperti solo i costi degli scambi di ricercatori con cittadinanza dei due Paesi firmatari (per la parte italiana, anche di Paesi appartenenti all’Unione Europea).

Potrà essere effettuato annualmente, per Parte, un soggiorno di breve durata (fino a 10 giorni) o uno di lunga durata (30 giorni).

Le spese di viaggio per la tratta internazionale dall’aeroporto più vicino all’istituzione di appartenenza all’aeroporto più vicino all’istituzione presso cui si svolge la ricerca saranno a carico della Parte inviante, mentre la Parte ricevente darà un contributo alle spese di soggiorno.

La Parte ricevente italiana (Ministero degli Affari Esteri) contribuirà alle spese di soggiorno dei ricercatori cinesi con la somma di Euro 93,00 al giorno, onnicomprensiva, per i soggiorni di breve durata, e con la somma mensile di Euro 1300,00 onnicomprensiva, per i soggiorni di lunga durata.

Il progetto può avere una durata massima di un triennio (2010-2012).

I progetti andranno inviati entro e non oltre il 30 settembre 2009: per il termine ultimo di scadenza farà fede la data del timbro postale.

I progetti dovranno essere inviati dai responsabili italiano e cinese ai rispettivi Ministeri responsabili per l’attuazione del Programma Esecutivo di Collaborazione Scientifica e Tecnologica.

Il responsabile italiano del progetto dovrà inviarlo per via postale, in duplice copia, riportando sulla busta la dicitura “Programma Italia - Cina”, all’indirizzo:
Ministero degli Affari Esteri,
DGPCC - Ufficio V
Piazzale della Farnesina, 1
00194 Roma

Una copia dovrà essere inviata anche a:
Dott. Giuseppe Rao
Ambasciata d’Italia a Pechino
2, San Li Tun Dong Er Jie
100600 Beijing
CHINA

È inoltre richiesto l’invio di una copia del progetto (in formato word, pdf oppure in formato testo) per posta elettronica all’indirizzo laura.napolitano@esteri.it.

SEGNALAZIONE PRELIMINARE DI PROGETTI DI PARTICOLARE RILEVANZA
(ai sensi della Legge 401/90)
Si informa che nel periodo di validità del Programma Esecutivo, da parte italiana sarà anche possibile procedere, nei limiti dei fondi disponibili, al cofinanziamento tramite contributo di progetti bilaterali di particolare rilevanza, a condizione che siano inseriti nel Programma Esecutivo.

Pubblicato
30 Nov 2009

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Centro educativo, Centro di recerca, Università, Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Trasporti
Finalita'
Innovazione, Ricerca
Ubicazione Investimento
Asia, Europe, China, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Cina, Ricercatori, Mobilità internazionale, Ricerca scientifica, Miur
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi