×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
22 Sep 2017

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Toscana

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Famiglie, Buoni scuola
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1137
  • Schede Agevolazioni : 33194
  • Utenti Network : 74104
  • Articoli : 2498
Left Column
Clients

Toscana: frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli enti locali (3-6 anni) - buoni scuola 2017-2018

Data chiusura
04 Nov 2017
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 858 160
Soggetto gestore
Regione Toscana

Descrizione

Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli enti locali (3-6 anni) – buoni scuola - a.s. 2017/2018.

Con Decreto dirigenziale n. 1024 del 22 gennaio 2018, pubblicato sul Bur n. 6 del 7 febbraio 2018, sono state apportate modifiche al DD 18632/2017.

 

L'avviso è finalizzato a promuovere e sostenere la frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie, private e degli enti locali (3-6 anni), attraverso Progetti finalizzati all’assegnazione di buoni scuola, da utilizzarsi per l’a.s. 2017/2018 (settembre 2017-giugno 2018) a parziale o totale copertura delle spese sostenute per la frequenza:

  • Misura 1: di scuole dell’infanzia paritarie comunali (3-6 anni);
  • Misura 2: di scuole dell’infanzia paritarie private (3-6 anni) convenzionate con le amministrazioni comunali, singolarmente o in forma associata.

Beneficiari del contributo:

  • cittadini italiani e dell’Unione europea;
  • familiari di cittadini dell’Unione europea in possesso della carta di soggiorno di cui all’art. 10 del d.lgs. 30/2007;
  • titolari dello status di rifugiati ai sensi dell’art. 11 del d.lgs. 251/2007;
  • titolari dello status di protezione sussidiaria ai sensi dell’art. 17 del d.lgs. 251/2007;
  • stranieri in possesso dei requisiti previsti dall’art. 41 del d.lgs. 286/1998.

Le risorse disponibili ammontano a 858.160 euro.

I soggetti ammessi alla presentazione dei progetti sono i Comuni toscani.

Il sostegno si realizza attraverso l’assegnazione di buoni scuola a soggetti residenti in Toscana che abbiano un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore a 30.000 euro in corso di validità (con il nuovo modello di calcolo di cui al D.P.C.M. 159/2013).

Il contributo economico è finalizzato alla riduzione delle rette mensili per la frequenza, da parte dei propri figli, di una scuola dell’infanzia paritaria con sede in un Comune della Toscana.

Tutta la documentazione deve essere trasmessa, a pena di esclusione, entro il 4 novembre 2017, esclusivamente via PEC all’indirizzo [email protected], con lettera di accompagnamento indirizzata alla Regione Toscana, Settore Educazione e Istruzione – Piazza dell’Unità Italiana 1 - 50123.

L’oggetto della PEC deve riportare la seguente dicitura: PROGETTO BUONI SCUOLA 3-6 A.S. 2017/2018.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

________

Con Decreto dirigenziale n. 13635 del 20 settembre 2017, pubblicato sul Bur n. 40 del 4 ottobre 2017, è stato sostituito il testo del bando in oggetto. 

Con Decreto dirigenziale n. 18632 del 5 dicembre 2017 è stata approvata l'assegnazione delle risorse

Pubblicato
22 Sep 2017

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Toscana

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Famiglie, Buoni scuola
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi