×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
07 Sep 2017

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Valle D'Aosta

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Inclusione
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1383
  • Schede Agevolazioni : 31965
  • Utenti Network : 70226
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

Valle d'Aosta: bando per l'inclusione attiva e il sostegno al reddito

Data apertura
15 Sep 2017
Data chiusura
31 Aug 2018
Agevolazione
Regionale
Soggetto gestore
Regione Valle d'Aosta

Descrizione

Avviso pubblico per l'inclusione attiva e il sostegno al reddito, a favore di nuclei familiari (anche se composti di una sola persona) maggiormente esposti al rischio di marginalità nella società e nel mercato del lavoro.

L'avviso prevede l'attivazione di un intervento monetario di sostegno al reddito subordinato alla sottoscrizione di un patto di inclusione da parte del beneficiario e dei componenti del nucleo familiare, cui sono rivolte specifiche azioni di inclusione attiva finalizzate a superare le condizioni di difficoltà caratterizzanti il nucleo.

 

La misura può essere concessa per massimo cinque mesi, eventualmente prorogabili di ulteriori tre mesi, dopo una sospensione di almeno un mese, nel caso in cui il patto di inclusione, avviato con esito positivo, necessiti di un ulteriore periodo di tempo per la sua completa realizzazione.

Può accedere il soggetto che, alla data di presentazione della domanda, è in possesso dei seguenti requisiti:

  • a) avere compiuto il trentesimo anno di età;
  • b) essere cittadini italiani o cittadini di Stati appartenenti all'Unione europea regolarmente soggiornanti in Italia, ai sensi del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 (Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri) o cittadini extracomunitari titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ai sensi del decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3 (Attuazione della direttiva 2003/109/CE relativa allo status di cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo);
  • c) essere residenti nel territorio regionale ininterrottamente da almeno ventiquattro mesi. In caso di rimpatrio, il periodo di iscrizione all’Anagrafe degli italiani residente all’estero (AIRE) non rileva ai fini del computo del requisito di cui alla presente lettera;
  • d) avere rilasciato la dichiarazione di immediata disponibilità (DID) allo svolgimento dell’attività lavorativa e aver sottoscritto il patto di servizio con uno dei Centri per l’Impiego presente sul territorio regionale, oppure, in alternativa, avere una partita IVA attiva;
  • e) aver prestato attività lavorativa subordinata, parasubordinata, autonoma o accessoria o aver avuto una partita IVA attiva per un periodo minimo di trecentosessantacinque giorni anche non continuativi, nei cinque anni antecedenti la data di presentazione della domanda;
  • f) essere in possesso di un ISEE ordinario o corrente, in corso di validità, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione dei campi di applicazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE)), non superiore a 6.000,00 euro;
  • g) non aver maturato i requisiti per il trattamento pensionistico;
  • h) non essere titolari, così come previsto dall’articolo 2 comma 4 della l.r. 18/2015, di trattamenti di natura previdenziale di sostegno al reddito, (quali ad esempio, i trattamenti di cassa integrazione ordinaria, straordinaria e in deroga, di indennità di mobilità, di indennità di disoccupazione (NASpI/DIS-COLL), di assegno di disoccupazione (ASDI), di assegno di ricollocazione, degli assegni previsti dai fondi di solidarietà di cui al D.Lgs 148/2015); non risultare beneficiari di trattamenti di natura assistenziale erogati dallo Stato o dalla Regione ad esclusione dei contributi per il canone di locazione di cui alla legge regionale 3/2013 e dei contributi per le spese del riscaldamento domestico di cui alla legge regionale 43/2009. Ai fini dell’applicazione dell’art. 2 comma 4 della l.r. 18/2015 non costituiscono trattamenti assistenziali le eventuali esenzioni o agevolazioni per il pagamento di tributi, le riduzioni nella compartecipazione al costo dei servizi nonché le erogazioni di buoni servizio o voucher che svolgono la funzione di sostituzione di servizi. Non rientrano altresì nel computo dei trattamenti le erogazioni relative ad assegni, premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale ovvero altre analoghe misure di sostegno.

Si tratta di un intervento monetario di importo variabile da euro 450 ad euro 550 erogato mensilmente da Finaosta S.p.A., fino ad un massimo di 4.400 euro.

E' possibile presentare domanda dal 15/09/2017 al 31/08/2018.

La domanda deve essere presentata presso il Centro per l’impiego oppure presso lo Sportello sociale competenti per residenza.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
07 Sep 2017

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Valle D'Aosta

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Inclusione
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi