×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
25 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Cultura
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Premi laurea, Borse di studio, Formazione, Brevetti
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1383
  • Schede Agevolazioni : 31965
  • Utenti Network : 70226
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

Torino: premi per Tesi di laurea su Tutela e valorizzazione della proprietà intellettuale - Edizione 2009

Data chiusura
14 Aug 2009
Agevolazione
Nazionale
Stanziamento
€ 13 500
Soggetto gestore
CCIAA Torino

Descrizione

Nove premi da assegnare a nove tesi di laurea specialistico-magistrale sugli strumenti di tutela della Proprietà Intellettuale e sul loro ruolo nella società contemporanea.

La Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino, al fine di stimolare la ricerca e promuovere la riflessione e gli studi sulle materie nel cui ambito gli Enti camerali svolgono le loro funzioni, bandisce la sesta edizione del concorso nazionale sulla Proprietà Intellettuale dedicato alla memoria del vicepresidente Giuseppe De Maria.

 

La sesta edizione del premio è dedicata in modo esplicito e diretto all’approfondimento delle tematiche relative alla tutela e alla valorizzazione della Proprietà Intellettuale, al diritto industriale, al diritto d’autore ed alla gestione dei creative assets dell’impresa.
Il concorso è diviso in tre categorie, distinte sulla base della diversa angolazione teorica con la quale gli argomenti si intendono trattati:

  • Categoria GIURIDICA: a titolo esemplificativo, gli argomenti di riferimento da trattare sotto un profilo giuridico sono la nuova normativa concernente il diritto industriale a tutela del portafoglio immateriale d’azienda, le politiche di tutela e di protezione della proprietà intellettuale, i metodi di risoluzione delle controversie, la tutela del know-how e il brevetto, la gestione contrattuale del portafoglio, il sistema accademico e lo sfruttamento economico delle invenzioni dei ricercatori universitari, i marchi, le licenze di diritto d’autore "open" per il rilascio di software e di contenuti digitali, il design comunitario, il diritto d’autore, i marchi a denominazione d’origine e le indicazioni d’origine (o geografiche), i marchi collettivi, i marchi di certificazione, il Made in Italy, l’attività di tutela e di diffusione della cultura brevettuale degli organismi internazionali, la contraffazione etc.
  • Categoria ECONOMICA: a titolo esemplificativo, gli argomenti di riferimento da trattare sotto l’aspetto economico sono le politiche di tutela e di protezione della proprietà intellettuale, il portafoglio immateriale d’azienda, il brand, il marketing brevettuale, gli intellectual assets, il trasferimento tecnologico, l’importanza strategica dell’informazione brevettuale, la "competitive intelligence", l’analisi strategica della concorrenza, gli effetti economici della proprietà intellettuale, il licensing, il sistema accademico e lo sfruttamento economico delle invenzioni dei ricercatori universitari, il Made in Italy, modelli di business basati sull’utilizzo di licenze "open" per il rilascio di software e contenuti digitali, i marchi a denominazione d’origine e le indicazioni d’origine (o geografiche), i marchi collettivi, i marchi di certificazione, la contraffazione etc.
  • Categoria TECNICA: a titolo esemplificativo, gli argomenti di riferimento da trattare sotto l’aspetto tecnico sono l’impiego degli strumenti di tutela della proprietà intellettuale per la difesa dell’ambiente e della salute, tecniche e metodologie per lo sviluppo, la distribuzione e la ricerca su rete di software e di contenuti digitali rilasciati con licenze "open", il design industriale, i metodi e le tecnologie atti allo sfruttamento del portafoglio immateriale d’azienda etc.

Sono ammessi a partecipare al concorso i laureati di tutte le Facoltà di ogni Ateneo nazionale che abbiano conseguito il Diploma di Laurea specialistico-magistrale tra il 1 Gennaio 2008 ed il 31 luglio 2009 con una votazione di almeno 100/110, ad esclusione di quanti abbiano già partecipato ad analoghi premi banditi dal sistema camerale italiano.

All’atto dell’iscrizione, ogni concorrente dovrà segnalare a quale categoria del concorso intende partecipare con il proprio elaborato (Categoria GIURIDICA oppure ECONOMICA oppure TECNICA).

Gli elaborati saranno valutati da 3 (tre) Commissioni giudicatrici (una per ogni Categoria) appositamente costituite e composte ognuna da 2 (due) docenti universitari nelle materie oggetto del premio e presiedute dal Dirigente della Area Tutela del Mercato e della Fede Pubblica della Camera di commercio di Torino, o da un suo delegato.

La votazione complessiva in base alla quale saranno individuati gli elaborati vincitori delle singole Categorie del premio è ottenuta dalla somma del voto di laurea e del punteggio assegnato dalla specifica Commissione sulla base dei criteri determinati dalla stessa nella seduta di insediamento e prima della apertura delle buste contenenti gli elaborati.


Una copia della tesi premiata sarà trattenuta dall’Ente ed inserita in un catalogo apposito.

Per ogni Categoria del concorso è prevista l’assegnazione di 3 (tre) premi per gli elaborati più meritevoli, il cui importo è il seguente:

  • 1. premio = Euro 2.000
  • 2. premio = Euro 1.500
  • 3. premio = Euro 1.000

Ogni candidato che intenda partecipare al concorso dovrà far pervenire alla Camera di commercio di Torino la documentazione entro il 14 agosto 2009.

La premiazione dei 9 (nove) vincitori verrà effettuata nel corso dell’ultimo trimestre del 2009 e sarà tempestivamente comunicata agli interessati a mezzo postale.

Ogni candidato che intenda partecipare al concorso dovrà far pervenire alla Camera di commercio di Torino una busta sulla quale dovrà espressamente indicare: Rif. Premio tesi di laurea – Categoria (precisare per quale categoria si intende partecipare al concorso).

Detta busta dovrà contenere al suo interno tre buste sigillate e distinte, ognuna contenente a sua volta la seguente documentazione:

  • Busta A = domanda di partecipazione redatta in carta libera recante i dati anagrafici, nonché l’indicazione del titolo della tesi e della votazione conseguita nell’esame di laurea. Sulla busta il candidato dovrà espressamente indicare: Rif. Premio tesi di laurea – Categoria (precisare per quale Categoria si intende partecipare al concorso) – Domanda di partecipazione.
  • Busta B = il testo integrale della tesi in duplice copia (una copia su supporto cartaceo ed una copia su supporto informatico – floppy disk o CD-ROM o DVD). Sulla busta il candidato dovrà espressamente indicare: Rif. Premio tesi di laurea – Categoria (precisare per quale Categoria si intende partecipare al concorso) – Testo tesi.
  • Busta C = una sintesi dei contenuti della tesi e delle conclusioni cui l’estensore è pervenuto di massimo dieci cartelle (o facciate), pari a circa 18.000 caratteri, spazi inclusi. Detta sintesi non dovrà contenere il nome del candidato, ma solo il titolo dell’elaborato cui fa riferimento. Sulla busta il candidato dovrà espressamente indicare: Rif. Premio tesi di laurea – Categoria (precisare per quale Categoria si intende partecipare al concorso) – Abstract.

Nessuna delle tre buste interne dovrà riportare il nome del candidato o, comunque, altri segni che ne consentano l’identificazione.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
25 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Cultura
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Premi laurea, Borse di studio, Formazione, Brevetti
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi