×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
22 Dec 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Autonoma sistemazione
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1214
  • Schede Agevolazioni : 32669
  • Utenti Network : 72335
  • Articoli : 20734
Left Column
Clients

Lombardia: contributo per l’autonoma sistemazione – Anno 2015

Data apertura
22 Dec 2014
Data chiusura
31 Jan 2015
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 3 200 000
Soggetto gestore
Regione Lombardia

Descrizione

Criteri, procedure e termini per la richiesta del "Contributo per l’autonoma sistemazione – Anno 2015" dei nuclei familiari tutt’ora sfollati dalle proprie abitazioni in conseguenza degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.

Sono ammessi a presentare richiesta i nuclei familiari conviventi di cittadini proprietari, locatari o comodatari di una unità immobiliare adibita ad abitazione principale, abituale e continuativa alla data del sisma, che:

 
  • a) sia stata distrutta in tutto o in parte ovvero sia stata dichiarata inagibile e/o sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità a seguito degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012;
  • b) abbia presentato, entro i termini perentori del 31 dicembre 2014, apposita domanda di contributo ai fini del rispristino dell’abitazione ai sensi delle Ordinanze Commissariali nn.15 o 16 e s.m.i. oppure di avere un’istruttoria di ammissibilità in corso ovvero una Ordinanza di concessione del contributo già notificata.

Per i nuclei familiari in locazione o comodatari alla data del sisma, il contributo viene determinato dalla differenza tra il canone di locazione o di comodato pagato al momento del sisma ed il canone attualmente pagato, con occorrenza fino al contributo massimo concedibile per tipologia di nucleo famigliare. A tal fine dovranno essere prodotti ai Comuni dai richiedenti il beneficio copie dei contratti di locazione o comodato registrati e vigenti alla data del sisma e quelli attualmente in essere.

Per i nuclei familiari conviventi con il proprietario dell’unità immobiliare/edificio, il contributo è concesso fino ad un massimo di Euro 600 mensili e comunque nel limite di Euro 100 per ogni componente del nucleo familiare.

Ove si tratti di nucleo familiare composto da una sola unità, il contributo è stabilito nella misura di Euro 200 mensili.

Qualora nel nucleo familiare siano presenti persone di età superiore a 65 anni, portatori di handicap o disabili con una percentuale di invalidità non inferiore al 67% è concesso un contributo aggiuntivo di Euro 200 mensili per ognuno dei predetti soggetti. L’importo del contributo aggiuntivo non varia se un componente il nucleo familiare presenti più di uno dei predetti stati.

Per la sistemazione di durata inferiore al mese, il contributo è determinato dividendo il massimale mensile per il numero dei giorni del mese di riferimento moltiplicato per i giorni di mancata fruibilità dell’abitazione.

Per i soli nuclei familiari che al momento del sisma, si trovavano in locazione o in comodato il contributo viene determinato nella misura data dalla differenza tra il canone di locazione o di comodato pagato al momento del sisma ed il canone attualmente pagato, con occorrenza fino al contributo massimo concedibile, determinato nel medesimo modo di quello descritto per i proprietari nei capoversi precedenti.

Il contributo, fermo restando il massimale mensile:

  • è aumentato dalla data di nascita di un nuovo componente;
  • è ridotto dal giorno successivo al decesso di un componente; il contributo non ancora percepito e maturato sino a tale giorno è erogato agli eredi;
  • è ridotto dalla data di costituzione di un nuovo nucleo familiare da parte di un componente che non farà rientro nell’abitazione, salvo il ricongiungimento di quest’ultimo al nucleo familiare originario prima del rispristino dell’agibilità dell’abitazione.

I nuclei familiari interessati, che siano in possesso dei summenzionati specifici requisiti, ivi compresi quelli che già percepiscano il beneficio, devono presentare domanda di contributo a partire dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (22 dicembre 2014) ed entro il 31 gennaio 2015.

Entro 30 giorni dalla scadenza del termine perentorio del 31 gennaio 2015, i Comuni, previa verifica della corretta presentazione delle domande, procedono alla relativa istruttoria e ad effettuare un controllo a campione circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione/atto di notorietà rese nelle domande medesime.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
22 Dec 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Autonoma sistemazione
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi