×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
11 Jun 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Finalita'
Formazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Trentino-Alto Adige, Trento

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Bolzano, Trentino alto adige, Formazione, Privato, Contributi
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1381
  • Schede Agevolazioni : 31967
  • Utenti Network : 70238
  • Articoli : 20552
Left Column
Clients

Bolzano: contributi per percorsi di formazione continua a domanda individuale

Data apertura
10 Jun 2014
Data chiusura
10 Dec 2014
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 50 000
Soggetto gestore
Provincia Autonoma di Bolzano

Descrizione

Bando per l'erogazione di contributi finanziari relativi a percorsi di formazione continua a domanda individuale.

Sono ammesse persone con contratto di lavoro con enti e aziende private.

 

Le persone suddette devono, altresì, essere residenti nella Provincia autonoma di Bolzano e prestare la propria attività lavorativa presso una sede dell’impresa collocata localmente.

Sono inoltre ammesse le persone residenti nella Provincia Autonoma di Bolzano:

  • a) collocate in CIG o iscritte nelle liste di mobilità (comprovato dalla scheda anagrafico-professionale dell’Ufficio servizio lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige o da documentazione equivalente)
  • b) in stato di disoccupazione accertata (che in base alla scheda anagrafico-professionale dell’Ufficio servizio lavoro della Provincia autonoma di Bolzano–Alto Adige sono in cerca di occupazione).

Al momento della presentazione della domanda, i soggetti richiedenti devono trovarsi in una delle condizioni sopra indicate.

Sono ammissibili al contributo le attività formative in Italia ed all’estero della durata massima di 500 ore di insegnamento che di norma sono finalizzate al perfezionamento delle competenze professionali nei seguenti settori:

  • a) industria e artigianato,
  • b) servizi, commercio e amministrazione,
  • c) informatica professionale,
  • d) alberghiero,
  • e) sociale.

In caso di progetti di riqualificazione, le azioni formative devono essere attinenti a profili professionali e attività lavorative riconosciute in ambito provinciale.

Per la partecipazione alle azioni formative può essere concesso ad ogni persona in un anno solare un contributo totale massimo di € 3.000 (iva inclusa).
Affinché possa essere concesso un contributo pubblico, l’azione formativa prevista nella domanda di finanziamento deve avere un costo minimo di 400,00 Euro (iva inclusa).

Il contributo pubblico massimo ammissibile corrisponde al 70% della quota di partecipazione prevista.

Hanno priorità:

  • 1) domande di persone in stato di disoccupazione accertata
  • 2) domande di persone collocate in CIG ordinaria e straordinaria e/o iscritte nelle liste di mobilità (con comprovata documentazione)
  • 3) domande di persone con disabilità fisiche o/e mentali in situazione di svantaggio sul mercato del lavoro interessate da un programma di re/inserimento lavorativo.

Per questi soggetti la Formazione professionale italiana, con l’erogazione del contributo finanziario si riserva di riconoscere la copertura dei costi fino ad un massimo del 80% della quota di partecipazione prevista.

L’erogazione del finanziamento avviene sotto forma di contributo finanziario erogato direttamente al/alla richiedente dietro idonea certificazione di spesa dei costi sostenuti (fattura o ogni altro giustificativo legale di spesa obbligatoriamente intestati al beneficiario del contributo).

Il contributo individuale è considerato reddito e come tale è soggetto a tassazione in base all’art. 50, comma 1, lettera c del TUIR (Testo unico delle imposte sui redditi) (D.P.R. 917 del 22/12/1986).

Le domande dovranno pervenire entro il giorno 10 di ogni mese, dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino–Alto Adige (10 giugno 2014), all’Area Formazione professionale italiana che apporrà il timbro della data di ricevimento. Non fa fede il timbro postale.

Una commissione effettua un esame di merito relativo alla coerenza fra requisiti, motivi, prospettive professionali del/della richiedente e le azioni formative prescelte. A tale scopo viene valutato il curriculum del/la richiedente, contenuto nella domanda.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
11 Jun 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Finalita'
Formazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Trentino-Alto Adige, Trento

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Bolzano, Trentino alto adige, Formazione, Privato, Contributi
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi