CIPE: da Fondo Sviluppo e Coesione, 1,6 miliardi per interventi ambientali

 

Autostrada - foto di Jochen Jansen Stanziamenti in arrivo per le amministrazioni regionali e via libera a tre progetti nell'ambito del Programma delle infrastrutture strategiche (Legge n. 443/2001). Nella seduta del 30 aprile, il Comitato inteministeriale per la programmazione economica ha assegnato a sei regioni 1.686 milioni, a valere sulle risorse regionali del Fondo per lo sviluppo e la coesione, per interventi ambientali e approvato tre progetti infrastrutturali per un importo complessivo di 423,3 milioni di euro.

Nel dettaglio, a beneficiare delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione, saranno le regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Gli interventi dovranno riguardare in particolare la depurazione delle acque reflue urbane e la bonifica di discariche, finalità per cui sono stati resi disponibili già 133 milioni di euro.

Sul piano delle infrastrutture, il CIPE ha invece approvato:

  • il progetto preliminare del collegamento autostradale “Via del Mare: A4 - Jesolo e litorali”, per un importo di 200,7 milioni di euro interamente finanziati con fondi privati tramite finanza di progetto;
  • il progetto definitivo dell’hub portuale di Trieste per un costo di 132,4 milioni di euro (di cui 30 milioni euro di fondi privati, 70,4 milioni di euro dell’autorità portuale e 32 milioni di euro attivabili tramite l’assegnazione CIPE), con assegnazione definitiva del contributo quindicennale di 2,861 milioni di euro, già assegnato con la delibera CIPE n. 75/2006;
  • il progetto definitivo di un lotto funzionale della Pedemontana delle Marche. Il costo, pari a 90,2 milioni di euro, è in questo caso interamente a carico della Regione Marche, con contestuale reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio.

Nel corso della seduta, il Comitato ha poi preso atto del Rapporto finale dell’Unità di verifica degli investimenti pubblici (UVER). L'organismo, facente capo al Ministero dello sviluppo economico, ha fornito una ricognizione sullo stato di avanzamento degli interventi finanziati con le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2000-2006, con definanziamento degli interventi che dimostrano criticità non superabili, per un importo pari a 44,2 milioni di euro.

Parere favorevole, con prescrizioni, allo schema del contratto di programma 2012-2015 fra ENAC e la Società Aeroporto di Catania S.p.A. (SAC S.p.A), da cui dipendono investimenti, a carico del gestore, pari a 90,5 milioni di euro.

Links

Esito seduta CIPE 30.04.2012

Per leggere il contenuto prego
o