TEN-T Days 2011: investire nelle infrastrutture per rilanciare l'economia

 

Roads - foto di johanntiI finanziamenti comunitari stanziati per la realizzazione di infrastrutture che facilitino i trasporti transfrontalieri possono rappresentare un trampolino di lancio per la ripresa dell'economia europea? E' stato questo il fulcro delle discussioni di imprenditori e decisori politici nell'ambito dei TEN-T Days 2011, nelle giornate del 29 e 30 novembre.

L'evento è stato organizzato dalla Commissione europea nella città di Anversa, con la partecipazione del vicepresidente Siim Kallas, commissario responsabile per i Trasporti, di membri del Parlamento europeo e i coordinatori europei per la rete TEN-T, ministri del blocco dei 27 Stati membri e centinaia di soggetti interessati.

Attraverso diversi workshop dedicati a differenti aspetti specifici della TEN-T e una sessione interistituzionale, l'edizione 2011 dell'iniziativa - dal titolo "Connecting Europe: Putting Europe's economy on the move" - ha avviato il dibattito riguardo alla creazione di un nuovo framework della rete transeuropea dei trasporti e di nuovi strumenti che permettano una sua agevole realizzazione, a partire dalle proposte avanzate dalla Commissione il 19 ottobre scorso.

In particolare sono state analizzate le proposte contenute nelle nuove TEN-T Guidelines, definite dalla Commissione come le fondamenta dello sviluppo delle politiche del settore fino al 2050, e la comunicazione sulla realizzazione di una "Connecting Europe Facility", uno strumento con un budget pari a 31,7 miliardi di euro che stabilisca i meccanismi di finanziamento per le reti transeuropee fino al 2020. Parallelamente a questi documenti, la Commissione aveva proposto di lanciare una fase pilota dell'iniziativa dei project bond.

Come chiarito dal commissario Kallas, l'obiettivo è quello di garantire un utilizzo efficiente delle risorse finanziarie, tenendo conto del momento di crisi e della possibilità che il settore dei trasporti "rivitalizzi" la nostra economia "con effetti positivi sul movimento di beni, sull'integrazione all'interno del mercato unico, sulla coesione sociale e la creazione di posti di lavoro".

Allo stesso tempo, ha ricordato il commissario, "le TEN-T possono aiutarci a conseguire gli obiettivi dell'UE per il 2020 dando priorità a mezzi di trasporto amici dell'ambiente, come le ferrovie e le vie navigabili".

Links

Ten-T Guidelines Proposal

Connecting Europe Facility Proposal

Per leggere il contenuto prego
o