Piano Invasi – cabina di regia Strategia Italia stanzia 260 milioni

 

Piano Invasi - photo credit: FdpoxApprovato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che adotta il primo stralcio del Piano nazionale del settore idrico previsto dalla legge di Bilancio, destinando 260 milioni di euro alla sezione invasi.

Piano Invasi: finanziamenti per 30 infrastrutture idriche strategiche

Il testo, proposto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, è stato condiviso dai ministri delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, dell'Economia, dell'Ambiente, e dei Beni e delle Attività culturali, dall'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente e dalla Conferenza Unificata.

Questo primo stralcio rientra nel più ampio Piano nazionale finanziato dalla legge di Bilancio 2019 con un miliardo di euro. I 260 milioni stanziati dal Dpcm fanno seguito ai 150 milioni del primo Piano straordinario invasi, adottato a dicembre 2018, e sono assorbiti per il 50% da progetti presentati dai Consorzi di bonifica e dagli Enti irrigui.

Infrastrutture idriche - intesa sul fondo di garanzia

Complessivamente è previsto il finanziamento di 57 interventi, alcuni di sola progettazione, riferiti a 18 opere, e altri di progettazione e realizzazione, per ulteriori 39 opere.

Le opere riguardano importanti interconnessioni idriche, completamenti di dighe mai ultimate o adeguamenti idraulici di dighe esistenti, rilevanti opere di messa in sicurezza di acquedotti, tra i quali quello a servizio della Capitale, o di ripristino di acquedotti danneggiati dal sisma del 2016, come quello di Ascoli Piceno, proposti dalle Autorità di distretto in sede di tavolo tecnico-politico Stato-Regione, istituito al MIT.

"Si tratta di opere pubbliche di fondamentale importanza, nonché un significativo tassello a favore di un'agricoltura competitiva su tutti i mercati e di un territorio di qualità, che più di altri si deve attrezzare per fronteggiare i crescenti problemi di siccità e di carenza idrica causati dai cambiamenti climatici. La disponibilità di acqua è, inoltre, un elemento importante per la competitività del Made in Italy agroalimentare e per il sistema Paese", ha commentato il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio.

I finanziamenti per le infrastrutture idriche

L'adozione del Dpcm è arrivata al termine della prima riunione della Cabina di regia "Strategia Italia", che si è insediata giovedì e ha sottoscritto, oltre al Dpcm relativo agli invasi, anche il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per l’approvazione del primo Piano Nazionale della mobilità sostenibile, che prevede investimenti complessivi per 3,7 miliardi nel periodo 2019-2033.

Photo credit: Fdpox

Per leggere il contenuto prego
o