Antisismica - entro 15 dicembre gare per riqualificare 721 immobili

 

Agenzia demanioPiù di un miliardo di euro per riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico sotto il profilo antisismico ed energetico. Le gare partiranno entro il 15 dicembre.

Legge bilancio 2019 - ecco le misure per il rilancio degli investimenti

Nel corso di un’audizione alla Camera il direttore dell’Agenzia del Demanio Riccardo Carpino annuncia l’avvio di gare per riqualificare 721 immobili nelle aree a maggior rischio sismico.

Agenzia demanio: gare per efficienza energetica e antisismica

La riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico prevede un ampio capitolo dedicato all’efficientamento energetico e alla prevenzione del rischio sismico, dichiara Carpino in audizione alla commissione Finanze della Camera dei deputati.

Previsto uno stanziamento decennale di circa 1,1 miliardi, di cui 950 milioni di euro da dedicare a piani di riqualificazione sismica: entro il 15 dicembre partiranno gare per riqualificare 721 immobili nelle aree a maggior rischio sismico.

Queste procedure danno il via a un nuovo approccio che mette insieme l’affidamento di audit e dei progetti di fattibilità tecnico economica per abbreviare i tempi.

Demanio - Estimare, l'app che semplifica la stima di un immobile

Durante l’audizione il direttore dell’Agenzia del demanio ha anche rappresentato il quadro complessivo in merito a vendite e valorizzazioni degli immobili pubblici.

Nel quadriennio 2015-2018, l'Agenzia ha attivato mediamente ogni anno procedure per la cessione di circa mille immobili, finalizzandone circa il 30% per un incasso medio annuo di oltre 20 milioni.  

Agenzia Demanio: immobili da riqualificare col bando Valore Paese-FARI

Per quanto attiene alle vendite straordinarie, che vengono invece condotte in stretto raccordo con il dipartimento del Tesoro, nel periodo 2013-2017 sono stati dismessi 86 beni per un valore di circa 800 milioni di euro, di cui 58 di proprietà dello Stato venduti per un introito pari a circa 460 milioni.

Sul fronte delle valorizzazioni con la procedura del federalismo demaniale culturale 142 immobili di pregio storico-artistico, per un valore di circa 600 milioni di euro, sono stati trasferiti a titolo gratuito a Comuni, Province, Regioni e Città Metropolitane sulla base di un progetto di recupero che ne garantisce la tutela, la salvaguardia, l’utilizzo e la conservazione.  

Mentre con il federalismo ordinario i trasferimenti hanno coinvolto quasi 5mila immobili, di cui il 45% ha mantenuto una destinazione d’uso pubblica, mentre il 25% è stato destinato alla messa a reddito.

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o