Investimenti - ONU lavora a riforma risoluzione dispute

 

Settlement - Photo credit: Foter.comAl via i lavori delle Nazioni Unite per riformare il sistema di risoluzione delle controversie sugli investimenti.

Investimenti - operatori a confronto su tribunale multilaterale

Investimenti - il punto sulla proposta UE di tribunale multilaterale

La Commissione per il diritto commerciale internazionale (International Trade Law) delle Nazioni Unite (UNCITRAL) ha deciso di avviare i lavori su un'eventuale riforma del sistema di risoluzione delle controversie in materia di investimenti, inclusa l'ipotesi, avanzata anche dall'Unione europea, di creare un unico tribunale multilaterale permanente.

Contesto: riformare l'ISDS

Quello di riformare il sistema di risoluzione delle controversie sugli investimenti in chiave multilaterale è un tema di cui si discute da alcuni anni in ambito sia europeo che internazionale.

La questione è nell'agenda di diversi Paesi terzi, oltre che di varie organizzazioni internazionali, come l'OCSE, la Banca Mondiale e la stessa Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU).

In ambito europeo, l'idea di una simile riforma emerge per la prima volta nel 2014; ma è durante le trattative interne all'UE sul TTIP (il Partenariato transatlantico su commercio e investimenti UE-USA), solo un anno più tardi, che la Commissione europea propone ufficialmente l'idea di istituire una Corte permanente unica, sul modello di quella prevista dall'accordo economico e commerciale UE-Canada (CETA), da utilizzare nell'ambito delle future intese commerciali a livello globale e da sostituire all'attuale sistema ISDS (Investor-State Dispute Settlement, in italiano Risoluzione delle controversie tra investitore e Stato), oggi incluso in circa 3200 intese in vigore.

UE-Canada - da CETA non solo vantaggi economici

La decisione dell'UNCITRAL

In tale contesto, i membri della Commissione per il diritto commerciale internazionale delle Nazioni Unite (UNCITRAL) hanno risposto positivamente alla richiesta formale avanzata da molte potenze, tra cui l'Unione europea e i suoi Stati membri, di avviare i lavori su un'eventuale riforma del sistema di risoluzione delle controversie in materia di investimenti, inclusa l'ipotesi di istituire un tribunale multilaterale permanente.

La Commissione UNCITRAL ha, in particolare, stabilito la creazione di un gruppo di lavoro ad hoc che si occupi di discutere le questioni connesse all'ISDS e a una sua possibile riforma.

In termini di prossimi passi, la prima riunione del gruppo di lavoro si terrà nell'autunno del 2017. Nel frattempo, la Commissione europea intende organizzare consultazioni con gli stakeholder da concludere prima dell'avvio dei lavori. 

Bruxelles, che ha rafforzato il suo status di osservatore nell'UNCITRAL, potrà partecipare a tutte le sessioni della commissione e dei suoi gruppi di lavoro, oltre che presentare documenti e proporre argomenti da discutere.

TTIP - report UE-USA, negoziati fermi tra risultati e divergenze

Photo credit: Foter.com

Per leggere il contenuto prego
o