TEN-T - finanziamenti Ue per infrastrutture ferroviarie a Bari

 

BariLa Commissione europea ha approvato il progetto ‘Collegamento ferroviario dell'Aerostazione di Bari-Palese con l'area metropolitana di Bari’, del valore di circa 41 milioni di euro, di cui 25,5 milioni messi a disposizione dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e dal Fondo di coesione.

Il progetto si inserisce nel contesto del corridoio scandinavo-mediterraneo della rete TEN-T, un asse nord-sud cruciale per l'economia europea che attraversa il Mar Baltico passando attraverso la Germania, le Alpi e l'Italia. L’obiettivo generale dell’iniziativa è migliorare i collegamenti tra la stazione centrale di Bari e l'aeroporto Karol Wojtyla, aumentando la qualità dei servizi ferroviari nella Regione e facilitando la sostituzione del trasporto su strada con quello su ferro (trasferimento modale).

Incentivando il trasporto su rotaia, si prevede di aumentare la frequenza dei treni - 41 treni per direzione durante la settimana, 66 il sabato e 46 la domenica - con una riduzione del tempo di viaggio complessivo di 14 minuti dalla stazione centrale di Bari all'aeroporto Karol Wojtyla.

Il progetto è cofinanziato dal POR FESR Puglia 2007-2013, nell’ambito dell’asse prioritario V 'Reti e collegamenti per la mobilità'.

"Questo progetto migliorerà in modo significativo la connettività in Puglia e il comfort degli utenti ferroviari, accorciando i tempi di pendolarismo. È l'ennesima dimostrazione che l’Ue investe in soluzioni di trasporto moderne e intelligenti", ha commentato il commissario europeo per la Politica regionale Corina Cretu.

Link
Trasporti: bandi TEN-T, Italia chiede finanziamenti Ue per 2,4 miliardi
TEN-T - ISAG, connettere Gioia Tauro alla rete di trasporto europea

Photo credit: Roller Coaster Philosophy / Foter / CC BY

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o