TEN-T: fondi Ue per soluzioni ICT nel Porto di Ravenna

 

PortoIl programma per le infrastrutture transeuropee di trasporto TEN-T 2007-2013 finanzia con oltre 900mila euro uno studio e un test pilota per la gestione automatizzata dei cancelli stradali e ferroviari del Porto di Ravenna.

Il progetto mira a velocizzare, mediante soluzioni ICT, i controlli commerciali, operativi e doganali dei camion e dei treni che entrano ed escono dal Porto di Ravenna. In particolare, si prevede la realizzazione di uno studio orientato al mercato e di un test pilota per l'automazione di tre cancelli che collegano il Porto con le principali reti ferroviarie e stradali e l'adozione di tecnologie per l'identificazione dei veicoli, dei container e dei sigilli RFID. L'obiettivo è rendere più effcienti le operazioni logistiche, garantendo l'interoperabilità tra la piattaforma elettronica del Porto e i sistemi ICT delle reti stradali e ferroviarie interne.

L'investimento, del valore di un milione e 840mila euro, è cofinanziato al 50% dall'Unione europea, che mette a disposizione 920mila euro nell'ambito della priorità 'trasporto marittimo' della call annuale TENT-T 2013.

L'attuazione del progetto, che dovrà essere completato entro il 31 dicembre 2015, sarà monitorata da INEA, l'Agenzia della Commissione europea responsabile dell'implementazione tecnica e finanziaria del programma TENT-T.

Links
Port of Ravenna Fast Corridor

Photo credit: Etienne (Li)
Per leggere il contenuto prego
o