Minibond: al via il Fondo di fondi di private debt

 

Photo credit: zempt / Foter / CC BY-NC-SAOperativo il Fondo di fondi di private debt. Lo strumento, lanciato dal Fondo Italiano d’Investimento (FII), con un ammontare pari a 250 milioni di euro, servirà a promuovere l’avvio di minibond e ad aumentare le risorse a supporto delle PMI.

Il Fondo di fondi di private debt investe in fondi o in altri veicoli le cui politiche di investimento siano focalizzate su strumenti finanziari di debito emessi da PMI caratterizzate da stabilità o crescita dei flussi di cassa, dotate di una posizione di mercato ben definita, di una guida imprenditoriale valida e di un gruppo manageriale preparato ed esperto.

A gestire lo strumento è il Fondo Italiano d’Investimento (FII), partecipato con quote del 12,5% da MEF, CDP, Confindustria, ABI, UniCredit, Intesa, MPS e Istituto Centrale delle Banche popolari italiane. Secondo le previsioni del FII, le risorse investite attraverso il Fondo dovrebbero riuscire a mobilitare oltre 2 miliardi di euro.

Dopo lo sblocco delle risorse deliberato da Cassa Depositi e Prestiti a maggio, pari a 250 milioni di euro, ora il Fondo di fondi di private debt ha selezionato i primi dieci beneficiari per cui verrà avviato un investimento nei prossimi mesi:

  • Antares AZ1 (Futurimpresa Sgr),
  • Anthilia “Bit” (Anthilia Sgr),
  • Dimensione Tre (Soprarno Sgr),
  • Equita Private Debt Fund (Lemanik Asset Management ed Equita Sim),
  • Fondo di debito per lo sviluppo industriale (Private Equity Partners Sgr),
  • Impresa Italia (Riello Investimenti Partners Sgr),
  • Italian Hybrid Capital Fund RiverRock (RiverRock European Capital Partners),
  • Italian Private Debt Fund (Muzinich&Co),
  • Ver Capital Credit Partner Italia V (Ver Capital Sgr),
  • Wise Private Debt (Wise Sgr).

Le iniziative selezionate, diversificate tra loro, punteranno sia sui minibond che su prodotti di debito più strutturati.

Affinché lo strumento decolli definitivamente sono necessari ancora due passaggi: la mobilitazione di ulteriori risorse presso investitori terzi e la sensibilizzazione delle imprese affinché inizino a muoversi su questo versante.  

Photo credit: zempt / Foter / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o