Acqua: DM 271-2014, piano straordinario depurazione Centro-Nord

 

Trattamento acque reflue - Photo credit: roboppy / Foter / CC BY-NC-NDCon il decreto ministeriale n. 271-2014 prende il via il Piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica previsto dalla legge di stabilità 2014: circa 90 milioni di euro per potenziare la capacità di depurazione dei reflui urbani.

I fondi stanziati attraverso il decreto del Ministero dell'Ambiente ammontano a 89 milioni e 829 mila euro e serviranno a finanziare interventi sul territorio volti a eliminare l'inquinamento delle acque reflue depurate e a valorizzare l’acqua come bene comune e risorsa da difendere.

Le risorse saranno così distribuite nel corso del triennio 2014-2016:

  • 9 milioni e 829mila euro per l'anno in corso,
  • 30 milioni di euro nel 2015,
  • 50 milioni nel 2016.

A questa somma si aggiungono il cofinanziamento regionale e ulteriori fondi statali, per un investimento complessivo di oltre 240 milioni di euro.

Le risorse sono destinate a 13 regioni del Centro-Nord e alla provincia autonoma di Trento.

Nello specifico, la ripartizione regionale per il triennio in questione prevede:

  • 13,4 milioni di euro circa per la Regione Lombardia;
  • 9,6 milioni di euro per la Regione Piemonte;
  • 9,2 milioni di euro per la Regione Lazio;
  • 8,8 milioni di euro per la Regione Emilia Romagna;
  • 8,7 milioni di euro per la Regione Veneto;
  • 8,6 milioni di euro per la Regione Toscana;
  • 4 milioni 800mila euro per la Regione Abruzzo;
  • 4 milioni 700mila euro per la Regione Marche;
  • 4milioni 200mila euro per la Regione Liguria;
  • 4 milioni 200 mila euro per la Regione Friuli Venezia Giulia;
  • 4 milioni di euro per la Regione Umbria;
  • 3 milioni e 400 mila euro per la Provincia autonoma di Trento;
  • 3 milioni di euro per la Regione Molise;

Spetta alle Regioni provvedere al monitoraggio degli interventi, assicurare il rilascio nei tempi previsti degli atti di approvazione, parere e autorizzazione, garantire il coordinamento con gli enti locali e la gestione del flusso delle risorse finanziarie di competenza.

Per quanto riguarda le regioni del Sud Italia, con la delibera Cipe n. 60 del 30 aprile 2012 erano già state destinate risorse ad analoghi interventi a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione: circa un miliardo e 7 milioni di euro per finanziare la depurazione delle acque e la bonifica delle discariche.

Links
DM 271-2914 - Piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica

Photo credit: roboppy / Foter / CC BY-NC-ND

Per leggere il contenuto prego
o