Quadro Balcani e BERS: finanziamenti per investimenti in Kosovo

 

Euro - foto di micoraIl Quadro per gli investimenti nei Balcani occidentali (WBIF) e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) mettono insieme le forze per portare in Kosovo 300 milioni di euro per finanziamenti alle piccole e medie imprese.

Il Quadro per gli Investimenti nei Balcani Occidentali (Western Balkans Investment Framework) - introdotto nel 2009 come iniziativa comune della Commissione europea in collaborazione con la Banca di Sviluppo del Consiglio d'Europa (CEB), la BERS e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) - sostiene lo sviluppo socio-economico e l'adesione all'Ue dei Balcani occidentali attraverso l'erogazione di finanziamenti e assistenza tecnica per gli investimenti strategici, in particolare nei settori infrastrutture, efficienza energetica e sviluppo del settore privato.

La BERS ha istituito nel 2006 la Local Enterprise Facility (LEF), un fondo dell'ammontare di 400 milioni di euro (di cui 380 milioni forniti dalla Banca stessa e 20 milioni di euro forniti dal Governo italiano) per investimenti destinati a piccole e medie imprese nei Balcani (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Kosovo, Montenegro, Romania e Serbia), in Turchia e nella regione Sud-Est Mediterranea SEMED (Egitto, Giordania, Marocco e Tunisia).

E' proprio attraverso la collaborazione tra WBIF e LEF che si attendono nuovi finanziamenti alle piccole e medie imprese del Kosovo per 300 milioni di euro. I finanziamenti avverranno sotto forma di prestiti, partecipazione azionaria e strumenti ibridi, normalmente di difficile accesso per le piccole realtà imprenditoriali.  

Per leggere il contenuto prego
o