Ecommerce – settori in crescita, ma tassi insufficienti su totale retail

 

E-commerce Made in Italy - photo credit: StockSnapLa nuova indagine dell'Osservatorio eCommerce B2c evidenzia la crescita di alcuni settori merceologici, tra cui Abbigliamento, Home living e Beauty. Tuttavia, la penetrazione di quest'ultimi sul totale retail resta ancora al di sotto del 10%.

> ICE-Amazon: prorogata la deadline per aderire al progetto

La ricerca condotta dall'Osservatorio eCommerce B2c, giunto alla diciannovesima edizione e promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, vuole far convergere l'attenzione sui comparti più rilevanti per il Made in Italy.

I numeri di Abbigliamento, Home living e Beauty

Con i suoi 3,3 miliardi di euro raggiunti nel 2019, il comparto Abbigliamento online si conferma come uno dei settori più maturi dell'eCommerce B2c italiano. Nonostante il risultato positivo registrato, tuttavia, non solo la crescita è al di sotto della media dei prodotti (+16% rispetto al +21%), ma il tasso di penetrazione del totale Retail, relativo allo stesso ambito, raggiunge soltanto il 9%.

Arredamento e Home living, con un valore di 1,7 miliardi di euro e una crescita del 26% rispetto al 2018, e Beauty, con un valore che sopra i 560 milioni di euro e una crescita del 24%, si confermano invece come i settori più dinamici tra quelli emergenti.

In ottica di un possibile sviluppo futuro, è importante considerare l'impatto che l'export digitale potrebbe avere sui settori in analisi. Il limite evidente che impedisce all'eCommerce oltreconfine di decollare, fatta eccezione per l'Abbigliamento di lusso, sembrano essere le alte complessità operative e legislative.

"Se da un lato infatti aumenta la consapevolezza, da parte delle nostre aziende italiane, delle potenzialità dell’eCommerce come strumento di vendita all’estero, dall’altro spaventa l’assenza di un modello unico di riferimento per operare efficacemente online in un Paese straniero", dichiara Samuele Fraternali, Senior Advisor dell’Osservatorio eCommerce B2c.

> Ecommerce - export digitale in aumento, ma l'Italia resta indietro

Sviluppi futuri del settore

Per risollevare i comparti analizzati dalle oggettive difficoltà di vendita a distanza e per garantire un’esperienza d’acquisto personale fluida, la chiave si può identificare nell'innovazione relativa alla progettazione del customer journey online.

Infatti, se si parla del lato customer experience, gli sviluppi tecnologici più interessanti riguardano:

  • crescita del social commerce con la creazione di shoppable content, soprattutto su Instagram;
  • sperimentazione della realtà aumentata per far vivere il prodotto anche prima del possesso;
  • l’abilitazione della ricerca vocale o per immagini per rendere più naturale ed efficace il processo di identificazione del prodotto desiderato;
  • l’utilizzo di big data, machine learning e intelligenza artificiale per personalizzare il prodotto e il percorso dell’utente.

In relazione al lato operations, l’innovazione passa invece dall’offerta di servizi a valore aggiunto in fase di consegna. Tra questi la gestione efficiente ed efficace dei resi, l'offerta di opzioni di consegna in luoghi alternativi, lo sviluppo di servizi speciali per supportare l’Export digitale e, nei settori Arredamento e Home living, la consegna al piano con montaggio e installazione.

> Piattaforme online: in vigore le nuove norme UE per l'eCommerce

Per leggere il contenuto prego
o