Unione mercati capitali - raccomandazioni per finanza sostenibile

 

Finanza sostenibileDa Bruxelles le raccomandazioni di 20 esperti per supportare investimenti sostenibili in Europa.

Unione mercati capitali – nuove misure per stimolare investimenti

Unione mercati capitali – ok a semplificazione prospetti per emissione titoli 

Il gruppo di esperti di alto livello per la finanza sostenibile, istituito a dicembre 2016 dalla Commissione Ue, ha presentato il suo primo report per favorire investimenti sostenibili nell’Unione. Si tratta di una relazione intermedia, cui seguirà un report conclusivo.

Il documento si inserisce nell’ambito delle priorità previste dal piano d'azione per l'Unione dei mercati dei capitali a favore di un sistema finanziario europeo più sostenibile.

Finanza sostenibile, sfide e opportunita’

Nel documento i 20 esperti nominati dal Collegio dei commissari individuano le sfide e le opportunità cui l’Ue deve far fronte nel campo della finanza sostenibile.

A seguito della crisi economico-finanziaria degli ultimi anni, l’Unione ha messo in atto una serie di riforme per stabilizzare il sistema finanziario nel breve periodo. La sfida odierna, sottolineano gli esperti, è quella di riorientare il sistema finanziario dell’Ue, passando da una stabilità a breve termine ad un sistema che promuova la crescita nel lungo periodo.

Nel ridefinire il proprio sistema finanziario, secondo gli esperti, l’Ue deve tener conto non solo della necessità di stimolare investimenti e creare nuovi posti di lavoro, ma anche del bisogno di adottare un modello sostenibile di sviluppo.

Il gruppo di esperti propone quindi, da un lato, di migliorare la valutazione e la gestione dei rischi materiali a lungo termine e dei fattori immateriali (comprese le questioni ambientali, sociali e di governance), dall’altro, di assicurare il finanziamento di bisogni a lungo termine, come l'innovazione e le infrastrutture, e di favorire la transizione verso un’economia a basse emissioni e più efficiente in termini di risorse.

Raccomandazioni

Nella relazione il gruppo di esperti di alto livello fornisce anche una prima serie di raccomandazioni alla Commissione Ue a favore della finanza sostenibile, in particolare:

  • sviluppare un sistema di classificazione per attività sostenibili;
  • stabilire uno standard europeo e un’etichetta per i green bond e altri asset sostenibili;
  • introdurre una serie di chiarimenti affinché l’obbligo fiduciario comprenda la sostenibilità;
  • rafforzare la trasparenza sulle informazioni fornite da imprese ed istituti finanziari sulle questioni ambientali, sociali e di governance;
  • introdurre un "test di sostenibilità" per la legislazione finanziaria dell'Ue;
  • creare un’apposita organizzazione, ‘Sustainable Infrastructure Europe’, per finanziare progetti sostenibili combinando fondi pubblici e privati;
  • migliorare il ruolo delle autorità di supervisione europee nella valutazione dei rischi legati alle questioni ambientali, sociali e di governance;
  • sbloccare gli investimenti nell'efficienza energetica attraverso regole contabili pertinenti.

Il report sarà discusso a Bruxelles il 18 luglio nel corso di un’audizione pubblica sulla finanza sostenibile; seguirà una consultazione pubblica che consentirà al gruppo di approfondire la sua analisi in vista della preparazione della relazione finale.

> Report

Photo credit: 401(K) 2013 via Foter.com / CC BY-SA

Per leggere il contenuto prego
o