Export Regioni - Istat, segno positivo da Nord a Sud

 

Trade - Photo credit: JAXPORT via Foter.com / CC BY-NCNel primo trimeste 2017 vendite sui mercati esteri in crescita da tutte le aree dell'Italia.

Medio Oriente - SACE, Assafrica e Mps, ciclo di incontri su opportunita' imprese

Agroalimentare - UE, a marzo 2017 picco export in Paesi terzi

L'Istat pubblica i dati sulle esportazioni delle Regioni italiane nei primi tre mesi del 2017. Rispetto al trimestre precedente (ottobre-dicembre 2016) le spedizioni risultano "in crescita in tutte le ripartizioni territoriali", spiega l'Istituto nazionale di statistica:

  • +4,4% per l'Italia meridionale e insulare,
  • +2,5% per l'Italia centrale,
  • +1,8% per le regioni nord-occidentali,
  • +1,4% per quelle nord-orientali.

Lazio - PROSPEX - guida a bando per internazionalizzazione PMI

Rispetto agli analoghi mesi dell'anno precedente, nel periodo gennaio-marzo 2017 i numeri mostrano "dinamiche di crescita dell'export intense e diffuse".

In particolare, su base annua, l'aumento delle vendite sui mercati esteri risulta di maggiore intensità per le Regioni dell'area insulare, che registra un +50,6%, e di quelle nord-occidentale, che si colloca sul +10,7%. Segno positivo, anche se a una cifra, per l'export delle Regioni dell'area centrale (+8,7%) e nord-orientale (+8,2%). Sotto il punto percentuale è invece l'incremento delle spedizioni dell'area meridionale, che registra appena il +0,6%.

La classifica delle Regioni e le rotte principali

Tra le Regioni dello Stivale che apportano il maggiore contributo positivo all'aumento tendenziale dell'export, spiccano:

  • Lombardia (+8,6%),
  • Piemonte (14,1%),
  • Emilia-Romagna (+8,9%),
  • Veneto (+7,1%),
  • Toscana (+10,1%).

All'estremo opposto della classifica, sono la Basilicata e (-10,5%) e il Molise (-53,4%) a fornire il contributo più negativo.

A livello di mercati di sbocco, apportano il maggior impulso positivo le vendite:

  • dalla Lombardia (+9,1%) e dal Lazio (+39,5%) verso la Germania,
  • dal Piemonte verso la Cina (+137,6%),
  • dalla Lombardia verso gli Stati Uniti (+16,9%).

Al contrario, risultano in maggiore flessione per il periodo gennaio-marzo 2017 le vendite del Lazio verso il Belgio (-23,1%) e dell’Emilia-Romagna verso l'area OPEC, l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (-19,4%).

Attrazione investimenti - Regioni, agenda 2018 per ltalia piu' competitiva

I prodotti più esportati

L’analisi per settore e Regione di provenienza della merce, spiega ancora l'ultimo rapporto dell'Istat, mostra, nel primo trimestre del 2017, un aumento delle vendite di:

  • autoveicoli dal Piemonte (+59,8%),
  • prodotti petroliferi raffinati da Sicilia (+60,5%) e Sardegna (+83,1%).

Viceversa, nello stesso periodo la diminuzione delle esportazioni si registra per:

  • autoveicoli dalla Basilicata (-16,8%),
  • mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi dalla Lombardia (-10,2%).

Italia-Cina: nuova Via della Seta, opportunita' per porti e imprese

Photo credit: JAXPORT via Foter.com / CC BY-NC

Per leggere il contenuto prego
o