Startup – con gli incentivi triplicano gli investimenti

 

Startup - Photo credit: cafecredit via Foter.com / CC BYLa detrazione per chi sceglie di entrare nel capitale sociale di una startup fa triplicare gli investimenti nel settore.

Startup - atto costitutivo e statuto modificabili online

Tutti i finanziamenti per avviare una startup: venture capital, banche, incubatori

Triplicano in tre anni gli investimenti in startup innovative, per un totale di circa 73 milioni di euro di capitali impegnati nel settore tra il 2013 e il 2015. Una crescita dovuta all'impatto positivo dell'incentivo introdotto con il decreto Crescita 2.0 (dl 179/2012), che ha previsto una detrazione fiscale per le persone fisiche che scelgono di entrare, direttamente o indirettamente, nel capitale sociale di una startup.

Il bonus è uscito stabilizzato e rafforzato dalla Legge di Bilancio che ha innalzato la detrazione 19% al 30% a partire dal 2017 e portato il tetto massimo di investimento detraibile da 500mila a 1 milione di euro.

> Legge Stabilità 2017 – cosa cambia per startup e PMI innovative

Ma passiamo ai numeri: se nel 2013 (anno di introduzione della detrazione) ne hanno beneficiato solo 645 contribuenti, per 11,3 milioni di euro investiti, nel 2015 i beneficiari sono saliti a 2.128 per un totale di 36,2 milioni di equity. A fotografare l'impatto positivo della detrazione fiscale in questione, l’elaborazione dei dati sulle dichiarazioni dei redditi degli italiani, pubblicati sul sito delle Finanze.

Se già tra il 2013 e il 2015 si è registrata una crescente fortuna dell'agevolazione, alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio gli investimenti in startup innovativi sono destinati ad avere un successo ancora maggiore.

In base alla distribuzione geografica degli investimenti, in Friuli Venezia Giulia si rileva un’interessante correlazione tra il numero dei beneficiari degli incentivi e il numero di startup innovative (rispettivamente 187 e 166): circa 11 business angel ogni 10 startup.

Infine, in base alla suddivisione per classi di reddito, quasi il 40% dei beneficiari dichiara più di 75mila euro all’anno.

Al via Rome Startup Week

A partire da oggi, intanto, le startup invadono la capitale. Fino al 14 maggio è in programma la prima edizione di Rome Startup Week, organizzata dal network capitolino Roma Startup, che raccoglie i principali operatori della filiera, guidato da Gianmarco Carnovale.

Si parte dalle aule dell'università di Roma Tre, con un incontro dedicato ai “Cacciatori di Unicorni” e si chiude la settimana con “Blast 2017 – The New European Tech Event”, la prima edizione di un nuovo tech event – B2B internazionale dedicata all’incontro tra startup, investitori, aziende, incubatori, acceleratori e media di tutto il mondo, con l’obiettivo di promuovere l’attività svolta dai diversi attori dell’ecosistema regionale delle startup e dell’innovazione.

Sette le location in cui si svolgeranno gli eventi: da Luiss Enlabs alle aule di Roma Tre, dalla Fiera di Roma a Bic Lazio, passando per la Jonh Cabot University e l’Hotel Savoy.

Ma non è tutto: il 16 e 17 maggio le startup avranno l’opportunità di incontrare i fondi di venture capital e i potenziali investitori e di confrontarsi con i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione. Dopo la settimana capitolina dedicata alle neoimprese innovative, infatti, Regione Lazio e Lazio Innova promuovono una due giorni interamente dedicata alle startup.

Il 16 maggio “VentureUp: innovazione, impresa e capitali” si focalizzerà sulle misure per favorire l’incontro tra le startup e i fondi del venture capital; il 17 “StartupLazio! Storie e prospettive di un ecosistema” si occuperà invece delle strategie per la crescita e il consolidamento dell’ecosistema startup.

Photo credit: cafecredit via Foter.com / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o