Brasile - SACE, Made in Italy punta su tessile e macchinari

 

Nonostante la crisi degli ultimi anni il Brasile rimane una destinazione promettente per export e investimenti dall'Italia.

SACE su Made in Italy e investimenti in Brasile - Photo credit: Gаme of light via Foter.com / CC BY-NC-SA

Cuba - accordo L'Avana-SACE per internazionalizzazione imprese

Internazionalizzazione - SIMEST, 25 anni con le imprese all'estero

Nel contesto di crisi economica che, dopo un periodo di rapido di sviluppo, ha investito il Brasile negli ultimi anni, l'export e gli investimenti esteri, spiega SACE in un report dedicato alle prospettive per le imprese italiane nel Paese sudamericano, devono essere sempre più concentrati su "progetti e settori a maggior potenziale".

Made in Italy: cosa esportare in Brasile

Le principali opportunità per il Made in Italy in Brasile sono concentrate in alcuni settori specifici:

  • meccanica strumentale,
  • tessile e abbigliamento,
  • prodotti chimico-farmaceutici.

Sebbene il 2015 abbia registrato un calo dell’export italiano di beni verso il Paese pari al 17,4% rispetto al 2014, SACE prevede per il triennio 2017-2019 un tasso di crescita medio annuo del 3% circa. Si tratta di un tasso contenuto, riconosce la società del Gruppo CDP specializzata nell'export credit,  ma che “rispetto ai tassi negativi degli ultimi anni lascia intravedere la luce in fondo al tunnel”.

A motivare queste previsioni col segno +, si legge ancora nel report, vi è il fatto che "il Brasile è un Paese dall’elevato potenziale", grazie ad un'ampia dimensione territoriale, una popolazione di 200 milioni di abitanti con un’età media di circa 30 anni e una classe media con accesso a livelli di benessere e consumo in crescita.

Il Brasile è il quinto maggior produttore tessile del mondo, dopo Cina, India, Stati Uniti e Pakistan, il secondo maggior produttore e il terzo maggior consumatore di tessuto di jeans, oltre che il quarto maggior produttore di abbigliamento mondiale, dopo Cina, India e Turchia. Il settore tessile e abbigliamento e la meccanica strumentale ad esso correlata offrono, dunque, interessanti possibilità per le imprese italiane.

Il Paese è, inoltre, un ricco di materie prime e si piazza al primo posto tra i produttori mondiali di caffè e di cellulosa; è il secondo produttore al mondo di etanolo, ferro e bauxite; il terzo per la frutta e il quinto per i cereali. Il Brasile è, poi, il primo esportatore mondiale di carne bovina e pollame, zucchero e succo d'arancia; il secondo esportatore di soia e derivati e il quarto per carne suina. In un simile contesto risulta dunque evidente che esiste una promettente “domanda potenziale” di macchinari agricoli, alimentari e imballaggi,macchine per la lavorazione dei metalli, vetro, plastica, pietre naturali, macchine per fonderie, macchine per calzature e concerie.

Inoltre, continua SACE, l’industria locale ha bisogno di trasferimenti di know-how, aggiornamenti delle tecnologie già esistenti, pezzi di ricambio e servizi post-vendita.

> Commercio - in calo export Made in Italy verso Russia

IDE: in quali settori investire

Per quanto riguarda gli investimenti, il Paese rimane ancora oggi il primo beneficiario di IDE (investimenti diretti esteri) in America Latina e il quinto a livello mondiale. Dopo il boom di investimenti nel triennio 2009-2011, i flussi verso il Brasile sono via via calati nel tempo fino a raggiungere i 65 miliardi di dollari nel 2015 (-31 miliardi rispetto al 2011, quando si attestavano a quota 96). Tra i principali settori di investimento, spiccano:

  • finanza e assicurazioni
  • estrazione
  • telecomunicazioni
  • automotive.

La presenza italiana nel Paese registra attualmente "oltre 900 filiali e stabilimenti produttivi operanti", con un'occupazione generata per oltre 140mila posti di lavoro e un fatturato di circa 30 miliardi. Nel 2015 il flusso di investimenti diretti netti dall’Italia verso il Brasile ha raggiunto quota 964 milioni di euro circa, concentrati per circa un terzo nei servizi e nelle telecomunicazioni e per un altro terzo nel settore dei mezzi di trasporto.  

SACE: FOCUS ON Brasile

Photo credit: Gаme of light via Foter.com / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o