Startup - aumentano imprese beneficiarie del Fondo Garanzia PMI

 

Author: ota_photos / photo on flickr Al 30 giugno 2015 sono 461 le startup innovative che hanno ricevuto finanziamenti facilitati dal Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, per un totale di oltre 197 milioni di euro. E' quanto riporta il Ministero dello Sviluppo economico nel secondo rapporto bimestrale sull'accesso al credito di startup e incubatori certificati mediante l’intervento del Fondo.

Il rapporto, il secondo realizzato dal Ministero dello Sviluppo economico sul tema, intende contribuire ad alimentare un dibattito pubblico qualificato sul funzionamento degli strumenti previsti dal decreto-legge n. 179-2012, meglio noto come DL Crescita 2.0, convertito dalla legge n. 221-2012.

Fra questi, l'intervento del Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese in favore delle startup innovative e degli incubatori certificati, che prevede che la garanzia sui finanziamenti bancari sia concessa alle neo-imprese innovative e agli incubatori a titolo gratuito.

Beneficiari in aumento

I dati aggiornati al 30 giugno 2015 contano 646 finanziamenti concessi mediante l'intervento del Fondo, mentre sono 461 le neoimprese innovative che hanno ricevuto prestiti, per un totale di oltre 197 milioni e 853mila euro.

L'importo medio dei finanziamenti ricevuti dalle startup innovative è pari a 306mila euro, per una durata pari mediamente a 56 mesi.

Rispetto ai dati rilevati al 30 aprile 2015, si registra un incremento significativo, sia in termini di startup beneficiarie dello strumento (73 in più), sia di risorse erogate (+25,7 milioni di euro). Aumenta anche l'importo garantito (+20 milioni), mentre segna un leggera diminuzione l’entità del prestito medio (-20mila euro) e resta invariata la durata.

Distribuzione regionale

Quanto alla distribuzione regionale delle startup innovative che hanno fatto ricorso al Fondo di Garanzia, la Lombardia resta in cima alla classifica con 164 finanziamenti e un importo complessivo che supera gli 86 milioni di euro.

Come nel precedente report, seguono a una certa distanza le startup emiliano-romagnole e venete (rispettivamente con 74 e 72 finanziamenti, con un importo superiore ai 17 milioni di euro per l'Emilia-Romagna e ai 12 milioni per il Veneto) e le piemontesi (50 finanziamenti attivati, per un importo complessivo che supera i 8,5 milioni di euro). Un dato, quello relativo alla distribuzione dei finanziamenti concessi tramite l'intervento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, che rispecchia quello relativo alla distribuzione territoriale delle startup.

Quanto agli incubatori certificati, i dati forniti nel secondo report bimestrale restano invariati rispetto a quelli di aprile: 3 gli incubatori che hanno richiesto l'accesso alle facilitazioni legate al Fondo di garanzia per le PMI, per un totale di 6 finanziamenti garantiti e un importo complessivo di 7 milioni di euro (l’importo garantito è pari cumulativamente a 5 milioni e 250mila euro). La durata media dei finanziamenti è di 60 mesi.  

Link

Secondo rapporto bimestrale sull'accesso al credito da parte delle startup innovative e degli incubatori certificati mediante l’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI

Photo credit: ota_photos / Foter / CC BY-SA

Per leggere il contenuto prego
o