Ricerca industriale: le Pmi europee chiedono l’estensione del programma Eurostars

 

Ricerca industrialeEstendere il programma europeo Eurostars per la ricerca industriale delle piccole e medie imprese nell’ambito di Horizon 2020. Lo hanno chiesto 350 imprenditori e manager europei inviando una lettera ai decision-maker dell’Unione. L’obiettivo è garantire la continuità del programma anche dopo il 2013, ultimo anno di ‘vita’ di Eurostars nel contesto del Settimo programma quadro per la ricerca (7PQ). L’ultima scadenza per la presentazione delle domande è infatti fissata al 4 aprile 2013.

Eurostars - cui aderisce anche l’Italia - finanzia tutte le attività di ricerca e svilupo guidate da una o più Pmi stabilite nei 33 paesi partecipanti. Il programma è stato lanciato nel 2007 con budget di 800 milioni di euro per:

  • incoraggiare le Pmi a sviluppare nuove attività produttive basate sui risultati dei progetti di R&S,
  • creare una rete internazionale di supporto alle attività di ricerca,
  • aiutare le Pmi a sviluppare rapidamente nuovi prodotti, processi e servizi per il mercato.

Nel 2013 il programma giungerà al suo termine. Pertanto i firmatari della lettera hanno chiesto ai decisori europei di estendere Eurostars nell’ambito del nuovo programma per la ricerca Horizon 2020, che sarà lanciato nel 2014. In questo modo – hanno sottolineato i firmatari – le piccole e medie imprese europee potranno contare anche nei prossimi sette anni su uno strumento ad hoc per migliorare le proprie perfomance tecnologiche, puntando sull’innovazione dei processi produttivi e sulla semplificazione delle procedure amministrative.

Links

Programma Eurostars

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti