Aiuti umanitari: Eurobarometro, pieno sostegno dei cittadini Ue

 

Cooperazione internazionale - foto di Oxfam ItaliaLe popolazioni di tutto il mondo che vivono in difficoltà devono ricevere aiuto dall'Ue, anche nell'attuale contesto di austerità e crisi economica. Nove cittadini europei su 10 ritengono infatti indispensabile continuare la politica di cooperazione internazionale dell'Ue. Secondo l'84% degli intervistati, il sostegno dell'Unione deve persistere a prescindere dalla criticità del contesto finanziario. E' il quadro che emerge dai due sondaggi Eurobarometro della Commissione sugli aiuti umanitari e la protezione civile.

Nel coordinare e attuare questi interventi umanitari, il 71% degli intervistati dall'Eurobarometro dichiara di avere fiducia nel ruolo della Commissione piuttosto che in interventi attuati separatamente dai singoli stati. Affidare lo svolgimento di operazioni umanitarie a un corpo volontario dell'Ue che coinvolge i giovani, viene ritenuta un'iniziativa positiva dall'88% dei cittadini europei.

Per quanto riguarda il livello di conoscenza dei cittadini comunitari sulle attività di cooperazione in cui l'Unione è impegnata, un terzo degli interpellati si considera ben informato. Risultato diverso invece se si guarda ai dati degli intervistati italiani: solo il 30% dichiara di conoscere le operazioni di sostegno umanitario dell'Esecutivo Ue.

Commentando i risultati delle indagini, la commissaria per la Cooperazione internazionale Kristalina Georgieva ha espresso particolare soddisfazione per la sensibilità mostrata dai cittadini Ue. "Anche in tempi di crisi l'opinione pubblica europea continua a appoggiare il nostro impegno in soccorso delle popolazioni che ovunque nel mondo si ritrovano in gravi difficoltà. Un appoggio questo che è cresciuto negli ultimi due anni”, ha dichiarato la commissaria Georgieva.

Links

Risultati Eurobarometro

Focus sui dati dell'Italia

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti