Lombardia: strategie per promuovere il settore agroalimentare

 

Quartirolo lombardo - foto di CrillionApprovato il Programma delle iniziative regionali per la promozione dei prodotti agroalimentari per l'anno 2012. La Regione Lombardia investirà nei prossimi mesi 600.000 euro per il cofinanziamento di fiere ed eventi finalizzati alla valorizzazione del territorio regionale e dei prodotti locali.

L’obiettivo del Programma, ha ricordato l'assessore all'agricoltura, Giulio De Capitani, è “sostenere il comparto agroalimentare lombardo e la competitività delle sue imprese”.

La Lombardia è tra le regioni europee con il maggior numero di prodotti certificati:

  • 25 denominazioni Dop (denominazione di origine protetta) e Igp (indicazione geografica protetta) per formaggi, salumi, olio e frutta;
  • 243 prodotti tradizionali;
  • 5 vini Docg (denominazione di origine controllata e garantita), 22 vini Doc (denominazione di origine controllata), 15 vini Igt (indicazione geografica tipica).

Il Programma prevede due tipologie principali d’intervento:

  1. la partecipazione alle fiere agricole storiche, come la Fiera di Codogno, la Mipam di Laveno, la Mostra del Bitto a Morbegno, la Fiera Millenaria di Gonzaga e la Rassegna gastronomica del Lodigiano);
  2. la promozione sul mercato nazionale ed estero (come Il salone del Gusto, la Mostra internazionale del bovino da latte di Cremona, Golosaria, Artigianato in Fiera e Taste of Milano).

"Pochi giorni fa - ha dichiarato De Capitani - la Commissione europea ha presentato le Linee guida per la promozione dei prodotti agricoli europei, attribuendo alla promozione un valore strategico per la competitività del settore agricolo e agroalimentare [...] La Regione si sta muovendo in questa direzione, con la consapevolezza che, in un momento di generale difficoltà, sia più che mai necessario investire in azioni che possano avere un ritorno diretto sui redditi delle nostre aziende agricole".

"Per la realizzazione degli interventi - ha concluso l’assessore - l'impegno di spesa troverà copertura finanziaria sui bilanci 2012 e 2013, rispettivamente per 420.000 e 180.000".

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti