Safer Internet: oltre 13,4 milioni di euro per la sicurezza online dei minori

 

Computer - foto di NevitFino al 29 marzo prossimo sarà possibile partecipare al nuovo invito del Programma Safer Internet 2009-2013, l'iniziativa comunitaria volta a promuovere un uso più sicuro di Internet, con particolare attenzione alle fasce di utenti più giovani. L'invito, dotato di uno stanziamento di oltre 13,4 milioni di euro, è rivolto a tutti i soggetti giuridici stabiliti nei 27 Stati membri e negli Stati EFTA.

Safer Internet intende combattere la diffusione di contenuti illeciti dannosi per i bambini, coinvolgendo utenti, famiglie ed insegnanti nelle seguenti azioni:

  • Azione 1.1 - Rete integrata; centri internet più sicuro,
    Azione 2.1 - Progetto mirato: potenziare la capacità degli organismi preposti all’applicazione della legge di identificare e analizzare la pornografia infantile,
  • Azione 3.1 - Reti tematiche: promozione di esperienze positive in linea per i bambini,
  • Azione 4.1 - Progetto per il potenziamento delle conoscenze: studio dell'impatto della convergenza tecnologica sui giovani,
  • Azione 4.2 - Progetto per il potenziamento delle conoscenze: individuazione di strumenti di ricerca/navigazione a misura di bambino

La prima azione promuove la costituzione di centri "Internet più sicuro" per la realizzazione di campagne di sensibilizzazione e sessioni di informazione rivolte ai giovani, genitori, educatori, operatori sociali e insegnanti.

La seconda azione, invece, prevede la realizzazione di un singolo progetto per:

  • completare l'attuale banca dati internazionale sullo sfruttamento sessuale dei minori, allestendo e mettendo in funzione una banca dati internazionale di pornografia infantile con immagini video (area 1);
  • definire un insieme di strumenti di ricerca adatto ai diversi protocolli di reti Peer2Peer, istituire una banca dati internazionale Peer2Peer e adottare tali strumenti collegando gli Stati membri dell'UE ed altri paesi (area 2);
  • sviluppare un'azione pilota per testare le stringhe di codice hash/fingerprint per evitare che materiali già identificati su abusi sessuali di minori siano nuovamente caricati in rete (area 3).

La terza azione invita ad istituire una rete tematica per promuovere esperienze positive in linea per i bambini, al fine di favorire lo scambio di buone pratiche, l'elaborazione di nuove proposte e di una relazione contenente una sintesi del mercato dei contenuti positivi per i bambini in Europa.

Le ultime due azioni, infine, promuovono la realizzazione di due progetti, uno volto ad esaminare l'evoluzione delle condizioni di accesso e utilizzo dei dispositivi mobili in termini di sicurezza per i minori; l'altro, invece, dovrà individuare contenuti adatti ai minori, rendendoli disponibili mediante strumenti di ricerca/navigazione a misura di bambino.

Previsto per il prossimo 7 febbraio il Safer Internet Day, la giornata europea sulla sicurezza della rete.

Links

Safer Internet Programme 2009-2013

Safer Internet Day

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti