Marche: cooperazione e solidarietà internazionale nel 2011

 

Regione Marche - Immagine di FlankerAmmontano a 1 milione e 250mila euro le risorse stanziate dalla Giunta regionale per le attività di cooperazione da realizzare nel 2011, nell’ambito del "Piano triennale di solidarietà internazionale e cooperazione allo sviluppo nella direzione della promozione umana e della pace". Grande attenzione soprattutto per le iniziative in "partenariato territoriale allargato" tra Regione Marche e Paesi Terzi.

Le aree di intervento per l’annualità in corso sono l'Europa sud orientale, il Medio Oriente, l'America latina e centrale e l'Africa.

Tra le principali misure, da attuare attraverso programmi regionali e territoriali:

  • il sostegno alle famiglie;
  • il rafforzamento democratico e la tutela dei diritti umani;
  • il supporto alle micro imprese, in particolare dell'agricoltura, dell'artigianato, del commercio equo e solidale e del turismo;
  • il dialogo interculturale;
  • la cooperazione nel settore dei servizi socio-sanitari e nel settore dell'ambiente;
  • l'educazione formale ed informale e la formazione professionale.

I progetti di cooperazione, spiega l'assessore regionale per la cooperazione allo sviluppo, "rappresentano il contributo più importante che la Regione può offrire ai propri partner nei Paesi in via di sviluppo, in un'ottica di scambio e di reciprocità" e avranno importanti contributi anche "sul territorio regionale e sul tessuto economico e sociale delle Marche in termini di arricchimento culturale, di nuove opportunità di cooperazione economica, di sperimentazione di nuovi approcci di cooperazione capaci di affrontare le dinamiche dei flussi migratori e le sempre più urgenti questioni ambientali".

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti