Lazio: 20 milioni di euro per il mercato del capitale di rischio

 

Banknotes - Foto di AcdxApprovato dalla Commissione Europea il nuovo strumento di sostegno alle imprese elaborato dalla Regione Lazio, dopo un'analisi delle esigenze del sistema produttivo territoriale e in particolare del mercato del Venture Capital. Si tratta del Regime di Aiuto 722/09, a valere sul Fondo di capitale di rischio POR FESR I.3 del Lazio.

Obiettivo dell'iniziativa è migliorare l'efficienza del mercato dei capitali e in particolare di quello del capitale di rischio.

Il Fondo, che gode di risorse pari a 20 milioni di euro, sarà attivo dal 7 febbraio 2011 e opererà in partnership con co-investitori privati a favore delle PMI innovative del territorio, che spesso non trovano operatori interessati ad effettuare investimenti di piccole dimensioni.

Le operazioni previste dal Fondo sono:

  1. Seed Capital, cioè supporto nella fase di valutazione e elaborazione del progetto antecedente lo start up;
  2. Start-Up Capital, quindi il finanziamento ad imprese nuove o in via di costituzione che non siano ancora giunte a commercializzare i propri prodotti e servizi;
  3. Expansion Capital, ovvero il sostegno diretto alla crescita di un’impresa esistente.

Lo strumento sarà attivo per 10 anni, con termine previsto entro la data del 31 dicembre 2020.

Soggetto gestore dell'iniziativa è la FILAS, la società dedicata al sostegno dei processi di sviluppo e di innovazione del tessuto imprenditoriale della Regione Lazio.

Statuto del Fondo

Decisione della Commissione europea - Aiuto di Stato N 722/2009 - Italia (Regione Lazio)

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti