Al via Cilento%, il contest per il turismo sostenibile nelle aree interne

Cilento% - Foto di Leah Kelley da PexelsCome rendiamo più vivibili, attrattivi e competitivi i borghi del Cilento in chiave turistica? È questa la domanda a cui rispondere per partecipare al contest 'Cilento% - 100 Imprese per il turismo sostenibile', l'iniziativa lanciata da Sistema Cilento in collaborazione con Invitalia per migliorare l’offerta nel settore del turismo sostenibile. 

Come orientarsi per avviare un'impresa? Risponde Massimo Calzoni, Invitalia

I partecipanti dovranno rendere più attrattivi e competitivi i borghi del Cilento in chiave turistica, attraverso progetti imprenditoriali che traccino un nuovo scenario nel territorio e offrano delle proposte inedite e creative che tengano conto di alcuni aspetti di rilievo: la transizione ecologica, la dieta mediterranea, la transizione digitale, la strategia delle aree interne, gli obiettivi di sviluppo sostenibile, l’innovazione, l’economia circolare.

A titolo esemplificativo, questi progetti potranno riguardare:

  • soluzioni innovative nella filiera turistico-culturale dell’ospitalità e della tutela e fruizione del patrimonio culturale,
  • soluzioni digitali per i viaggiatori, gli operatori e i territori,
  • iniziative di mobilità dolce e sostenibile,
  • strumenti per la crescita sostenibile delle destinazioni, per l’accessibilità e per il miglioramento della customer experience,
  • soluzioni di gamification e realtà virtuale e aumentata,
  • interventi di rigenerazione urbana di tipo culturale sociale, economico e ambientale,
  • soluzioni digitali per la produzione e fruizione di contenuti artistici e culturali.

In particolare, costituirà requisito premiale la presentazione di idee d'impresa legate alle varie sfaccettature del tema 'turismo': di prossimità, nei piccoli comuni delle aree interne, slow, enogastronomico, culturale ed ambientale.

Le persone fisiche e le singole imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica che abbiano la loro sede legale nel territorio italiano, possono presentare la propria candidatura entro il 31 agosto 2021.

Dopo una prima valutazione della fattibilità della proposta, i partecipanti dovranno trasformare le loro idee in impresa. Attraverso webinar di orientamento a cura di Invitalia, saranno informati per individuare l’incentivo più adatto al proprio progetto di investimento tra quelli attivati dal contest e saranno guidati in un percorso di accompagnamento, dalla redazione del business model fino allo sviluppo e alla definizione del progetto imprenditoriale e al relativo finanziamento.

Gli aspiranti imprenditori potranno scegliere tra i seguenti incentivi gestiti da Invitalia: 

  • Resto al Sud, che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria);
  • Cultura Crea 2.0, che sostiene la nascita e la crescita di imprese e iniziative no profit nel settore dell'industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
  • ON - Oltre Nuove Imprese a tasso zero, che sostiene le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età;
  • Smart & Start Italia, che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico in tutte le regioni italiane;
  • Nuovo SELFIEmployment, che finanzia con prestiti a tasso zero l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale.