Europa Creativa: anticipazioni sui bandi UE per cultura e audiovisivo

Europa CreativaA disposizione per il 2021 ci sono circa 300 milioni di euro, che andranno a finanziare progetti in diversi ambiti - dal cinema alla letteratura - grazie alle nuove call del programma Europa Creativa 2021-2027.

Cosa finanzia il programma Europa Creativa 2021-2027

Le prime indicazioni sulle nuove call di Europa Creativa sono contenute nel work programme 2021, adottato dalla Commissione UE.

Il programma di lavoro 2021 stanzia circa 300 milioni di euro per aiutare professionisti e artisti di tutti i settori culturali a collaborare a livello interdisciplinare e transfrontaliero al fine di ottenere maggiori opportunità e raggiungere nuovo pubblico. I fondi a disposizione sono ripartiti tra diversi interventi - tra cui bandi, gare e premi - con riferimento alle tre componenti del programma: sezione Cultura, sezione Media e sezione Transettoriale.

Anticipazioni sui bandi 2021 di Europa Creativa

1. Sezione Cultura: bandi 

Sono 5 i bandi in programma per la sezione Cultura:

  • progetti europei di cooperazione per il finanziamento di iniziative collaborative di piccola, media e grande dimensione (60,9 milioni di euro);
  • piattaforme europee per la promozione degli artisti emergenti (33 milioni di euro);
  • reti europee di organizzazioni culturali e creative (27 milioni di euro);
  • circolazione delle opere letterarie europee (5 milioni di euro);
  • soggetti culturali pan-europei: la call supporterà le orchestre che intendono offire opportunità di crescita e formazione a giovani talenti (5,4 milioni di euro)

Alle call for proposals si aggiungono gare, interventi a gestione indiretta e anche 4 premi:

  • capitali europee della cultura
  • premio UE per la musica popolare e contemporanea
  • premio UE per la letteratura
  • premio UE per il patrimonio culturale

2. Sezione MEDIA

I bandi della sezione Media invece sono 13, suddivisi tra tre cluster:

Content cluster

  • co-sviluppo europeo: il bando finanzierà un unico progetto audiovisivo (per cinema, TV, piattaforme digitali) realizzato insieme da almeno due aziende di produzione indipendenti europee (5 milioni di euro);
  • sviluppo di un catalogo di progetti (slate development), che dovrà comprendere tra 3 e 5 lavori di fiction, animazione o documentario (15 milioni di euro)
  • sviluppo di piccoli cataloghi di progetti (mini-slate development), che dovrammo comprendere tra 2 e 3 opere audiovisive (4 milioni di euro);
  • TV e contenuti online (17,6 milioni di euro);

Business cluster

  • promozione di talenti e competenze dei media europei (8 milioni di euro);
  • mercati e networking (7,5 milioni di euro);
  • strumenti innovativi e modelli di business (14,8 milioni di euro);

Audience cluster

  • reti di cinema europei (15 milioni di euro);
  • festival europei (9 milioni di euro);
  • reti e operatori europei Video on Demand: la call finanziaerà azioni volte a migliorare la competitività e l'attrattività delle piattaforme VoD europee (4 milioni di euro);
  • film in movimento: il bando intende incoraggiare la distribuzione di film europei non nazionali (11 milioni di euro);
  • sottotitolazione di contenuti culturali (4 milioni di euro);
  • sviluppo del pubblico e educazione cinematografica (5 milioni di euro).

La sezione Media di Europa Creativa prevede anche uno strumento finanziario - Media Invest - che aiuterà le aziende audiovisive a crescere a livello internazionale, investendo in progetti che hanno il potenziale di raggiungere un'audience più vasta.

3. Sezione Transettoriale

Oltre a sostenere gli eventi della presidenza di turno del Consiglio UE e i desk nazionali di Europa Creativa, la sezione Transettoriale prevede due bandi:

  • laboratori creativi dell'innovazione: l'obiettivo è creare degli InnovLab che siano in grado di sviluppare nuovi modelli, strumenti e soluzioni a supporto dei settori creativi, culturali e audiovisivo, per accrescerne la visibilità e la competitività (6,3 milioni di euro)
  • partnership giornalistiche (7,6 milioni di euro).

Consulta il work programme 2021 di Europa Creativa