FASI: Funding Aid Strategies Investments

Al via la call per accedere a WeSportUp, l'acceleratore di startup per sport e salute

CDP: nasce WeSportUp, l'acceleratore per startup sportiveÈ aperta la call per l’accesso a WeSportUp, il primo acceleratore di startup che sviluppano prodotti o servizi dedicati allo sport e al benessere. 

La Manovra 2022 conferma sport bonus e sgravi contributivi

WeSportUp è un programma di accelerazione che coinvolgerà in 3 anni, attraverso una open call, circa 30 startup sportstech e wellnesstech, contribuendo a fornire ulteriore supporto finanziario alle realtà più meritevoli insieme ad investitori terzi già interessati al progetto.

Target dell'iniziativa saranno le startup e le PMI innovative che hanno sede in Italia, così come le realtà internazionali che desiderano sviluppare il proprio business aprendo una sede nel Paese. Gli ambiti in cui si svilupperà il percorso vanno dalla fan experience al metaverso, ma anche alla gestione di organizzazioni sportive, smart venue, gaming & e-sport, ESG e sostenibilità.

WeSportUp sarà presente ai principali eventi sportivi organizzati in Italia e valorizzerà lo sport-system italiano in campo internazionale nei più importanti eventi di promozione del Made in Italy. Obiettivo: colmare il gap nazionale di investimenti in innovazione nello sport che a livello globale negli ultimi 5 anni ha superato i 27,5 miliardi di euro.

Come nasce WeSportUp?

WeSportUp è nato su iniziativa di CDP Venture Capital tramite il suo Fondo Acceleratori e come partner istituzionale ha Sport e Salute SpA che ospiterà il programma all’interno dei suoi spazi; Startupbootcamp e Wylab come gestori e Fastweb, Renault e Telepass in qualità di corporate partner.

Il programma può contare su una dotazione iniziale di 2,85 milioni di euro interamente stanziati da CDP Venture Capital per gli investimenti preseed e seed e i successivi follow on post accelerazione per le realtà più meritevoli.

La gestione operativa del programma è affidata a Startupbootcamp, primo acceleratore in Europa con 1.200 società in portafoglio e che gestisce 2 acceleratori sportstech in Australia e Qatar, cui si affianca come partner locale Wylab, l’incubatore di Chiavari pioniere nella realizzazione di programmi di incubazione, sviluppo e investimento in startup sportive e protagonista della più importante exit di una startup italiana in ambito sport-tech con Wyscout.

WeSportUp, come funziona l'acceleratore per startup? 

L’edizione 2022 di WeSportUp durerà 10 mesi e partirà con una fase di scouting - della durata di 4 mesi - per cercare le realtà più interessanti che sviluppano soluzioni innovative per lo sport e il benessere nei seguenti ambiti tech: performance e wellness, materiali innovativi, fan experience e metaverso, soluzioni per la gestione delle organizzazioni sportive, smart venue, gaming & esport, ESG e sostenibilità.

A luglio le 10 startup selezionate che entreranno nell’acceleratore e vivranno un periodo di formazione della durata di 13 settimane, che prevede sessioni di accompagnamento one-to-one e coaching, workshop di business training, masterclass con esperti e professionisti del mondo sportech, attività di supporto allo sviluppo di business delle startup, sessioni di lavoro con le aziende corporate partner.

Ultimo step è il Demo Day, momento conclusivo del primo ciclo previsto per metà dicembre, in cui le startup scelte si presenteranno ai partner dell’acceleratore, agli investitori e a tutti gli stakeholder della sports industry italiana. La selezione avviene secondo criteri internazionali, non pone limiti di età ma risponde a dei canoni precisi.

Le startup interessate potranno inviare la propria candidatura tramite il sito della call fino al 30 giugno 2022.

CDP Venture Capital lancia Next Age, il primo acceleratore in Europa per startup attive nella Silver Economy