Assegnati agli Enti locali altri 600 milioni per la progettazione. Ora 3 mesi per gli affidamenti

Fondo progettazione enti locali: Photocredit: Malachi Witt da Pixabay Il Viminale ha pubblicato l’elenco dei Comuni a cui vanno gli ulteriori 600 milioni del Fondo progettazione stanziati dal dl Agosto per gli anni 2020 e 2021. Per non perdere le risorse, la progettazione dovrà essere affidata entro tre mesi.

Legge bilancio 2020: le misure per il rilancio degli investimenti

Si è conclusa l’operazione di assegnazione degli ulteriori 600 milioni stanziati dal decreto Agosto per il Fondo spese di progettazione: 300 milioni per il 2020 e altri 300 milioni per il 2021. 

Con il decreto del 7 dicembre 2020, infatti, il Viminale ha pubblicato gli elenchi dei Comuni beneficiari delle nuove risorse, stilato in base alle conferme di interesse a ricevere i fondi, inviate nelle scorse settimane dalle amministrazioni presenti in graduatoria. 

Una buona notizia, insomma, per il mondo degli appalti che soffre in modo cronico di una carenza di progettazione da parte di molti Enti locali che adesso, grazie al Fondo, possono invece operare in qualità. 

Per non perdere le risorse, però, la progettazione dovrà essere affidata entro tre mesi. Il primo conto alla rovescia riguarda gli Enti locali beneficiari dei 300 milioni del 2020, che parte dalla data di pubblicazione del decreto del 7 dicembre. Per le risorse del 2021, invece, il countdown per affidare la progettazione scatterà dalla data di emanazione del successivo provvedimento di erogazione del contributo, che sarà adottato entro il 28 febbraio 2021.

> Decreto Agosto: risorse per Regioni e Enti locali

Già assegnati 85 milioni di euro per le spese di progettazione dei Comuni

I 300 milioni di euro in più previsti dal decreto Agosto per ciascuno degli anni 2020 e 2021, si vanno a sommare agli 85 milioni stabiliti per l’anno in corso dalla Legge di bilancio 2020 e assegnati tramite il decreto del 31 agosto 2020.

Ovviamente anche ai Comuni rientranti nella prima allocazione di risorse (85 milioni, appunto) sono stati dati tre mesi di tempo, decorrenti dalla data di emanazione del decreto, per affidare la progettazione. Si tratta di un termine perentorio. Se infatti il Comune beneficiario non dovesse rispettare le tempistiche, si vedrà togliere il contributo che verrà recuperato dal Ministero.

Altri 300 milioni al Fondo progettazione per scorrere la graduatoria

Gli 85 milioni assegnati dal decreto del 31 agosto 2020 sono stati stanziati dalla Legge di Bilancio 2020 e fanno parte di quei 2,7 miliardi di euro (da qui al 2034) destinati a sostenere le spese di progettazione degli enti locali, intendendo per tali i comuni, le province, le città metropolitane, le comunità montane, le comunità isolane e le unioni di comuni. Risorse a cui adesso, grazie al decreto Agosto, si sommano ulteriori 600 milioni destinati agli anni 2020 e 2021.

Con queste risorse diventa possibile scorrere la graduatoria degli enti locali che hanno trasmesso le domande di contributo entro il 15 maggio 2020.

I contributi, lo ricordiamo, sono destinati a sostenere le spese affrontate dagli enti locali per la progettazione definitiva ed esecutiva anzitutto di interventi per la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico.

La progettazione però può riguardare anche interventi di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

> Per approfondire: come funziona il fondo per la progettazione

Photocredit: Malachi Witt da Pixabay