Lotteria degli scontrini, al via le estrazioni settimanali

 

Lotteria scontrini: regole e premi dell’estrazione 2020Aumentano i primi premi della lotteria degli scontrini, l'iniziativa introdotta dal Governo per incentivare gli acquisti senza contante e con strumenti elettronici. A partire da oggi, 10 giugno, alle estrazioni mensili si aggiungono quelle settimanali per cui sono stati previsti ulteriori premi.

Bonus Befana e lotteria scontrini: le misure anti-contante in Manovra

Parallelamente alla crescita costante dei pagamenti elettronici, nonostante le chiusure o le restrizioni imposte dalle misure anti-Covid, si aggiunge un secondo tassello alla lotteria degli scontrini: il concorso a premi gratuito, partito a febbraio dopo vari slittamenti e legato a doppio filo con il provvedimento relativo allo scontrino elettronico, volto sia a incentivare i pagamenti cashless, che a contenere l’evasione fiscale. 

Il secondo semestre dell’anno, infatti, vede partire le estrazioni settimanali della riffa di Stato. I premi in palio, che verranno assegnati ogni giovedì a partire dal 10 giugno, saranno d’importo inferiore rispetto a quelli erogati in occasione delle prime tre estrazioni mensili, ma anche più numerosi di quelli visti fino ad ora. 

Lotteria scontrini: le regole del concorso a premi

Estrazione lotteria scontrini, aumentano i premi settimanali

Aumentano le chance di vincita ma, contemporaneamente, diminuisce l’ammontare del premio da incassare. Così la determinazione dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane del 28 maggio 2021 ha introdotto delle novità relativamente alla lotteria degli scontrini, prevedendo ulteriori premi per un valore pari ad oltre 11 milioni di euro da assegnare durante le previste estrazioni settimanali.

Inizialmente i premi da assegnare ogni giovedì dovevano essere un totale di 30, di cui la metà da 25mila euro per chi compra e l'altra metà da 5mila euro per chi vende. Tuttavia, a seguito della determinazione, a partire dall’estrazione del 10 giugno le vincite settimanali complessive saranno in totale 80.

In sostanza, ogni settimana saranno attribuiti 25 premi aggiuntivi sia agli acquirenti sia agli esercenti. Gli estratti riceveranno, rispettivamente, 10mila e 2mila euro ciascuno. Inoltre, in corrispondenza delle estrazioni previste per i prossimi 12 agosto e 30 dicembre 2021, saranno assegnati, in entrambe le occasioni, 5 maxi-premi da 150mila euro per i clienti e altri 5 da 30mila euro per gli esercenti.

I premi, secondo il regolamento della lotteria dei corrispettivi, devono essere reclamati entro il previsto termine di novanta giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita. I premi settimanali aggiuntivi e i maxi-premi non reclamati nei tempi, unitamente ai premi eventualmente non attribuiti, sono versati all’Erario.

 Per il resto, si legge nel documento delle Entrate, nulla cambia, e quindi per gli altri premi continuano a valere le regole dettate dal Regolamento della Lotteria e dalle precedenti disposizioni sull’argomento.

Il calendario delle estrazioni

L'agenda vede come primo step il 1° febbraio 2021, data a partire dalla quale gli acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi hanno potuto generare biglietti virtuali validi per partecipare alla prima estrazione mensile, fissata in calendario per l'11 marzo scorso.

In questa occasione sono stati distribuiti premi da 100mila euro a 10 acquirenti e premi da 20mila a 10 esercenti a fronte di scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dall'1° al 28 febbraio. Successivamente, le estrazioni mensili sono state effettuate ogni secondo giovedì del mese, fra tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati dal Sistema lotteria nel mese precedente l’estrazione.

C'è poi l'appuntamento del 10 giugno in calendario, giornata in cui si sono aggiunti ai premi mensili le estrazioni settimanali

Infine, all'inizio del prossimo anno si terrà la prima estrazione annuale che premierà uno degli acquisti effettuati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.  Un provvedimento del Direttore Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli fisserà la data dell’estrazione annuale.

I premi in palio nelle estrazioni della lotteria degli scontrini

Ogni scontrino valido per la partecipazione alla lotteria genera un numero di biglietti virtuali per la partecipazione all’estrazione, pari a un biglietto per ogni euro di corrispettivo, con arrotondamento all’unità di euro superiore se la cifra decimale è superiore a 49 centesimi.

In sostanza, più alto sarà l’importo speso, maggiore sarà il numero di biglietti associati all’acquisto, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali. Per scontrini pari o superiori a euro 1.000 il numero massimo di biglietti generati sarà, in ogni caso, pari a 1.000.

La lotteria degli scontrini prevede due tipi di estrazioni: estrazioni “ordinarie”, solo per i consumatori, ed estrazioni “zero contanti”, riservate sia ai consumatori che ai negozianti. La lotteria degli scontrini prevede estrazioni mensili, che si i terranno ogni secondo giovedì del mese, e annuali. Ci saranno anche estrazioni settimanali, secondo un calendario ancora da definire. Ogni contribuente può partecipare, con lo stesso scontrino, a una estrazione settimanale, a una mensile e a una annuale.

Per la fascia delle estrazioni "ordinarie" sono previsti:

  • un premio da 1 milione di euro per il vincitore dell’estrazione annuale;
  • 3 premi da 30mila euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni mensili;
  • 7 premi da 5mila euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni settimanali.

A proposito della fascia "zero contanti":

  • per l’estrazione annuale, il premio sarà di 5 milioni di euro per il cittadino e di un milione di euro per l’esercente;
  • per quelle mensili ci saranno ogni mese 10 premi da 100mila euro per i cittadini e 10 premi da 20mila euro per gli esercenti;
  • per le estrazioni settimanali sono previsti, infine, 15 premi da 25mila euro per i cittadini e 15 premi da 5mila euro per gli esercenti, oltre ai 25 premi aggiuntivi e 10 maxi premi sia agli acquirenti sia agli esercenti.

Sono esclusi dalla lotteria degli scontrini gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.

I vincitori sono informati della vincita tramite sms, e-mail o instant messaging se i relativi dettagli sono stati forniti nell’area riservata del portale lotteria. Le vincite vengono anche comunicate tramite Posta elettronica certificata (PEC) inviata all’indirizzo che il consumatore ha indicato sul portale lotteria, oppure tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno che viene recapitata al domicilio fiscale conosciuto dall’Agenzia.

I premi devono essere reclamati entro novanta giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita.  Se non lo si farà, non si avrà più diritto al premio e le vincite non riscosse concorreranno alla formazione di eventuali altri premi da distribuire in occasione del concorso annuale. 

Consulta il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate e dell'Agenzia Dogane-Monopoli

Lotteria scontrini: chi può partecipare e come?

Il gioco, introdotto dal Governo per incentivare gli acquisti, è aperto alle persone fisiche, maggiorenni e residenti anagraficamente in Italia che acquistano beni o servizi fuori dall’esercizio di attività d’impresa, arte o professione presso commercianti e artigiani che trasmettono telematicamente i corrispettivi al Fisco. 

Il primo step per poter partecipare alla riffa è esibire al negoziante, al momento dell’acquisto e senza obbligo d'identificazione, il codice lotteria: una chiave di accesso alfanumerica di 8 caratteri che si potrà ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul portale della lotteria; il servizio online produrrà il codice lotteria anche in formato barcode, cioè codice a barre. 

Già dal primo giorno di operatività del sistema per partecipare alla lotteria degli scontrini, ovvero lo scorso 1° dicembre, sono stati 427mila i cittadini che hanno scaricato il codice lotteria, tramite la sezione 'partecipa ora' del sito ufficiale.

Successivamente, il codice potrà essere stampato su carta o salvato sul proprio dispositivo mobile, come cellulari, smartphone e tablet ed essere facilmente esibito all’esercente che potrà acquisirlo tramite lettura ottica.

Come spiega la guida delle Entrate, il cittadino che intende giocare alla lotteria non ha l’obbligo di conservazione dello scontrino e questo sia per partecipare sia per riscuotere i premi. Lo scontrino resterà valido solo per cambi merce o per far valere la garanzia del prodotto acquistato. 

Pagamenti: addio chiavetta, dal 14 settembre scatta l’Open Banking

Le regole del gioco per gli esercenti

In vista del debutto, è stato stilato un vademecum operativo nel corso di un webinar organizzato dalle Entrate, lo scorso 25 gennaio, con stakeholder e rappresentanti delle associazioni di categorie. Sono tre le principali regole del gioco per gli esercenti e i commercianti:

  • dovranno verificare, contattando il tecnico di riferimento, che il registratore telematico sia adeguato per acquisire il codice lotteria e per trasmettere i dati;
  • considerato che al concorso saranno ammessi solo gli acquisti non pagati in contanti, dovranno verificare che sul registratore telematico sia presente il tasto in grado di specificare che il pagamento è avvenuto con modalità tracciabile e, laddove non presente, sarà necessario configurare la tastiera dei terminali;
  • con un logo o un'indicazione ad hoc, si pensa a un "bollino blu" sulle vetrine dei locali, potranno segnalare ai clienti che presso il proprio esercizio commerciale si può partecipare alla lotteria degli scontrini. 

Tra le altre indicazioni, c’è anche l’impossibilità di partecipare per chi paga  con ticket restaurant. Parallelamente, non saranno ammessi pagamenti "misti", ossia parte in contanti e parte in modalità cashless. 

Dal Milleproroghe alla Manovra 2021

Il Milleproroghe, oltre a rinviare la partenza del concorso, ha stabilito anche che nel caso in cui l'esercente al momento dell'acquisto rifiuti di acquisire il codice lotteria, il consumatore può segnalare la circostanza sul portale della lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it) solo a partire dal 1° marzo 2021.

In concreto, l'area dedicata alle segnalazioni degli utenti è stata attivata online con un giorno di ritardo rispetto ai tempi indicati dalla norma, quindi dal 2 marzo 2021. Inoltre, la facoltà di delazione da parte del cliente si estende, superando il dettato normativo, che ha la possibilità di segnalare l’esercente che non ha emesso lo scontrino (documento commerciale).

Ci sarà tempo, inoltre, come stabilito dal provvedimento di fine anno delle Entrate, fino al 1° aprile 2021 per adeguarsi al nuovo tracciato (la cosiddetta versione 7.0) e quindi aggiornare i registratori telematici alla trasmissione dei corrispettivi. 

Sullo strumento che mette in palio 50 milioni di euro, per dare più forza al piano Italia Cashless insieme al cashback di Stato,  è intervenuta anche la legge di Bilancio 2021. Quest'ultima, infatti, prevede di escludere dai premi i tagliandi relativi alle spese sostenute in contanti: validi, quindi, solo quelli che riguardano transazioni compiute attraverso vari sistemi elettronici, a esclusione degli acquisti effettuati online.  

Torna all'Indice

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti