FASI: Funding Aid Strategies Investments

Mipaaft – fondi per Expo Dubai 2020, giovani agricoltori e biodiversita'

Expo 2020 Dubai - Photo credit: Jimmy BaikoviciusRisorse per la partecipazione a Expo Dubai 2020, aumento del massimale per i pagamenti PAC ai giovani agricoltori e novità per la valorizzazione della biodiversità. Le ultime decisioni del Mipaaft.

Agricoltura – anche gli Stati membri rinviano l'accordo sulla PAC

Via libera allo stanziamento di un milione di euro per la partecipazione del Ministero delle Politiche agricole a Expo Dubai, che si terrà negli Emirati Arabi Uniti dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021. E' questo l'oggetto del primo dei decreti firmati nelle scorse dal ministro Gian Marco Centinaio.

Il Mipaaft a Expo Dubai 2020

Prima Esposizione Universale in un Paese Arabo, Expo 2020 metterà in mostra le idee e i progetti dei 200 Paesi partecipanti attorno ai tre temi della manifestazione: opportunità, mobilità e sostenibilità.

Il contratto di partecipazione dell’Italia all'Esposizione Universale prevede un Padiglione nazionale, su di un lotto di circa 3500 metri quadrati, nei pressi dei padiglioni di EAU, Germania, India, Stati Uniti e Arabia Saudita. La gara per la realizzazione del Padiglione, coerentemente con il claim scelto dall'Italia per Expo 2020 - “La bellezza unisce le persone” - è già stata lanciata e si chiuderà il prossimo 16 settembre.

Parallelamente, il Commissariato generale del Governo che coordina la presenza italiana a Expo 2020 sta lavorando con numerosi partner istituzionali e del mondo accademico, imprenditoriale, scientifico, della creatività, dello sport, dei media e della musica per identificare i progetti e i temi per rappresentare al meglio l’Italia a Dubai.

Anche il Mipaaft parteciperà alle attività, con l'obiettivo di promuovere le eccellenze dell'agrifood made in Italy, ma anche il modello italiano di produzione agroalimentare, sempre più orientato verso lo sviluppo tecnologico e la sostenibilità, ha commentato il ministro Centinaio.

Al via la gara per costruire il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

Pagamenti diretti ai giovani agricoltori

Il secondo decreto Mipaaft interviene invece sui pagamenti diretti nell'ambito della Politica Agricola Comune (PAC), andando ad aumentare la percentuale da destinare al pagamento del premio ai giovani agricoltori.

Nel quadro della PAC 2014-2020 infatti l'Italia ha previsto cinque tipologie di pagamento: di base; per le pratiche agricole benefiche per il clima e l'ambiente, il cosiddetto "greening"; accoppiato, per i piccoli agricoltori; per i giovani agricoltori di età inferiore ai 40 anni insediati per la prima volta a capo di un'impresa agricola oppure insediati nei cinque anni che precedono la prima presentazione di una domanda.

A questi ultimi è destinato l'1% del massimale nazionale, soglia che il decreto aumenta al 2% dei fondi disponibili, con l'obiettivo di sostenere maggiormente il ricambio generazionale in agricoltura.

PSR – ISMEA, terra e credito sono le priorita' per i giovani agricoltori

Specie esotiche invasive e valorizzazione biodiversità

Il provvedimento esclude inoltre l'Acacia saligna dalle specie comprese nella definizione di bosco ceduo a rotazione rapida, adeguando tempestivamente la normativa nazionale all'elenco delle specie esotiche invasive soggette a restrizione a livello europeo, a tutela delle specie autoctone e dell'equilibrio ambientale del nostro Paese.

Infine, il Mipaaft ha approvato le modalità di funzionamento del Fondo per la tutela della biodiversità di interesse agricolo e alimentare, istituito dalla legge n. 194 del 2015 con una dotazione di 500mila euro annui, e ha individuato le azioni da sostenere nell'ambito dello strumento.

> Ddl Biodiversita' - via libera a Fondo per agricoltori e allevatori

Photo credit: Jimmy Baikovicius