Ecobonus auto – nuove prenotazioni per veicoli M1

Ecobonus - nuove prenotazioni Al via la nuova fase di prenotazione dell'ecobonus dedicato ai veicoli a basse emissioni, grazie alla disponibilità delle somme residue relative all’anno 2019, pari a 39 milioni e 870mila euro.

> Auto - ecco come funzionano ecobonus ed ecotassa

Come funziona l’ecobonus?

Previsto dalla Manovra 2019, l’incentivo per l'acquisito di veicoli a ridotte emissioni di CO2 (elettriche ed ibride) è assegnato dalla concessionaria sotto forma di riduzione del prezzo sulle auto acquistate e immatricolate a partire dal 1° marzo 2019, indipendentemente dalle altre iniziative promozionali (e sconti) applicate dai venditori.

Successivamente l’impresa costruttrice o importatrice dell’auto rimborsa l’importo al venditore e lo recupera a sua volta sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione.

L’ammontare del contributo è differenziato sulla base di due fasce di emissioni e della circostanza per cui l'acquisto avvenga contestualmente alla consegna per la rottamazione di un veicolo della medesima categoria omologato alle classi Euro 1, 2, 3 e 4.

Il contributo parametrato al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro in caso di contestuale rottamazione è pari a 2.500 euro se le emissioni sono comprese tra 21 e 70 g/KM, e a 6.000 euro se comprese tra 0 e 20 g/KM.

In assenza di rottamazione varia anche il contributo, che è pari a 1.500 euro se le emissioni sono comprese tra 21 e 70 g/KM, e a 4.000 euro se comprese tra 0 e 20 g/KM.

Manovra 2019 - incentivi auto elettriche e trasporti, le novita'

Scadenze e procedure per prenotazione

I 39 milioni e 870mila euro disponibil per l'anno in corso saranno accessibili per le prenotazioni sulla piattaforma Ecobonus a partire dalle ore 12.00 di oggi, lunedì 8 luglio.

Il Ministero dello Sviluppo economico ha fissato al 20 novembre 2019 la data di scadenza per la nuova fase di prenotazione.

> Ecobonus auto - come richiedere gli incentivi