Lazio - contributi per la digitalizzazione delle PMI

 

Lazio impresa digitale: photocredit Shane DeconinckPubblicato il bando che eroga contributi a fondo perduto per sostenere i processi di digitalizzazione e di ammodernamento tecnologico delle imprese laziali attraverso l’utilizzo di servizi e soluzioni ICT.

Quante risorse per il digitale nella programmazione finanziaria UE 2014-2020

Il bando "Digital impresa Lazio" ha una dotazione di 5 milioni di euro di fondi europei e prevede due riserve: la prima, da 1,5 milioni, è destinata alle imprese operanti nel settore del commercio; la seconda, pari al 20% della dotazione del bando, riguarda le imprese aventi sede operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

Chi può partecipare al bando

Possono presentare domanda di contributo le piccole e medie imprese, in forma singola, inclusi i liberi professionisti, titolari di partita IVA, che hanno una sede operativa nel territorio della Regione Lazio.

Il bando, però, consente la partecipazione anche a quei soggetti che, pur non avendo al momento della presentazione della domanda una sede operativa in Regione, intendono tuttavia localizzarsi nel Lazio, impegnandosi ad attivare la sede operativa entro la data dell’erogazione.

Ogni PMI può presentare un unico progetto.

I progetti finanziabili

Le imprese possono presentare progetti che prevedono l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali, come:

  • Digital marketing: interventi SEO (Search Engine Optimization), SEM (Search Engine Marketing), Web, Social e Mobile marketing;
  • E-commerce: siti di e-commerce su piattaforme software CMS (Content Management System);
  • Punto vendita digitale: soluzioni digitali per lo sviluppo di servizi front-end e customer experience nel punto vendita (chioschi, totem, touchpoint, segnaletica digitale, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di accettazione di couponing e loyalty, di Electroning Shelf Labeling, di sales force automation e di proximity marketing);
  • Prenotazione e pagamento: sistemi di prenotazione e pagamento via internet e/o mobile; sistemi Self scanning e Self checkout;
  • Stampa 3D: attrezzature ed applicazioni per la progettazione e la stampa 3D;
  • Internet of things: sistemi e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni grazie a una rete di sensori intelligenti;
  • Logistica digitale: software e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica;
  • Amministrazione digitale: soluzioni digitali a supporto della fatturazione elettronica e per l’ottimizzazione del magazzino;
  • Sicurezza digitale: sistemi di sicurezza informatica;
  • Sistemi integrati: sistemi ERP (Enterprice Resource Planning), sistemi di gestione documentali e sistemi di Customer Relationship Management (CRM); sistemi e applicazioni a supporto dello smart-working e del coworking.

Nei fondi UE 2021- 2027 esordisce il nuovo programma Digital Europe

Il contributo

Grazie al bando, i progetti vincitori riceveranno dalla Regione un contributo a fondo perduto a copertura del 70% delle spese effettuate, che sarà erogato in un’unica soluzione, dopo aver presentato la rendicontazione. Il contributo rientra nel regime “de minimis”.

Il bando, inoltre, permette di imputare tra i costi del progetto, anche le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2019.

I progetti per essere ammessi devono avere, tra le altre cose, un importo compreso tra 7mila e 25 mila euro.

Lazio - il nuovo piano regionale per l'internazionalizzazione

Come presentare domanda

Come tanti altri bandi della Regione Lazio, anche questo prevede l’impiego della piattaforma Gecoweb per la presentazione delle domande.

In particolare l’accesso alla piattaforma per il caricamento della domanda è consentito a partire dalle ore 12:00 del 10 luglio 2019 e fino alle ore 12:00 del 2 ottobre 2019. 

Un volta completato il caricamento della domanda su Gecoweb, la piattaforma informatica rilascerà una ricevuta che deve essere poi inviata tramite PEC alla Regione a partire dalle ore 12:00 del 15 luglio 2019 e fino alle ore 18:00 del 2 ottobre 2019.

Photocredit: Shane Deconinck da Pixabay 

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti